Viaggio senza ansie: perché scegliere la giusta polizza

Il desiderio di viaggiare è insito nella natura umana: ci permette di lanciarci in nuove avventure, di vedere nuovi posti, di scoprire nuovi sapori, odori e culture. Tuttavia al contempo è importante sottoscrivere una buona assicurazione per il nostro viaggio. 

Foto di Free-Photos da Pixabay

Il viaggio è da sempre uno dei topos letterari più utilizzati nel corso dei secoli proprio per il suo essere una fonte di arricchimento. Esistono tipologie diverse di viaggio e di viaggiatori; così i viaggi lunghi o viaggi brevi, organizzati con largo anticipo o last minute; viaggi on the road, all’avventura oppure viaggi incentrati su un concetto chiave che funge da base per tutto il percorso.

Oltre a cambiare la tipologia di viaggio, cambiano gli stessi viaggiatori: alcuni prediligono la spensieratezza e il non essere legati a un programma prestabilito; altri preferiscono avere un’idea chiara e schematica di tutto quello che faranno e visiteranno. Non esiste un viaggio più giusto o bello dell’altro, tutto ruota intorno al viaggiatore e al suo modo di organizzarsi.

Viaggiare in sicurezza

Foto di Free-Photos da Pixabay

Qualunque sia la tipologia scelta, ciò che non deve mancare è la sicurezza. Decidere di sottoscrivere un’assicurazione è una scelta consapevole e permette di tutelarsi in caso di imprevisti.

In particolare, durante l’emergenza Covid, sono state diverse le compagnie assicurative che hanno previsto una copertura sanitaria anche in caso di positività al virus. A questo proposito è ad esempio possibile trovare la migliore assicurazione viaggi su Facile.it o su altri comparatori online, che permettono di confrontare le coperture assicurative più in linea con le tue esigenze.

Come scegliere l’assicurazione viaggi più conveniente

Foto di StockSnap da Pixabay

Nel momento in cui decidiamo di cercare la polizza viaggi più conveniente per le nostre esigenze dobbiamo valutare diversi aspetti.

Se si è viaggiatori abituali, è meglio optare per la stipula di una polizza valida per lo specifico viaggio o stipularne una annuale che permette di non dover tornare sulla questione di volta in volta ed essere assicurati in ognuno dei viaggi effettuati? La seconda opzione potrebbe essere molto vantaggiosa se si è sicuri di viaggiare più volte durante l’anno.

Se non si viaggia abitualmente o non si è interessati a una polizza annuale, bisogna considerare la durata e il tipo di viaggio, poi soffermarsi sulle specifiche. Scegliere una polizza completa riduce sicuramente le problematiche di cui il viaggiatore dovrà eventualmente interessarsi in caso di necessità. Un viaggio lungo e fuori dall’Europa necessiterà di un’organizzazione e di tutele sicuramente più approfondite.

Generalmente, le polizze classiche coprono in caso di annullamento del viaggio o di un qualsiasi problema sanitario durante lo stesso; questo permette all’interessato di ottenere il rimborso delle spese sostenute, l’assistenza in seguito ad ogni problematica relativa al bagaglio (furto o sparizione/perdita dello stesso), la copertura sanitaria e il rimborso delle spese mediche relativamente a visite, ospedalizzazione e l’acquisto medicinali. Soprattutto in un periodo di forte incertezza come quello che stiamo vivendo, sottoscrivere una polizza viaggio è una tutela non indifferente.

A cura di Redazione | Riproduzione riservata © Latitudeslife.com

 

Caro lettore,

Latitudes è una testata indipendente, gratis e accessibile a tutti. Ogni giorno produciamo articoli e foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro.

Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto. E con lo stesso coraggio che ormai da 10 anni ci rende orgogliosi di quello facciamo. Grazie.