GustaPorto a Civitanova Marche tutti i sapori dell’Adriatico

Bandiera blu, centro di scambi commerciali, fucina di tendenze. Civitanova Marche mantiene da sempre una solida tradizione peschereccia. Un concentrato di sapori unici da scoprire dall’1 al 9 giugno in occasione  di “GustaPorto”, uno degli appuntamenti più attesi del Grand Tour delle Marche.

“Li furbi co’ l’abbiti” è la pietanza più famosa della tradizione locale, un succulento piatto unico con polpi, bietole e polenta

Il porto della cittadina in provincia di Macerata si trasformerà in un vero e proprio “anfiteatro del mare” da vivere con tutti i sensi, fra spettacoli, intrattenimenti e degustazioni; al centro dell’evento i piatti tipici della cucina marinara civitanovese, insieme a proposte rielaborate dagli chef dell’Accademia di Tipicità ed ai vini dei colli circostanti. “Li furbi co’ l’abbiti” è la pietanza più famosa della tradizione locale, un succulento piatto unico con polpi, bietole e polenta che sarà protagonista dei menù che saranno proposti in oltre venti ristoranti della città; da non perdere, nei primi due week end di giugno, le “crociere gastronomiche”, dal porto al mare aperto, sulla rotta delle vigne nel mare, assaggiando delizie marinare. Molto ricco è il programma anche dal punto di vista dell’intrattenimento con il “jazz in banchina”, una lezione recitata dedicata al mito di Enea, un’esibizione fronte mare degli artisti di “Civitanova all’opera”, gli sketch dialettali con l’associazione culturale “Contemporanea 2.0” e il laboratorio creativo “l’Adriatico con le mie mani” dedicato ai più piccoli.

E sarà festa anche in Toscana, dove dal 30 maggio al 2 giugno il borgo di Montespertoli celebrerà il Chianti, il più prestigioso vino della zona vanto della regione in tutto il Mondo. Saranno presenti le migliori aziende del territorio, con i produttori che racconteranno ai visitatori tutti i segreti che si nascondono dietro le bottiglie. Anche quest’anno, oltre a convegni e degustazioni dedicate al prelibato nettare degli Dei e ai migliori prodotti tipici locali, la manifestazione prevede mostre, serate musicali, spettacoli di animazione e teatro di strada per grandi e piccini, la sfilata storica del Gruppo 900 inserita nell’elenco Regionale delle manifestazioni di rievocazione e ricostruzione storica della Toscana, il raduno di auto, moto e trattori d’epoca.

A Nepi, intanto, si vivranno i primi momenti del Palio dei Borgia tra dame, cavalieri, musici e arcieri. Nel fine settimana sono in programma l’offerta dei ceri e la benedizione del Palio il primo giugno, la visita guidata emozionale “Nepetis Mirabilia” del giorno successivo e le cene nelle taverne il 31 maggio, l’1 e il 2 giugno. Per chi volesse trascorrere qualche ora in più da queste parti, nella “città delle acque” in provincia di Viterbo meritano una visita l’imponente Rocca dei Borgia, il sontuoso Duomo con l’interno a 5 navate, l’acquedotto settecentesco e la piazza comunale con l’omonimo palazzo progettato da Antonio da Sangallo il Giovane.

Ancora nel Lazio, Civita Castellana proporrà un grande tour enogastronomico tra le delizie del Lazio e non solo, con l’ottava edizione della “Fiera Nazionale delle Sagre e della Pasta”. L’1 e il 2 giugno nello splendido centro della Tuscia Viterbese, dagli antipasti fino ai dolci, tantissime sagre sono pronte a deliziare i visitatori con le loro portate, tutte realizzate rigorosamente a mano secondo antiche ricette dei luoghi di provenienza. Dalla mattina alla sera, i visitatori potranno partire alla volta di un indimenticabile viaggio nel gusto a partire dalle specialità locali: i “frittelloni”, delle sfogliatine sottilissime condite con pecorino e pepe e le zuppe della Signora Ida; ci sarà poi spazio per la trippa e i fagioli de ‘zi Maria e per i prelibati gnocchi di patate proposti dalla Pro Loco di San Lorenzo Nuovo.

a cura di Fuoriporta  |Riproduzione riservata © Latitudeslife.com