A New York il terminal TWA diventa hotel di lusso

8

Il TWA Hotel dell’aeroporto JFK di New York deve ancora essere inaugurato, tuttavia è stata aperta all’86° piano la prima lounge che porta con sé un po’ d’Italia con il tabellone a palette fatto da Solari.

C’è grande scalpore e tante aspettative per questo nuovo Hotel la cui apertura, prevista verso la fine del 2018, è un evento fortemente atteso negli Stati Uniti. Già diventato una delle mete turistiche più attese e da non perdere per i visitatori che si recano nella Grande Mela e per tutti gli appassionati di design e architettura.

All’interno dell’Hotel TWA è già possibile ritrovare un po’ d’Italia. Infatti nella lounge aperta all’86° piano padrona il tabellone degli orari firmato Solari. Un simbolo inequivocabile e intramontabile per tutti i viaggiatori, con la tecnologia a palette, il grande tabellone che indica orari di partenze e arrivi.

L’azienda udinese Solari ha deciso di riproporre un modello di display che era stato realizzato negli anni ’60, progettato da Gino Valle, di forma ovale, secondo lo stile dell’architetto finlandese Eero Saarinen. Racchiuso da un guscio ovale era completamente ricoperto da tessere bianche, realizzate dai mosaicisti di Spilimbergo in provincia di Pordenone.

Il display è inserito in una lounge dall’arredo volutamente vintage. Solari, icona del design italiano, si trova così al centro dell’attenzione mondiale, infatti l’aeroporto JFK di New York non solo è uno degli hub internazionali più importanti, ma è anche uno spazio di business e lo sarà ancora di più, diventando esso stesso una destinazione di viaggio, quando verrà aperto l’Hotel TWA.

Testo di Chiara Dalla Fontana |Riproduzione riservata © Latitudeslife.com

Visto che sei arrivato qui…

... abbiamo un piccolo favore da chiederti. Molte persone stanno leggendo Latitudes mentre le entrate pubblicitarie attraverso i media stanno calando rapidamente. Vogliamo che il nostro giornalismo rimanga accessibile al nostro pubblico globale. I contributi dei nostri lettori ci consentono di mantenere questa apertura, in modo che tutti possano accedere a informazioni e analisi accurate ed indipendenti. Il giornalismo di approfondimento di Latitudes necessita di tempo, denaro e duro lavoro per produrlo. Ma lo facciamo perché crediamo che la nostra prospettiva sia importante, perché potrebbe anche essere la vostra prospettiva.

Se tutti quelli che leggono i nostri articoli aiutassero a sostenere la nostra attività, il nostro futuro sarebbe molto più sicuro. Per un minimo di € 1, puoi supportare Latitudes e richiede solo un minuto. Grazie.