Un sorso di Trentino: alla scoperta delle eccellenze locali

Trento piazza Duomo, foto Strada Vino Trentino Flickr

Inaspettata, ma alquanto gradita, l’opportunità di scoprire il “Trentino gustoso” a cura della Strada dei vini e dei sapori del Trentino, si è rivelata un’esperienza coinvolgente e interessante. A partire dai luoghi visitati, diversi per morfologia e caratteristiche, pur legati da un comune denominatore: il territorio. Un territorio amato, lavorato, rispettato e valorizzato, consapevoli dell’importanza del “patrimonio” da preservare in ogni aspetto.

Certo, il Trentino non è nuovo a progetti di marketing territoriale, ma si punta su tipicità e innovazione, per attrarre nuovi target; del resto, ogni vallata è in grado di esprimere al meglio i propri tesori, facendo leva sulla passione degli artigiani, dei proprietari di agriturismi e cantine, dei ristoratori, dei vignaioli. Colpisce la determinazione e la volontà di difendere la terra, mettendosi in gioco, recuperando antiche ricette, vitigni autoctoni, produzioni tipiche locali. Piccole realtà dedite alla lavorazione del formaggio, come l’azienda agricola Quadra, che produce anche yogurt e confetture e l’azienda agricola Le Mandre, a conduzione famigliare, specializzata nei formaggi caprini, di pecora e misti (misto mucca-pecora), ricotta, pecorino trentino, tosela.

Piana Rotaliana, Castello di San Gottardo di Mezzocorona, foto della Strada Vino Trentino Flickr

Dalle zone dell’Alto Garda, alla Vallagarina, dalla Piana Rotaliana all’Altopiano di Pinè-Cembra, dalle Valli Giudicarie a forte vocazione agricola, alla Valsugana e Lagorai, senza tralasciare le famose città di Rovereto e Trento, è un puzzle variopinto composto da diversi paesaggi che favoriscono la coltivazione di frutta (ottime mele), ortaggi, ulivi.

Il protagonista assoluto del territorio è il vino, che gode di un microclima favorevole e buona esposizione, oltre a identificare le varie aree geografiche: Nosiola e Vino Santo nella Valle dei Laghi, Marzemino in Vallagarina, con borghi antichi e castelli, Muller Thurgau in Val di Cembra, Teroldego in Piana Rotaliana e infine Trento Doc.

La bellezza e la varietà dei paesaggi assicurano un flusso turistico costante e in ascesa, grazie ai numerosi itinerari culturali e naturalistici, alle strutture ricettive moderne e funzionali, alla ghiotta offerta enogastronomica, per una vacanza a 360 gradi. Un mix vincente per il Trentino, regione molto amata dai vacanzieri esteri e italiani, che qui si sentono a casa, per la cordiale ospitalità e l’efficiente organizzazione (percorsi segnati, viabilità, noleggio bici).

Valle di Cembra lungo il sentiero dei Vecchi Mestieri, foto Strada Vino Trentino Flickr

Dall’arte alla storia, che si respira negli antichi borghi, nelle chiese disseminate in pianura e sui pendii, questa zona del Trentino racchiude dei veri gioielli, talvolta poco conosciuti, ma certamente degni di nota. Non solo, tra prati e boschi raggiungibili a piedi o in bicicletta, il Sentiero dei Vecchi Mestieri, ad Altavalle collega tra loro macchine ad acqua, molini, segherie, tre opifici e la restaurata Fucina Cristofori (metri 820 s.l.m.),catapultando il turista in un suggestivo viaggio nel tempo.

Grande attenzione è rivolta agli sportivi di ogni età, con un ricco ventaglio di proposte: itinerari per bike, escursioni guidate, trekking, pesca, pareti di roccia, ma in generale le attività non mancano, anzi c’è solo l’imbarazzo della scelta. Ideale per viaggiatori soli o in gruppo, per le famiglie con bambini, un soggiorno in Trentino trasforma la vacanza in una piacevole avventura, con risvolti golosi. Imperdibile la sosta a Maso Franch a Giovo, dove è possibile gustare il Carpaccio di carne salada di Mucca Grigia Alpina fatta in casa con zucchine alla menta; deliziose specialità trentine si mangiano alla Trattoria Vecchia Sorni (0461 870541) dal fascino particolare, concludendo poi al ristorante Vecchia Segheria a Baselga di Pinè.

Ristorante Vecchia Segheria, foto Strada Vino Trentino Flickr

Per un soggiorno piacevole, all’insegna della perfetta ospitalità, il Maso Grener è un vero paradiso, con zona benessere (bagno turco, sauna), prodotti genuini (torte e marmellate fatte in casa), camere spaziose affacciate sui vigneti dell’agriturismo.

Per info. Strada del vino e dei sapori del Trentino ; Palazzo Roccabruna e Visit Trentino

Testo di Cinzia Dal Brolo |Riproduzione riservata © Latitudeslife.com

Caro lettore,

Latitudes è una testata indipendente, gratis e accessibile a tutti. Ogni giorno produciamo articoli e foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro.

Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto. E con lo stesso coraggio che ormai da 10 anni ci rende orgogliosi di quello facciamo. Grazie.