Una crociera in barca a vela è adatta a tutti? Una piccola guida per decidere se scegliere una vacanza in barca a vela quando finalmente potremo riprendere a viaggiare.

vacanze-in-vela-lavezzi
Un bagno nelle acque di Lavezzi, in Corsica ©Sara Teghini

Nel 2020 moltissime persone hanno deciso di scegliere una vacanza in barca a vela per la prima volta: la motivazione principale è stata la garanzia di pochi contatti con la terra e con le altre persone, due caratteristiche essenziali in epoca di Covid.

Ma ci sono molti altri motivi per scegliere una vacanza in barca a vela anche quando l’emergenza sanitaria sarà passata, così come ci sono alcuni motivi per non sceglierla: è vero che una vacanza in barca è un viaggio adatto a molti, ma non proprio a tutti.

Questo articolo vuole essere una piccola guida per capire se una crociera in barca a vela potrebbe piacervi, quando finalmente potremo riprendere a viaggiare.

Cinque motivi per scegliere una vacanza in barca a vela

vacanze-in-vela
La barca a vela Freya in navigazione ©Sara Teghini

Per vivere il mare senza mediazioni

Niente borse da preparare, parcheggi da cercare, ombrelloni da prenotare: in barca a vela ci si tuffa in mare appena svegli, godendosi le impagabili nuotate nell’acqua piatta del mattino.

vacanze-in-vela
In rada alla Pelosa ©Sara Teghini

Certo, per fare questo bisogna dormire in rada e non in porto, e quindi è bene affidarsi a uno skipper (professionista o amico) che sappia il fatto suo.

Ma questo lo diamo per scontato … Non è mai bene affidarsi a non professionisti, qualunque cosa si stia facendo.

“Questo articolo vuole essere una piccola guida per capire se una crociera in barca a vela potrebbe piacervi

Per rilassarsi in maniera profonda

vacanze-in-vela-relax-a-bordo
Un momento di relax a bordo ©Sara Teghini

Durante una vacanza in barca a vela il relax è vero e profondo: la spiegazione che mi sono sempre data è che tutto è diverso da terra – i gesti, i movimenti, i ritmi – e quindi non cadiamo nei meccanismi di routine che ci fanno stare sull’attenti.

C’è anche il fatto che in qualche modo ci si abbandona a qualcun altro (il comandante), e quindi ci sentiamo completamenti sollevati dal dover decidere, scegliere, stare all’erta.

E infine si è immersi nell’acqua, elemento che, ormai è scientificamente provato, genera un rilassamento profondo e una sensazione di benessere (su scientificamente provato se volete verificare a questo link).

Per riscoprire una vita semplice

vacanze-in-vela
Un momento di navigazione rilassante ©Sara Teghini

La vita di bordo durante una vacanza in barca a vela è semplice e essenziale: ci servono pochi vestiti e niente scarpe, non c’è bisogno di truccarsi, agghindarsi, spesso neppure di pettinarsi (ci pensa il vento).

Riemergono i bisogni fondamentali – mangiare, dormire, navigare – e perdono di importanza, giorno dopo giorno, le cose di cui credevamo di aver bisogno per stare bene.

Per una vacanza sportiva o completamente rilassata

vacanze-in-vela-navigazione
Durante la navigazione ci possono essere momenti impegnativi in caso di mare e di vento sostenuti ©Sara Teghini

Si può scegliere una vacanza in barca a vela per fare una vacanza completamente rilassata, tra mare e sole, ma anche se si vuole una vacanza più sportiva e attiva.

A parte i vari sport in acqua, dal nuoto al SUP (stand up paddle), che ormai è onnipresente, il comandante, fatte salve le questioni di sicurezza, sarà di sicuro ben contento di farvi timonare, aiutare con le vele o con l’áncora, e poi in barca c’è sempre qualcosa da fare.

Per stare lontani dagli altri

vacanze-in-vela-isola-cavallo
La barca a vela Freya in rada a Cavallo, Corsica

Torniamo al punto di partenza, il motivo che ha spinto molti a scegliere una vacanza in barca a vela in epoca Covid: la lontananza da terra e dalle altre persone.

Questo è uno degli aspetti della vita di barca che gli appassionati preferiscono, e non cambierà quando sarà finita l’emergenza sanitaria, ve lo posso assicurare.

Si può sempre scegliere quanto restare distanti, però: molto in caso di spiagge affollate, poco quando si hanno vicini di ancora con cui fare chiacchiere piacevoli, per niente se sulla spiaggia vediamo un bar che ci ispira per l’aperitivo.

Tre motivi per non scegliere una vacanza in barca a vela

vacanze-in-vela
©Sara Teghini

Ci sono aspetti imprescindibili della vita in barca a vela che non vanno a genio a tutti.

La convivenza con altre persone e la condivisione di spazi limitati, a meno che non noleggiate una barca davvero grande, è condizione inevitabile a bordo. In realtà sono problemi facilmente superabili con poche regole ben chiare, ma se siete intolleranti alle piccole manie degli altri pensateci bene prima di scegliere una vacanza in barca a vela.

Altro aspetto che non tutti tollerano bene è la forte dipendenza dalle condizioni meteorologiche: i programmi possono cambiare spesso durante una vacanza in barca a vela, e non sempre si può andare esattamente dove volevamo. Se non siete un po’ flessibili rispetto ai programmi meglio restare in terra ferma.

C’è un ultimo motivo per non scegliere una vacanza in barca a vela: se siete amanti del mare e della vita libera, difficilmente riuscirete a fare un tipo di vacanza diversa dopo aver provato il senso di libertà che si prova navigando a vela.

Testo e foto di Sara Teghini | Riproduzione riservata © Latitudeslife.com

Caro lettore,

Latitudes è una testata indipendente, gratis e accessibile a tutti. Ogni giorno produciamo articoli e foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro.

Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto. E con lo stesso coraggio che ormai da 10 anni ci rende orgogliosi di quello facciamo. Grazie.