---

Slovenia, natura e leggende sul Lago di Bled

0
Slovenia, natura e leggende sul Lago di Bled

Ai piedi delle Alpi Giulie in Slovenia, in mezzo a un landscape modellato dai ghiacciai, si è formato un piccolo laghetto alpino con al centro l’unica isola slovena: il Lago di Bled, da secoli una località mondana che incanta con la bellezza della natura e le leggende del passato. Si può ammirarlo facendo un giro sulle carrozze dei fijakerji, i cocchieri tipici di Bled. L’isoletta, invece, si raggiunge con la tradizionale imbarcazione, la “pletna” che i barcaioli spingono a remi stando in piedi. Dopo l’ormeggio, i turisti possono salire i 99 gradini in pietra che portano alla Chiesa dell’Assunzione di Maria e ascoltare la storia della campana che , secondo la leggenda, fa avverare i desideri di chi la suona. Chi vuole può provarci. Si presume che la campana della chiesa, fusa nel XVI secolo, provenga direttamente dal Papa, che l’avrebbe donata alla chiesa dopo che la campana, fatta fondere da una vedova inconsolabile in memoria del marito, era finita in fondo al lago a causa di una tempesta. Pertanto Bled ha infatti più campane leggendarie: quella nella chiesa e quella che si trova sul fondo del lago. La leggenda della campana sommersa viene rievocata ogni anno durante uno speciale evento natalizio.  Si dice che la campana affondata, di tanto in tanto, si può ancora udire risuonare dal fondo del lago! Che sia ancora in queste acque è dimostrato dai sub che ogni anno, durante un evento particolare, la riportano in superficie. L’evento, che ricorda la leggenda della campana sommersa, si tiene nel giorno di Natale, il 25 dicembre. 

La pittoresca architettura del castello che risale all’anno Mille, la tipografia del maniero, la cantina e la galleria delle erbe sono un buon motivo per salire le scale del castello. Il castello sulla scogliera del lago offre bellissime vedute sul lago, sull’isola e sulle vette alpine dei dintorni. Per la sua bellezza è considerato una location per matrimoni tra i più belli in Europa e nel corso del tempo è stato anche sede di importanti incontri diplomatici e protocollari. In questo castello oltre alla pittoresca architettura, si possono visitare la raccolta del museo, la stamperia, nella quale è possibile scoprire i segreti della stampa manuale, la cantina, dove  il turista può riempiere una bottiglia di vino e sigillarla con la cera, la bottega del fabbro e il ristorante., dove sono serviti piatti da gourmet.  Nei mesi estivi vi si svolgono rappresentazioni in costume e gare di tiro con l’arco. Il castello è oggi adibito a spazio espositivo. Nei locali a fianco della cappella sono esposte le raccolte testimoniano la più antica storia di Bled, dai reperti archeologici più antichi in poi, seguendo le singole fasi di sviluppo storico e rappresentandole con gli arredi del tempo. Gli arredi non sono originali, ma sono significativi per illustrare lo stile dei singoli periodi storici, nei quali il castello di Bled è stato abitato. 

Info: www.slovenia.info

Testo di Graziella Leporati – Foto Ente Turismo Slovenia |Riproduzione riservata © Latitudeslife.com

Nessun Articolo da visualizzare