Siviglia: 15 cose da fare e vedere in città

Adagiata sulle rive del fiume Guadalquivir, Siviglia è una delle città più affascinanti e visitate di Spagna. Il capoluogo dell’Andalusia sprizza allegria e vitalità in ogni suo angolo. Le strade, sui cui si affacciano edifici bassi, formano un gigantesco e variopinto labirinto, l’ideale per lunghe passeggiate naso all’insù. Le secolari tradizioni cattoliche ed islamiche si intrecciano in un connubio perfetto che ha dato i suoi frutti dal punto di vista sociale e architettonico e ha permesso lo sviluppo di una cultura ricca e varia. Siviglia è essa stessa un gioiello, simbolo di una Spagna autentica e senza tempo che avvolge con il calore accogliente del suo popolo e la sensualità della sua musica. Caratteristiche – queste – profondamente radicate nell’animo degli abitanti, che conservano e tramandano con passione viscerale le tradizioni per la loro terra. La città è una destinazione per qualsiasi periodo dell’anno. In estate, la vita sociale si concentra nei pressi del fiume Guadalquivir, attualmente unico porto fluviale del Paese. D’inverno invece i residenti si riuniscono nelle taverne e nei pub del centro per godersi qualche drink e le eccellenti specialità andaluse. È davvero impossibile resistere alla magia di questa città. Dalla famosissima Plaza de España alla complessa struttura dell’Alcazar, dal pittoresco quartiere Barrio de Santa Cruz ai suoi vicoletti nascosti dove fermarsi per assaporare le tapas o sorseggiare una cerveza. Ecco allora qui di seguito un elenco (non esaustivo) delle meraviglie assolutamente da non perdere a Siviglia, un percorso tra i suoi immensi tesori segnalati anche recentemente in un articolo a 15 tappe di Explore, il magazine redazionale di Expedia.

Cattedrale

La Cattedrale di Siviglia è una delle chiese cristiane più grandi al mondo, terzo edificio religioso dopo l’imponente basilica di San Pietro a Roma e la cattedrale di Saint Paul a Londra. Situato nel centro storico, questo luogo di culto è tra i siti più visitati della città. Al suo interno vi è una tomba che, tradizione vuole, sia quella dove riposano i resti mortali di Cristoforo Colombo, le cui spoglie sono al centro di un vero e proprio mistero.

Giralda

Una volta all’interno della Cattedrale, è d’obbligo una visita della Giralda, la torre campanaria moresca che fu eretta come minareto nel 1198. Per il suo grande valore storico ed architettonico, la struttura è inclusa nel Patrimonio mondiale dell’Umanità dell’Unesco.Per raggiungerla bisogna faticare non poco, salendo i 104 metri dell’edificio. Lo sforzo fatto sarà ricompensato dallo splendido panorama che si può ammirare da lassù, con la vista che spazia sui tetti della città.

Reales Alcazares

Questo sontuoso palazzo reale, in origine forte moresco, sorge nel centro storico a pochi passi dalla Cattedrale. L’edificio, che nel corso del tempo ha ospitato i re spagnoli, è stato eretto  con un mix di stili e culture, dall’islamico al rinascimentale fino al gotico. La struttura comprende dei grandi giardini con aranceti, fontane, padiglioni e sculture mentre tra gli interni non si può perdere l’elegante Palacio de Pedro I.

Torre dell’Oro

La Torre dell’Oro è un torrione moresco del XIII secolo che si affaccia sul Fiume Guadalquivir. La costruzione, eretta per proteggere il porto, è composta da un corpo principale formato da 12 lati. La parte superiore, invece,ha un piano a 6 lati. La torre venne costruita per ordine del Califfo degli Almohadi, la dinastia che regnava sul Maghreb e sulla Spagna islamica, Abu Ya’qub Yusuf II per controllare gli accessi alla città dal fiume. Oggi al suo interno è ospitato un piccolo ma interessante Museo navale.

Plaza De España

La piazza di Spagna di Siviglia, situata nel Parco di Maria Luisa, è una delle piazze più importanti della città e principale attrazione per i turisti per il suo valore storico ed architettonico. L’area, ampia 170 metri, fu costruita dal 1914 al 1928 ed inaugurata nel 1929 in occasione della Expo ibero-americana. La piazza rappresenta l’architettura andalusa ed è stata realizzata con ceramiche colorate e mattoni tipici della regione.

Casa de Pilatos

Il nome non è casuale. L’edificio, infatti, fu costruito per assomigliare alla casa di Ponzio Pilato a Gerusalemme.Il palazzo, situato nel centro storico di Siviglia,  risale al XV secolo e fu inizialmente concepito per mescolare gli stili rinascimentale italiano, da una parte, e il mudejar dall’altra. È visitabile tutti i giorni.

Quartiere di Triana

Sulla riva occidentale del fiume Guadalquivir, è un quartiere storico anticamente popolato da marinai, operai e ceramisti: nonostante il lento ed inesorabile scorrere del tempo, l’area è riuscita a mantenere intatte le caratteristiche e le atmosfere del passato. Si raggiunge attraversando il Puente de Isabel II.

Archivo de Indias

Questo edificio del XVI secolo è un insolito esempio italo-spagnolo di architettura rinascimentale. Questa sua particolarità ha conferito alla struttura un tale fascino che l’Unesco, nel 1987, lo ha inserito nel Patrimoni mondiale del’umanità. Oggi nell’Archivo de Indias ci sono circa 9 km di scaffali ben distribuiti in tutte le sale che custodiscono documenti relativi alla colonizzazione spagnola delle Americhe.

Basilica della Macarena

È una chiesa cattolica situata nel quartiere della Macarena. Costruito nel 1949, questo luogo di culto ospita un’immagine della Madonna fra le più importanti nel calendario delle processioni della Settimana Santa. La Vergine della Macarena, inoltre, è venerata dai toreri di Siviglia.

Las Setas di Siviglia

Si sale con un ascensore e si può passeggiare lungo il percorso, o bere un drink in terrazza. La struttura, il cui nome ufficiale è Metropol Parasol, è un edifico avveniristico a forma di pergola di legno e cemento sito nella centrale Plaza de la Encarnaciòn. L’edificio, lungo 150 metri e alto circa 26, è coronato da una terrazza e da un belvedere che offre una vista panoramica della città vecchia. La sua base ospita un mercato tradizionale e ristoranti al piano terra, una sala per spettacoli e il museo archeologico.

Parque de Maria Luisa

Concepito unitamente alla Plaza de España per l’Esposizione Ibero-americana del 1929, questo parco, uno dei più grandi di Siviglia, ospita il Museo delle Arti e Costumi Popolari, dove è esposta arte popolare andalusa, il Museo Archeologico con pezzi di epoca romana  il Palacio de San Telmo con i suoi giardini.

Mercado Lonja del Barranco

Gli appassionati di mercati e i buongustai di tutte le età non possono perdere una visita al Mercado Lonja del Barranco, inaugurato solo qualche anno fa all’interno della struttura progettata da Eiffel nel 1861. Più di 1200 metri quadrati di superficie e una ventina di esercizi commerciali che vendono prodotti per tutti i gusti come frittura di pesce, frutti di mare, stufati, insaccati, pollo arrosto, formaggi, sushi, pizza, carne, gelati,  vini e cocktail. In questo luogo estasiante per il palato si svolgono  spettacoli musicali e teatrali, mostre di arte e fotografia, conferenze, corsi, laboratori e dimostrazioni di cucina.

Quartiere Santa Cruz

Il Barrio de Santa Cruz è l’antico quartiere ebraico di Siviglia, fatto di vicoletti e piazzette nascoste. Qui si trova anche la Piazza Santa Cruz, da cui il nome, con una croce di ferro del 1692. Nel quartiere sorge la Casa de la Memoria de Al-Andalus, al cui interno si trova una collezione di oggetti della cultura ebraica. Famosa è la cosiddetta “strada del bacio” perché sembra che,tra una casa e l’altra, se ci si sporge,sia possibile baciarsi.

Mangiare le tapas

Non si può visitare Siviglia senza deliziare il proprio palato almeno una volta con le tapas, piatto tipico della cucina spagnola servito come aperitivo o antipasto ma perfetto anche per una deliziosa cena. Una tapa può essere fredda o calda e, in base ai gusti, a base di olive, formaggi, pesce, patate, insalata russa e carne. Un piatto perfetto per chi deve stare attento al portafoglio.

Cerveza che passione!

Il palato richiede ancora un saporito regalo? Se si è amanti della birra, ma anche se ci si vuole solo rinfrescare, ci si può sedere in uno dei numerosi bar di Siviglia e sorseggiare una cerveza. Gustosa, dissetante e poco costosa. Il modo migliore per iniziare una serata in allegria.

A cura di Redazione | Riproduzione riservata © Latitudeslife.com

Caro lettore,

Latitudes è una testata indipendente, gratis e accessibile a tutti. Ogni giorno produciamo articoli e foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro.

Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto. E con lo stesso coraggio che ormai da 10 anni ci rende orgogliosi di quello facciamo. Grazie.