Costa Azzurra, tour fra i giardini fioriti

Vista sullo spettacolare panorama della Costa Azzurra
Vista sullo spettacolare panorama della Costa Azzurra

I giardini della Costa Azzurra e del Var  il dipartimento francese della regione Provenza-Alpi-Costa Azzurra (Provence-Alpes-Côte d’Azur) – sono di una bellezza fantastica oltre che un esempio perfetto di integrazione fra natura, cultura, arte, storia. Su questa lingua di terra fiorita, dove il clima è mite tutto l’anno, hanno attecchito anche molte specie esotiche mentre i più grandi e appassionati artisti del paesaggio hanno creato ville da sogno immerse in parchi spettacolari. Proprio per questo la Costa Azzurra e il Var hanno scelto i giardini come testimonial-protagonisti della stagione 2017: da qui un grande festival e una varietà di  proposte speciali  e tour verdi in  tutte le località della “Grande Costa Azzurra”

Il 1° Festival dei Giardini

Il 1° Festival dei Giardini della Costa Azzurra si svolgerà dal 1 ° aprile al 1° maggio 2017. Un evento grandioso e inedito, che comprende un Festival IN con dieci giardini effimeri di 200 m², creati nel cuore di Cannes, al Giardino di Villa Rothschild ; Mentone al Giardino Biovès ; Grasse all’ Esplanade Honoré Cresp ; Nizza al Giardino Albert 1er sulla Promenade du Paillon ; Antibes nella Pineta Gould a Juan-les-Pins. A corollario, per tutto il mese di aprile, la città di Nizza installerà un giardino di 1400 mq sulla Promenade du Paillon.

Veduta su Nizza
Veduta su Nizza ©Sergio Pitamitz

Nizza, la città verde

Nizza conta 19 parchi e giardini: 300 ettari che disegnano una vera città verde del Mediterraneo. Da non perdere assolutamente La Promenade du Paillon. Fra le proposte,i percorsi a piedi e in particolare 8 itinerari “boucles de Nice”,  immersi nella natura in cui il patrimonio architettonico si mescola con quello naturale.

CMOIRENC_131342.jpg

Cannes e la foresta di mimose

Le cifre da sole raccontano storie di natura e di charme a Cannes: 1969 ettari, comprese le isole Lérins, 300 ettari classificati zone verdi , 8 chilometri di spiagge. Le isole sono dei veri gioielli. Da visitare assolutamente a Sainte-Marguerite, il forte Vauban e la famosa cella della Maschera di Ferro e a Saint-Honorat, i vigneti e  i monaci che vivono come un tempo producendo eccellenti vini, liquori e olio d’oliva. Last but not least, la foresta di mimose a  meno di 1km dalla Croisette: sentieri botanici, un arboretum con oltre 40 varietà di mimosa, itinerari di scoperta e percorsi-benessere.

Grasse

Il fascino medievale del centro storico, labirinto di viuzze strette e pittoresche fra le architetture genovesi e provenzali di una “Città d’Arte e Storia” e la lunga tradizione dell’arte della profumeria, fanno di Grasse una meta obbligata. Imperdibili il Museo internazionale della Profumeria; le “fabbriche dei profumi” Fragonard, Molinard, Galimard; Il Pays de Grasse, il più bel balcone della Costa Azzurra a un’ora di strada dal mare con la via Souterrata (una via ferrata sotterranea,unica al mondo.

Veduta su Antibes
Veduta su Antibes ©Sergio Pitamitz

Antibes

Anribes è un paradiso naturale, ideale per l’olivo, la vigna, primizie,alberi da frutta dove all’inizio del secolo scorso vennero piantati anche i fiori, garofani e rose. Da vedere i giardini di Villa Eilenroc, 11 ettari con 800 varietà di roseti, il bosco della Garoupe e il Jardin Thuret, dal 1857, un parco fantastico, uno dei primi giardini d’acclimatazione della Costa Azzurra, con una splendida collezione di alberi e arbusti esotici. Da annotare sull’agenda, gli eventi verdi:  Floralies d’Antibes, tutto sui fiori e il giardino, 2a edizione a maggio, con annesse le giornate Exflora e la  Fiera bio organizzata da Agribio Alpes-Maritimes, in settembre.

Cagnes-sur-mer

Nel 1908 Renoir si stabilisce a Les Collettes, splendida proprietà piantata ad ulivi e agrumi,  che l’artista salva dall’abbattimento. Oggi la sua casa è diventata museo, con 14 tele originali, e il Domaine des Collettes ospita durante le Giornate Europee del Patrimonio  “Le Déjeuner sur l’herbe” pic-nic in abiti del ‘900. Cosa vedere a Cagnes-sur-mer? Sicuramente il nuovo Polygone Riviera e i suoi 1 000 alberi: un giardino incredibile e un centro di shopping a cielo aperto unico di Francia, 70 000 mq di uno scenario d’eccellenza, uno scrigno di verde ideato da Jean Mus, architetto paesaggista di fama internazionale, con aceri, platani e naturalmente palme.

EphrussideRothschild.jpg
Villa Ephrussi de Rothschild

Coeur Riviera

Cœur Riviera raggruppa le 6 splendide località di Villefranche-sur-Mer, Saint Jean-Cap-Ferrat, Beaulieu-sur-Mer, Eze, Cap d’Ail e La Turbie, racchiuse fra Nizza e Monaco e propone i giardini di Villa Ephrussi de Rothschild a Saint-Jean Cap-Ferrat e quello esotico d’Eze. L’evento speciale è il Combat Naval Fleuri, battaglia floreale sull’acqua che si svolgerà a Villefranche-sur-Mer il 13 febbraio.

Il Var

Da Saint-Cyr-sur-Mer a Saint-Raphaël, oltre 400 km di costa con sabbia dorata, baie, insenature, calanchi, calette. Parliamo di patrimonio naturale eccezionale, una biodiversità straordinaria come il Parc National de Port-Cros, il «gran canyon» del Verdon, 400.000 ettari di boschi, 600 km di corsi d’acqua, 3.000 specie di piante, oltre 300 giorni di sole all’anno. Le meraviglie della natura qui spaziano dalla Penisola di Giens, all’Isola di Port Cros, dall’Isola di Porquerolles al Massiccio dei Maures, il Golfo di Saint Tropez, il Massiccio dell‘Esterel,;  più defilato nell’interno il lago di Sainte Croix e il Verdon con le sue straordinarie gole. (www.visitvar.fr -www.vartourisme.org)

Esterel

Il territorio dell’Esterel Costa Azzurra si estende su più di 14 comuni dell’Est del Var , tra foreste, massicci rocciosi, laghi, spiagge e insenature. Una gastronomia d’eccellenza, chef di prestigio, spesso stellati grandi vigneti, prodotti tipici  e numerose testimonianze della storia, dalle vestigia romane di Fréjus alla Basilica romano-bizantina di Saint-Raphaël, passando per i castelli medievali di Callian e Tourrettes, accanto a dolmen, bories e vecchi mulini. Non manca neppure una testimonianza “romanzata”: l’Ile d’Or, l’Isola d’Oro, isolotto roccioso con una misteriosa torre al largo di capo Dramont, ispirò Hergé per «Le avventure di Tintin»(www.esterel-cotedazur.com)

Notti magiche in hotel

A Bandol, nel cuore dei vigneti della Provenza, il Dolce Frégate Provence, 4 stelle, offre 163 camere e suite, tutte con  vista sul Mediterraneo, look contemporaneo, il golf a 18 + 9 buche progettato da Ronald Fream, e considerato uno dei migliori campi in Europa. (www.dolcefregate.com)

Nell’entroterra del Var, nel cuore della Provenza, nascosta tra vigne e foreste, “Chateau Mentone”, una tenuta di charme per “un’ esperienza totale” incentrata sulla degustazioni dei vini.  (www.chateaumentone.com)

 

Come arrivare

Thello propone comodi collegamenti diretti tra l’Italia e la Francia a prezzi contenuti: 45 euro in seconda classe da Milano a Nizza. (www.thello.com – www.trenitalia.com

Per info : www.france.fr

Testo di Graziella Leporati Foto Ente Turismo Francese e Sergio Pitamitz|Riproduzione riservata © Latitudeslife.com

 

Caro lettore,

Latitudes è una testata indipendente, gratis e accessibile a tutti. Ogni giorno produciamo articoli e foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro.

Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto. E con lo stesso coraggio che ormai da 10 anni ci rende orgogliosi di quello facciamo. Grazie.