Fuga al mare d’inverno

dsc_3258

Alla ricerca del mare caldo in pieno inverno? Ecco  alcune spiagge in cui  si fa il bagno e ci si abbronza come in piena estate. Qui per vivere basta un costume, un pareo e qualche t-shirt. Abbiamo selezionato, con l’aiuto di Skyscanner,  alcune mete esclusive che in gennaio e febbraio rappresentano la meta ideale per un bella vacanza senza sciarpa e piumino e che, tenendo d’occhio le offerte delle compagnie aeree sono raggiungibili senza azzerare il conto in banca.

Pronti a partire?  Seychelles e Mauritius sono fra le prime da prendere d’assalto per riempirsi gli occhi  col verde delle palme e l’azzuro del mare che si mescola col cielo. Le Seychelles sono un  arcipelago di 115 isolette spettacolari, lambite dalle acque dell’Oceano Indiano, con una ricchezza del paesaggio così varia che stupisce il turista sia , sopra e sotto l’acqua: questo è il paradiso dei sub e l’inverno il periodo migliore per le immersioni. Mahè e Digue sono le isole più richieste, ma di spiagge bellissime ce ne sono un’infinità ed esplorarle rappresenta un’esperienza unica.  Mauritius ha  spiagge di sabbia bianca e sottile, un mare con cinquanta sfumature di turchese e incredibili fondali, in cui esplorare la “cattedrale”, una maestosa architettura rocciosa sommersa. Etnie e culture diverse si mescolano in un bellissimo intreccio, così come i paesaggi, variegati e sorprendenti.

Le Canarie non sono lontane dall’Italia e offrono insenature meravigliose, acque da sogno, spiagge bianche di sabbia finissima, ma anche vulcani, dune di sabbia e boschi fitti. Fuerteventura è unisola d’origine vulcanica, nell’Oceano Atlantico,che conquista il visitatore e soprattutto gli appassionati di windsurf. Per i patiti della tintarella c’è la spiaggia dorata  di Cofete. A tavola val la pena di assaggiare i cibi tipici e gli ottimi frutti che questa terra offre, come papaya, avocado, mango e, su tutti, il platano.

Volare nello Sri Lanka vuol dire poter ammirare le meraviglie di Unawatuna, una delle più belle spiagge al mondo, e poi sognare a occhi aperti di fronte allo spettacolo del sole che si tuffa nelle acque dell’Oceano Indiano nelle ore più dolci della giornata. Lo Sri Lanka è una terra magica, ricca di spiagge lunghe e ombreggiate da palme da cocco. E’ consigliabile fare una tappa a anche a Mirissa, o a Tangalle, tra le località più esclusive, in cui si possono vedere le tartarughe marine, che vanno a deporre lì le uova, durante la notte.

Una meta  vincente è sempre la Thailandia  con il suo mix di storia, arte, cultura. Gastronomia e cultura. Le coste della Thailandia, si estendono per più di 3.000 km, tra spiagge, rocce e lagune. E poi ci sono le isole, veri e propri paradisi terrestri. L’isola di Phi Phi, per esempio, con le sue rive da sogno, come anche Ko Samui e Phuket, posti tanto belli da sembrare dei quadri.

Sempre al top le Maldive, atolli meravigliosi nel mezzo dell’Oceano Indiano, a sud-sudovest dell’India; hotel dotati di ogni comfort e paesaggi da cartolina. Qui è d’obbligo spegnere il cellulare per ascoltare la voce del mare e  spalancare gli occhi per la meraviglia  di fronte ai colori scintillanti  di pesci e coralli che spiccano nel blu intenso delle acque. Ormai si è affacciata prepotentemente nel circuito del turismo l’isola di Cuba con le sue spiagge di una bellezza indicibile, il clima stabile e sempre piacevole, le acque tra le più calde e cristalline di tutta l’area caraibica e una storia e una cultura antichissime, di una terra dal fascino indiscutibile. Cuba rapisce il cuore ai visitatori anche con la sua atmosfera fatta di architettura coloniale, rhum e ottimi sigari, ovviamente cubani.  Nei Caraibi non c’è che l’imbarazzo della scelta, ma Turks & Caicos hanno qualcosa di speciale. Oltre alle spiagge rosa  e a un mare verde smeraldo, nell’arcipelago formato da una quarantina di isolotti e atolli c’è molto di più. Ad esempio, la possibilità di vedere le megattere, specialmente tra gennaio e marzo, mesi in cui più frequentemente le balene attraversano queste acque.  Un’opera d’arte, un capolavoro della natura è il Madagascar, pieno zeppo di parchi naturali, spiagge paradisiache e villaggi pittoreschi. Tra le isole più grandi al mondo, il Madagascar si trova nell’Oceano Indiano, di fronte alle coste del Mozambico e il periodo migliore per visitarlo è da novembre fino a marzo. Imperdibili l’isola Nosy Be, con le sue foreste di mangrovie e le piantagioni di vaniglia, zucchero e caffè, oppure Nosy Tanikely, col suo  parco marino dotato di una coloratissima e vivace barriera corallina, o Ankarea e Nosy Komba, dove vivono i lemuri e i camaleonti, e ancora il bellissimo arcipelago delle isole Mitsio.

Anche il Messico si conquista un posto d’onore fra le mete top dell’inverno caldo. Caliente, colorato, ricco di spiagge vivaci e di meraviglie architettoniche e archeologiche, qui non c’è tempo per annoiarsi .Dalle meravigliose coste atlantiche dello Yucatan a quelle della Bassa California, questa è una terra che non delude e in cui il sole non manca mai. Per chi ama i posti meno battuti dal turismo, val la pena di visitare Majahual in cui  si possono ammirare i Marlin, da non confondere col pesce spada, e poi gustare un aperitivo o una cena messicana, in cui assaggiare l’immancabile guacamole.

Testo di Graziella Leporati |Riproduzione riservata © Latitudeslife.com

 

 

Caro lettore,

Latitudes è una testata indipendente, gratis e accessibile a tutti. Ogni giorno produciamo articoli e foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro.

Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto. E con lo stesso coraggio che ormai da 10 anni ci rende orgogliosi di quello facciamo. Grazie.