Il turismo dei vaccini

Da quando sono iniziate le vaccinazioni anti-Covid, si è consolidata la percezione di un possibile ritorno alla normalità. Ancor di più nel mondo del viaggio: alcuni paesi hanno deciso di rendere disponibili i vaccini anche per i turisti provenienti dall’estero.

Foto di Frauke Riether da Pixabay.

Ripartire in sicurezza

Il settore del turismo è stato tra i più colpiti dalla pandemia. Sempre di più si sta parlando di una ripartenza e per questo motivo i diversi paesi stanno proponendo nuove strategie e modalità che permettano un ritorno alla normalità nella totale sicurezza.

Tra queste nuove strategie c’è la proposta di alcuni paesi, come Thailandia e Cuba, di offrire ai viaggiatori pacchetti turistici che includano anche la vaccinazione anti-Covid. Molte persone hanno addirittura sfruttato questo vantaggio per evitare i tempi di attesa nel proprio stato.

Foto di Markus Spiske da Pixabay

Il piano della Thailandia

La Thailandia, una delle industrie turistiche più efficienti del mondo, a causa della pandemia ha perso un enorme numero di visitatori: da ottobre a oggi solamente 346 persone sono state disposte a restare due settimane in quarantena forzata negli alberghi autorizzati.

Ayutthaya, Thailandia. Foto di Sasin Tipchai da Pixabay

Il paese ha annunciato di voler offrire il servizio di vaccinazione per i turisti proprio per stimolare una ripresa del settore. Nonostante l’ottimismo del consiglio del turismo, la riuscita del piano rimane dubbia in quanto la Thailandia non è ora in grado di produrre una quantità di dosi sufficienti.

Cuba: punture per tutti

Anche Cuba si sta preparando ad accogliere i visitatori che la sceglieranno come meta nel 2021. Lo stato è pronto ad entrare nella fase 3 della sperimentazione del vaccino anti-Covid, denominato Soberana 02. Le autorità hanno annunciato l’obbiettivo di produrre un totale di 100 mila dosi.

Foto di flunkey0 da Pixabay.

Oltre a garantire la vaccinazione per tutti gli abitanti dell’isola, le dosi sono riservate anche ai viaggiatori che vi si recheranno in vacanza. Gli ottimi risultati raggiunti dallo sviluppo del farmaco sembrano rappresentare delle ottime premesse per la riuscita della strategia.

Vacanze e iniezioni

Accade anche che il viaggiare divenga solamente un pretesto e lo scopo sia invece quello di ottenere la puntura anti-Covid. Sembra essersi diffusa la tendenza di recarsi in Florida, India o Emirati Arabi per saltare la fila nel proprio stato ed ottenere in breve tempo l’iniezione.

Foto di DoroT Schenk da Pixabay.

In questi paesi, molte agenzie di viaggio offrono ai ricchi turisti pacchetti all inclusive che accanto al soggiorno in albergo prevedono anche la possibilità di ottenere il vaccino tanto atteso. Un esempio è offerto dall’agenzia di lusso britannica Knightsbridge Circle che propone ai suoi clienti una vacanza di tre settimane a Dubai e due dosi del vaccino.

Testo di Giulia Riedo | Riproduzione riservata © Latitudeslife.com

Caro lettore,

Latitudes è una testata indipendente, gratis e accessibile a tutti. Ogni giorno produciamo articoli e foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro.

Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto. E con lo stesso coraggio che ormai da 10 anni ci rende orgogliosi di quello facciamo. Grazie.