The Aiyana: la riscoperta di Madre Natura

Pemba, Tanzania, Africa
Pemba, Tanzania, Africa

Mr. Ashok parla con la calma di chi ha raggiunto quello in cui ha creduto. Si definisce un giardiniere, in realtà è un ‘landscaper’, o architetto del paesaggio, che ha firmato il progetto di diverse proprietà nell’oceano indiano tra Mauritius e Zanzibar, e che ha investito milioni per realizzare il suo sogno di un hotel a Pemba. Lo ha creato proprio dando forma al territorio, un’impresa epica iniziata nel 2008 che ha coinvolto decine di abitanti dei villaggi del posto, creando un giardino in cui immergere le strutture del The Aiyana. Ha impiegato vecchi materiali trovati su Pemba come i legni riciclati dalle galawa boat, le tipiche imbarcazioni locali con il bilanciere, vecchi portali da Zanzibar mescolando il tutto con oggetti di design italiano come i vetri di Murano che abbelliscono le ville e la reception.

Pemba, Tanzania, Africa
Pemba, Tanzania, Africa

Per il resto si è lasciato guidare dall’architettura vernacolare, che non è altro che l’architettura senza architetti. Il risultato è un sofisticato avamposto di relax con SPA immerso in un giardino lussureggiante a pochi passi dall’ambiente selvaggio di Pemba, affacciato su una splendida spiaggia e basato su principi di sostenibilità ambientale, per rendere minimo l’impatto sull’ecosistema circostante. All’Aiyana non c’è un menù che rimanda al classico concetto di hotel. Tutto dipende da quello che la natura regala ogni giorno. Il pesce dal mare, portato dai pescatori locali, le verdure dagli orti circostanti e la carni da fattorie dell’isola, tutto biologico e Km zero. Anche  saponi e shampoo vengono prodotti sull’isola con ingredienti locali e naturali.

Pemba, Tanzania, Africa
Pemba, Tanzania, Africa

Lo staff del The Aiyana (http://theaiyana.com/) è composto da ragazzi di Pemba che a volte parlano un inglese stentato ma sempre con il sorriso. TV e connessione internet sono presenti ma può succedere che non funzionino: la corrente proviene da fonti rinnovabili proprie e dal vicino villaggio di Makangale, dove viene è prodotta con grandi generatori che si possono guastare. Gli ospiti allora saranno cullati dal suono delle onde dell’Oceano, dai colori del tramonto e delle stelle che da qui si osservano come in pochi altri posti al mondo e con la Via Lattea così vicina che pare di poterla toccare.

Sfoglia il magazine e leggi l’intero reportage su Pemba

Testo e foto di Lucio Rossi  | Riproduzione riservata © Latitudeslife.com

 

Caro lettore,

Latitudes è una testata indipendente, gratis e accessibile a tutti. Ogni giorno produciamo articoli e foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro.

Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto. E con lo stesso coraggio che ormai da 10 anni ci rende orgogliosi di quello facciamo. Grazie.