Norvegia. Prima che sia notte

Panorama suTromso
Panorama suTromso

È la capitale artica, la porta d’accesso dell’estremo Nord: Tromsø è una gemma incastonata tra i fiordi, rischiarata in autunno da iridescenti aurore boreali. E prima che si spengano le luci e vada in scena la lunga notte norvegese, rassegne cinematografiche, festival della cultura e tante attività outdoor.

L’aereo comincia la sua lunga discesa attraversando la sottile coltre di nuvole, lasciandoci finalmente ammirare il paesaggio sottostante. Da questo privilegiato punto d’osservazione apprezziamo a pieno le sagome frastagliate dei fiordi, lunghe insenature che con le loro tinte bluastre caratterizzano le coste norvegesi. Sulle cime delle montagne più alte, che spesso si affacciano direttamente sul mare, sono già visibili sottili chiazze di neve. Niente di cui sorprendersi: stiamo sorvolando l’estremo Nord della Norvegia, ben oltre la linea immaginaria nota come circolo polare artico.

La città di Tromsø è ormai in vista. Circa 76000 persone vivono in questo florido centro ai confini del mondo, caratterizzato dalle inconfondibili e variopinte abitazioni. La tinta più gettonata tra i decoratori locali è senza dubbio il rosso, che già in tempi antichi veniva ottenuto mescolando grasso di baccalà e ferro ossidato, entrambi prodotti tipici di questa terra. Il tessuto adiposo del merluzzo, in particolare, non è mai stato difficile da reperire a queste latitudini: da secoli infatti, le fredde acque che circondano l’area sfamano ed arricchiscono il popolo norvegese grazie alla loro ricca ittiofauna. Per Tromsø come per tante altre città della Norvegia, tuttavia, la pesca rappresenta molto più di una sicura fonte di reddito: questa attività dalle antichissime origini risulta parte integrante della cultura e del folklore locale. Persino la forma della famosa Cattedrale dell’Artico, splendida chiesa in cemento costruita nel 1965 a due passi dal porto, richiama quella degli essiccatoi in legno, strutture triangolari adibite alla conservazione del pescato, che si incontrano un po’ ovunque girovagando per il Paese. Motivo di vanto per gli abitanti del luogo è inoltre l’Università della Pesca, rinomato polo didattico in cui gli studenti apprendono, oltre alle più moderne tecniche di marketing necessarie per vendere i prodotti dell’industria ittica, interessanti aspetti naturalistici e pratici legati a questa attività tradizionale.

L’Università attrae a Tromsø molti giovani, che animano le strette vie del centro soprattutto nelle ore serali. Passeggiando per le strade, o fermandosi in uno dei tanti vivaci locali, si incontrano facilmente persone aperte e disponibili, felici di scambiare quattro chiacchiere con i visitatori stranieri. Estremamente fieri delle proprie origini, gli abitanti di Tromsø amano particolarmente snocciolare di fronte agli avventori più curiosi i tanti primati detenuti dalla loro cittadina. “Qui si trovano il cinema, la fabbrica di birra ed il teatro più a Nord del mondo!”, precisa con una punta di orgoglio Knut Hansvold, nato tra questi fiordi ventosi ed oggi guida turistica dall’innata simpatia. Nonostante il clima allegro che si respira in città, vivere tutto l’anno a queste latitudini non è un’impresa facile. A Tromsø infatti, tra il 21 di Novembre ed il 21 Gennaio, non sorge mai il sole. Solo una flebile luce, simile a quella dell’alba, giunge a rischiarare nelle ore centrali del giorno il paesaggio circostante. Quasi il 7% degli abitanti, durante il lungo periodo di buio, soffre di disturbi del sonno. Da alcuni anni sono tuttavia al vaglio dei ricercatori diverse soluzioni per ovviare a questo disagio: quella più efficace, al momento, sembra essere rappresentata da una lampada alogena, che permette a chiunque si esponga alla sua luce per 20 minuti al giorno di risolvere qualsiasi problematica.

“In ogni caso non pensate che in inverno, a causa dell’oscurità perenne, noi si resti con le mani in mano!” afferma ancora Knut. “Ogni anno a Gennaio organizziamo un festival cinematografico di grande successo, seguito a poche settimane di distanza dalla Festa della Cultura Sami, un’occasione imperdibile per riaffermare l’importanza delle nostre origini. A chi ama le emozioni forti consiglio invece di seguire l’appassionante corsa delle slitte: vedere quei mezzi trainati dalle renne sfrecciare a tutta velocità sul ghiaccio è davvero un’esperienza unica.”

Tra le numerose attrazioni di Tromsø, spicca ancora il piccolo ma grazioso Museo Polare, che conserva incredibili reperti delle prime spedizioni artiche e testimonia attraverso immagini e cimeli lo stretto legame che intercorre tra gli abitanti della zona e la natura circostante. Una natura indomita, affascinante e difficile da comprendere, che esprime nelle sfumature verdi e violacee dell’aurora boreale la propria bellezza più impressionante. Se sarete fortunati, nelle notti più limpide della stagione fredda, vedrete volteggiare nel cielo questo incredibile fenomeno, che con il suo movimento sinuoso incanta gli uomini del Nord dall’alba dei tempi. Secondo la tradizione norvegese, quelle luci straordinarie nascondono al loro interno gli spiriti inquieti delle donne morte senza avere figli: anime perdute ed infelici che danzano nel cielo sulle note di una melodia consolante e senza tempo.

Testo e foto di Luca Giordano 

SFOGLIA IL MAGAZINE

INFO UTILI

 

Informazioni: Ente per il turismo norvegese, http://www.visitnorway.it via Cappuccini 2 – 20122 Milano. t.0285451440 .

Come arrivare: l’aeroporto di Tromsø è collegato quotidianamente con quello di Oslo da diversi voli, della durata di un’ora e mezza circa. La città è abbastanza piccola e il servizio pubblico è efficiente, per questo non è necessario affittare un’automobile per muoversi in loco. Vi occorrerà invece un mezzo autonomo nel caso vogliate esplorare i dintorni del centro abitato, decisamente meno serviti.

Quando andare: quest’area della Norvegia si presta ad essere visitata in ogni stagione.  L’estate e l’autunno, caratterizzati da un clima relativamente mite, rappresentano il periodo migliore per dedicarsi al trekking e all’esplorazione delle meraviglie naturali della zona. In inverno, invece, è l’aurora boreale a richiamare la maggior parte dei turisti.

Clima: tipico del Nord Europa. Anche nella bella stagione le temperature di rado superano i 15-18 gradi. In inverno fa piuttosto freddo ma non immaginatevi di dover affrontare le condizioni impossibili della tundra siberiana: la presenza del mare a pochi chilometri di distanza smorza abbastanza il gelo.

Dove dormire: il Thon Hotel Polar offre sistemazioni standardizzate ma di ottima qualità. Situato in pieno centro e a due passi da una fermata dell’autobus, rappresenta una valida soluzione ad un costo contenuto. Per chi desidera una vista particolarmente spettacolare, consigliamo invece lo Scandic Ishavshotel, situato proprio sul porto, di fronte alla Cattedrale dell’Artico.

Dove mangiare: molti sono i ristoranti di pesce della città, ma uno spicca senza ombra di dubbio per qualità del servizio e del menù. Il Fiskekompaniet, con le sue diverse proposte di mare e la sua ricca cantina non vi deluderà.

Fuso orario: +1

Documenti: carta d’identità valida per l’espatrio.

Lingua: norvegese, ma l’inglese è parlato perfettamente ovunque.

Valuta: corona norvegese. 1€ corrisponde a circa 9,5 NOK.

Elettricità: 220 volt. Prese di tipo Schuko (tedesco).

Telefono (prefisso e copertura mobile): +47. Copertura mobile, sia voce che dati ovunque.

 

Caro lettore,

Latitudes è una testata indipendente, gratis e accessibile a tutti. Ogni giorno produciamo articoli e foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro.

Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto. E con lo stesso coraggio che ormai da 10 anni ci rende orgogliosi di quello facciamo. Grazie.