Lituania weekend a Vilnius per la fiera di San Casimiro

Grazie alle sue attrazioni naturali ed architettoniche ed ai numerosi centri benessere che sfruttano le proprietà dell’ambra, il piccolo stato dell’Europa nord-orientale della Lituania sta divenendo una meta sempre più apprezzata dai viaggiatori.

La capitale Vilnius, con la sua romantica atmosfera, è una piacevole località nella quale la vita scorre via tranquilla. Qui, dal 3 al 5 marzo, si svolgerà la “Fiera di San Casimiro”, un grande ed attesissimo evento dedicato al Santo Patrono della nazione. Per l’occasione, nel mercato all’aperto allestito tra la strada Gediminas e la Piazza della Cattedrale si potranno comprare le creazioni di artigiani locali e dei Paesi limitrofi come brocche, tazze e recipienti d’argilla, oggetti di legno intarsiato, strumenti musicali e tessuti ricamati. Un classico immancabile della fiera sono le bancarelle di fiori con i verba, le palme della Pasqua e simbolo della ormai imminente primavera.

Katedros+a.2_Audrius+Zygavicius

Tante anche le specialità gastronomiche: assolutamente da assaggiare sono i cosiddetti “Cuori di San Casimiro”, biscotti al miele a forma di cuore decorati con glassa colorata, e la tradizionale kvass, una bevanda simile alla birra realizzata con pane nero di segale. Durante la manifestazione verranno organizzati anche spettacoli di musica e danza, giochi e competizioni, laboratori per bambini e una processione teatrale all’aperto che vedrà la partecipazione dei più importanti rappresentanti dell’arte e dell’artigianato popolare.

Non lontano da Vilnius è situata Kaunas, la seconda città del Paese e capitale provvisoria nel periodo compreso tra le due guerre mondiali. Fu proprio in quegli anni che il centro urbano ebbe la sua massima espansione, con la costruzione di nuovi quartieri, grandi industrie ed importanti infrastrutture. A testimonianza del fastoso passato, ancora oggi in molti edifici si possono notare splendidi esempi di architettura modernista, riconosciuti dalla Commissione Europea con l’European heritage label (EHL). Gli edifici più significativi sono l’Ufficio delle Poste centrali, il Museo della Guerra Vytautas Magnus, il cinema Romuva e la Chiesa della Resurrezione di Cristo. Non meno interessante è il Museo Nazionale di Arte M.K. Ciurlonis: realizzato nel 1930, è dedicato al più grande artista della Lituania e conserva dipinti e opere grafiche e registrazioni musicali.

Di grande fascino è anche la funicolare Žaliakalnis, una delle più antiche e funzionanti in Europa: il mezzo di trasporto, costruito nel 1931, conduce fino alla cima della collina, punto dal quale si gode di una splendida vista della città. A meno di un’ora e mezza di auto da Vilnius è situato il Parco Regionale di Anykščiai, una grande area verde dove è possibile vivere un’esperienza davvero speciale: passeggiare nel bosco a 21 metri di altezza seguendo il Treetop Walking Path.
Questo singolare percorso, lungo 300 metri, consente di osservare da vicino le piante e scorci inediti del parco e del fiume dalle 13 stazioni di sosta; in particolare, dalla torre di osservazione si può ammirare il paesaggio circostante, la cui bellezza è stata celebrata da grandi poeti lituani come Antanas Baranauskas.

Il Treetop Walking Path è aperto tutto l’anno; da novembre a marzo dalle 9 alle 17 mentre da aprile ad ottobre l’orario di chiusura è prolungato fino alle 20.

Testo di Gabriele Laganà, foto Turismo Lituania |Riproduzione riservata © Latitudeslife.com

Caro lettore,

Latitudes è una testata indipendente, gratis e accessibile a tutti. Ogni giorno produciamo articoli e foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro.

Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto. E con lo stesso coraggio che ormai da 10 anni ci rende orgogliosi di quello facciamo. Grazie.