Tour in Irlanda del Nord nei luoghi de” Il Trono di Spade”

Il “Trono di Spade”, o “Game of Thrones”, è una delle serie televisive più amate e seguite nel mondo degli ultimi anni, tanto da poter vantare una folta schiera di fedelissimi fan che fanno di tutto per non perdere neanche una delle azioni o delle battute dei protagonisti.

Gli appassionati già sapranno che tantissime location che hanno fatto da sfondo a questa avvincente storia fantasy si trovano in Irlanda del Nord: le riprese in esterno, infatti, sono state girate in suggestive luoghi carichi di antiche atmosfere medievali e dominati da paesaggi naturali ammantati da mistero e magia.

Con un tour di 3 giorni in auto, bus, a piedi o in bicicletta è possibile vedere da vicino le celeberrime  Terre dei Sette Regni che, nella realtà, corrispondono alle contee di Down, Antrim, Derry-Londonderry  e Fermanagh.

Primo giorno

L’avventura può avere inizio da Tollymore Forest Park, Contea di Down, dove sono ambientate le scene della Foresta Stregata; lungo l’itinerario sorge Inch Abbey, il luogo dell’inizio della Guerra dei Cinque Re. Nelle vicinanze merita una sosta Quintin Bay con il Quintin Castle, una struttura arricchita di giardini terrazzati che si affacciano sulla baia, una torre e possenti fortificazioni.

A seguire si può lasciare la terraferma ed imbarcarsi su un traghetto per raggiungere Strangford Lough, una piccola ma meravigliosa oasi naturale. Chi vuole, invece, ripercorrere i passi di Tyrion Lannister e Jon Snow non deve perdere il Castle Ward, dimora ancestrale della Casa Stark. Nella realtà questa costruzione si è attrezzata per accogliere al meglio i fan, offrendo loro banchetti medievali, corsi di tiro con l’arco ed escursioni nei boschi dove, magari, si potranno incontrare i metalupi.

Secondo giorno

Si parte da Cairncastle, Contea di Antrim, luogo dove è ambientata una delle scene di maggiore tensione della serie ovvero quando Sansa Stark scopre da Ditocorto di essere fidanzata con il terribile Ramsay Bolton.

Successivamente si può raggiunge la valle Shillanavogy ai piedi della Slemish Mountain. Questa tranquilla terra ospita alcuni tra i residenti più turbolenti di Essos; nella serie, inoltre, rappresenta il Mare Dothraki.

Assolutamente da non perdere una visita  alle Glens of Antrim, la location delle riprese di Runestone, ed alle Cushendun Caves,  che risalgono ad oltre 400 milioni di anni fa. A Westeros sono state lo scenario di un oscuro crimine: fu qui che Melisandre convoca il suo demone sotto il campo di Renly per uccidere il fratello di Stannis in nome del Signore della Luce.

Decisamente spettacolare è l’arrivo a Dark Hedges, luogo da sempre famoso per le sue bellezze naturali; lungo la strada si potranno ammirare faggi centenari che intrecciano le loro chiome creando una verde e magica galleria. Nella serie è la Strada del Re, la via principale dei Sette Regni e il luogo magico dove Arya si traveste da ragazzo per evitare di essere catturata.

Altri centri caratteristici della Causeway Coast trasformati in set sono Murlough Bay ed il piccolo villaggio di pescatori di Ballintoy Harbour.

Terzo giorno

Il viaggio si conclude tra Derry-Londonderry e Fermanagh. In quest’area si trova Portstewart Strand, un’area con oltre 3 km di sabbie dorate sfiorate da un mare incantevole. Fu su questo litorale che Jaime e Bronn si sono ritrovati prigionieri dei soldati di Dorne sulla costa di Lancia del Sole, e sempre qui Ellaria e le sue figlie Serpi delle Sabbie cospirano per scatenare una guerra con i Lannister.

Si può, poi, proseguire per Downhill beach, una lunghissima e bianca spiaggia ideale per una rigenerante  passeggiata, magari mentre si pensa  alle fosche vicende di Stannis Baratheon e Melisandre.

All’arrivo a Binevenagh, bisogna fare attenzione ai draghi; infatti, questa montagna è il luogo in cui Daenerys e il suo drago Drogon trovano rifugio nelle praterie Dothraki dopo la fuga dalle fosse per i combattimenti di Meereen.
Nella contea di Fermanagh, invece, si trova la Terra dei Fiumi, ovvero Pollnagollum Cave situata all’interno del geoparco Marble Arch Caves.

Sarà solo finzione eppure camminando lungo le strade dell’Irlanda del Nord sembra di poter davvero entrare in una dimensione diversa popolata da impavidi personaggi, crudeli uomini e strane creature.

Testo di Gabriele Laganà|Riproduzione riservata © Latitudeslife.com

 

 

Caro lettore,

Latitudes è una testata indipendente, gratis e accessibile a tutti. Ogni giorno produciamo articoli e foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro.

Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto. E con lo stesso coraggio che ormai da 10 anni ci rende orgogliosi di quello facciamo. Grazie.