Bangkok, mercati e colori made in Thailandia

mercati thailandia

Oltre a visitare le interessanti ed variopinte bellezze di Bangkok, vale la pena di andare alla scoperta dei particolarissimi mercati a solo un paio d’ore d’auto dalla capitale thailandese.

Dopo più di 10 ore di volo dall’Italia, scesi dall’aereo ci troviamo nella caotica e afosa capitale Thailandese, famosa per la sua vitalità, che anima le vie in qualsiasi ora del giorno e della notte. Il clima che troviamo è ben diverso da quello italiano…Lasciate a casa il cappotto! Quello da novembre a febbraio è il periodo migliore per visitare Bangkok: le temperature invernali oscillano tra i 20 e i 30 gradi e ci risparmiamo le piovose giornate monsoniche che caratterizzano l’estate.

Quindi che aspettate? Passaporto alla mano, tenetevi pronti a partire per questa calda meta famosa, oltre che per gli imponenti templi buddisti, per i suoi particolarissimi mercati, come quello situato letteralmente sui binari. A circa 60 chilometri dal traffico della metropoli, sorge il decennale mercato ortofrutticolo di Maeklong, nato ben prima della costruzione della ferrovia Maeklong Railway che lo attraversa. Questo chiassoso mercato in cui si trova veramente di tutto, dalla frutta alle frattaglie di pesce e dai ristorantini improvvisati alle bancarelle di spezie, è rimasto completamente indifferente al passaggio dello sferragliante gigante di metallo che lo attraversa ben otto volte al giorno. I mercanti continuano ad esporre i propri prodotti proprio sopra i binari, incuranti delle più elementari norme igieniche e di sicurezza, ripetendo ogni giorno gli stessi gesti collaudati: al suono di una sirena che li avverte dell’imminente arrivo del convoglio, ritirano i teli parasole e i banchetti con le ceste colme di cibo, per poi riposizionare tutto al posto di prima non appena passato il treno, rendendo questa sorta di rituale uno spettacolo veramente fuori dal comune. Mi raccomando, controllate gli orari per non perdere il treno o rischiate di dover aspettare qualche ora prima del passaggio successivo.

[alert color=”FF9011″ icon=”9998″]Ti potrebbe interessare: Bangkok by night[/alert]

Percorrendo un po’ più di strada, a una mezz’ora d’auto più a nord, troviamo il famoso mercato galleggiante di Damnoen Saduak, dove decidiamo di prenotare un giro in barca per arrivare direttamente nel cuore del mercato passando via fiume. Le strade sono sostituite da canali d’acqua (non esattamente cristallina) che, invece delle vetture, sono affollati da centinaia di barchette con la struttura in legno e il motore da motoscafo off-shore. Sulle sponde del fiume sorgono le palafitte in cui sono allestite delle bancarelle che, insieme alle barchette stesse, costituiscono un vero e proprio centro commerciale dove si può comprare di tutto, dalla frutta appena colta alla frittura preparata al momento, dall’artigianato tipico ai vestiti e souvenir.

Naturalmente, come tutti i mercati, si consiglia di visitarli entrambi la mattina presto per non correre il rischio di imbattersi in orde di turisti intenti nello shopping sfrenato che si scapicollano per immortalare ogni cosa, anche la più insignificante (peggio dei giapponesi in Italia), con lo smartphone di ultima generazione. Nonostante questi mercati siano ormai un’attrazione che attira migliaia di turisti ogni giorno, anche gli stessi abitanti dei villaggi limitrofi li frequentano per fare la spesa quotidiana, perciò non abbiate paura di assaggiare gli squisiti frutti esposti o lo street-food o i dolci tipici preparati dalle sorridenti donne avvolte negli sgargianti vestiti thailandesi… una deliziosa merenda per rifocillarsi prima di continuare il viaggio!

Testo e foto di Valerio Barbieri |Riproduzione riservata © Latitudeslife.com

 

Caro lettore,

Latitudes è una testata indipendente, gratis e accessibile a tutti. Ogni giorno produciamo articoli e foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro.

Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto. E con lo stesso coraggio che ormai da 10 anni ci rende orgogliosi di quello facciamo. Grazie.