Giornate di Primavera Fai, a caccia di tesori nascosti

 

Napoli, Castel Capuano Foto di Francesco Squeglia © FAI - Fondo Ambiente Italiano

Il 25 e il 26 marzo torna il consueto appuntamento con Giornate FAI di Primavera, quest’anno giunte alla loro 25ª edizione. Saranno oltre 1000 i luoghi visitabili in tutta Italia, interi borghi, ville, musei, castelli, parchi, luoghi di cultura e natura, veri tesori di arte e natura spesso sconosciuti, inaccessibili ed eccezionalmente visitabili durante questo weekend.

Rossano (CS)

L’edizione di quest’anno è arricchita dalla possibilità di scoprire oltre 50 borghi storici, in linea con l’iniziativa del MiBACT che ha proclamato il 2017 “Anno dei borghi”.  Tra le chicche spiccano Rossano (CS), il cui Museo Diocesano ospita il Codex Purpureus, capolavoro dei codici miniati bizantini; il piccolo villaggio medievale Caramanico Terme (AQ),  nel cuore del Parco Nazionale della Majella; Comacchio (FE), vero gioiello del Delta del Po, dove in barca si potrà scoprire la grande Salina; Taggia (IM), luogo ricco di arte e natura della Liguria di Ponente.  7.500 volontari e 35.000 Apprendisti Ciceroni saranno dispiegati in oltre un migliaio di siti, molti dei quali visitabili solo in quest’occasione.

Napoli, Isola di Nisida - Foto di Mentnafunangann

Tra le aperture esclusive si segnala a Napoli la visita dell’Isola di Nisida, collegata alla terraferma da un pontile carrozzabile, che oggi ospita l’Istituto Penale Minorile di Napoli e un presidio militare, e Castel Capuano, uno tra i più antichi castelli della città – di origine normanna – che è stato per secoli il centro della vita giudiziaria e culturale di Napoli, con i suoi saloni magnificamente affrescati e decorati; A Milano si può scoprire Palazzo Crivelli, prestigioso edificio del Settecento, che vanta sontuosi loggiati, saloni affrescati e un magnifico scalone. A Bergeggi (SV) imperdibile è la visita dell’’Isola di Sant’Eugenio con la sua area marina protetta, mentre a Udine per la prima volta sarà possibile  vedere da vicino la Torre dell’Orologio di piazza Contarena, simbolo della città.

Torino, Palazzo degli Affari Foto di Metamorphosi © FAI - Fondo Ambiente Italiano

Per ragioni di sicurezza dovute alla concomitanza con le celebrazioni del 60° anniversario della firma dei Trattati di Roma le aperture di Roma si terranno solo domenica 26 marzo.

Per l’elenco completo delle 1000 aperture è  consultare il sito www.giornatefai.it o telefonare al numero 02 467615366. Oppure si può optare per l’app geolocalizzata che, una volta scaricata, riconoscerà la posizione dell’utente e indicherà la mappa dei luoghi più vicini da visitare. Invitiamo tutti a diffondere in rete la notizia di questo evento utilizzando gli hashtag #giornatefai e #faicambiarelitalia.

di Francesca Calò |  |Riproduzione riservata © Latitudeslife.com

 

 

Caro lettore,

Latitudes è una testata indipendente, gratis e accessibile a tutti. Ogni giorno produciamo articoli e foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro.

Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto. E con lo stesso coraggio che ormai da 10 anni ci rende orgogliosi di quello facciamo. Grazie.