Girare l’Europa a costo zero: Interrail gratis per i neo diciottenni

La commissione europea ha annunciato che da quest’anno i neo diciottenni potranno ottenere gratuitamente un pass interrail. La decisione, con un piano economico di 12 milioni di euro, è volta a dare la possibilità ai giovani cittadini europei di venire realmente a contatto con le diverse culture dell’Unione e rafforzare il loro senso di identità comune. L’istruzione non riguarda solo quello che impariamo a scuola, ha dichiarato il Commissario europeo per l’istruzione e la cultura Tibor Navracsics, ma anche ciò che scopriamo sulle culture e le tradizioni dei nostri concittadini europei. 

Interrail permette già da anni di girare liberamente l’Europa con l’ausilio di un unico biglietto ed ha prezzo contenuto, avendo sempre un occhio di riguardo per i giovani europei. In alcune città, e persino possibile utilizzare il pass per muoversi liberamente con i mezzi pubblici. Le nuove tecnologie, inoltre, hanno reso questa esperienza ancora più fruttuosa: si sono moltiplicate le applicazioni ed i siti web che permettono di avere informazioni sui luoghi migliori da visitare, di prenotare gli hotel a prezzi più modici e, soprattutto, di controllare e prenotare in anticipo gli spostamenti.

La commissione ha calcolato che i fruitori di questa offerta, già da quest’anno, saranno fra i 20.000 ed i 30.000 giovani, indipendentemente dal loro titolo di studio e dalle loro condizioni economiche. La Commissione si impegna a promuovere questa opportunità in tempo utile e selezionare i futuri diciottenni, i quali, con ogni probabilità, potranno partire già da questa estate. Il mezzo di trasporto sarà principalmente il treno, ma la Commissione si impegna a tenere conto delle necessità dei singoli per permettere le migliori soluzioni di viaggio.

Testo di Costanza Bersani | Riproduzione riservata © Latitudeslife.com

Caro lettore,

Latitudes è una testata indipendente, gratis e accessibile a tutti. Ogni giorno produciamo articoli e foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro.

Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto. E con lo stesso coraggio che ormai da 10 anni ci rende orgogliosi di quello facciamo. Grazie.