Riapre Villa Rufolo a Ravello

La splendida Villa Rufolo di Ravello è uno dei gioielli irrinunciabili per chi visita la Costiera Amalfitana. Scenario di manifestazioni e concerti, la villa è un luogo di sogno che ha emozionato molti personaggi della cultura, fra i quali il compositore Richard Wagner, che dai suoi giardini trasse ispirazione per quelli incantati di Klingsor nel Parsifal. La stagione estiva vedrà una nuova apertura nel complesso della villa: la Torre Maggiore verrà riaperta per diventare un museo verticale.

La Costiera Amalfitana, ricca di bellezze culturali e naturali è splendida da visitare fra la primavera e l’estate. Otto secoli sono passati da quando la Torre Maggiore di Villa Rufolo fu definitivamente chiusa. La stagione turistica 2017, però, si apre con la notizia della sua imminente riapertura nella nuova veste di museo verticale, a metà strada fra il reale ed il virtuale.

La villa si distingue per il suo irresistibile fascino, a cui concorrono le influenze arabeggianti della sua architettura – volute nell’Ottocento dal proprietario dell’epoca, il botanico inglese Francis Neville Reid – la magnificenza dei giardini e l’incanto della grande terrazza panoramica. Molti personaggi illustri hanno amato Ravello, tra cui André Gide, E. M. Forster, D.H. Lawrence, Greta Garbo, Jacqueline Kennedy, Gore Vidal, Totò, Humphrey Bogart, Gina Lollobrigida e tanti altri.

Villa Rufolo, che nel 2016 ha registrato per l’ottavo anno consecutivo un numero record di visite, continua ad essere luogo di scoperte. Durante i lavori di ripulitura del Belvedere sul lato orientale, un giovane restauratore si è imbattuto in alcuni resti in tufo e cotto coperti, fin a quel momento, da una fitta coltre di vegetazione.

Il palcoscenico naturale del Belvedere di Villa Rufolo, una meravigliosa terrazza sul Golfo di Salerno da cui si gode di un panorama mozzafiato lungo tutta la costa fino al Cilento, ospita ogni anno a luglio e agosto, insieme allo straordinario Auditorium Niemeyer, il Festival di Ravello. La rassegna è un appuntamento fra i più prestigiosi e suggestivi nel panorama culturale italiano, in cui si esibiscono i migliori direttori d’orchestra, musicisti, ballerini e artisti al mondo.

 

Testo di Stefania Bortolotti |Riproduzione riservata © Latitudeslife.com

 

Caro lettore,

Latitudes è una testata indipendente, gratis e accessibile a tutti. Ogni giorno produciamo articoli e foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro.

Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto. E con lo stesso coraggio che ormai da 10 anni ci rende orgogliosi di quello facciamo. Grazie.