Covid-19, frontiere Usa ancora chiuse ai turisti

Negli Usa aumenta la preoccupazione la diffusione della variante Delta. L’allarme del virologo Anthony Fauci.

viaggi-usa-covid
Photo by Ehimetalor Akhere Unuabona on Unsplash

Nulla da fare. I cittadini europei che desiderano effettuare un viaggio per turismo negli Usa dovranno pazientare ancora. Le frontiere degli Stati Uniti, infatti, restano chiuse.

Forte è la preoccupazione per l’aumento dei casi dei contagi da Covid-19 legati alla variante Delta, più che triplicati nelle ultime settimane.

La Casa Bianca, per il momento, ha deciso di mantenere tutte le restrizioni sui viaggi non essenziali dai Paesi stranieri. I turisti che vorranno visitare, ad esempio, New York, andare al mare in Florida o California o esplorare i canyon dovranno modificare i loro piani.

Il piano saltato

La Casa Bianca ha più volte ribadito che un allentamento sarà deciso sulla base dei dati sanitari. Eppure solo un mese fa si era aperto uno spiraglio.

washington-casa-bianca
Washington, la Casa Bianca ©Lucio Rossi

L’amministrazione Biden aveva creato un gruppo di lavoro con l’Ue, il Regno Unito, il Canada e il Messico per individuare le possibili soluzioni su come e quando allentare i divieti. Poi tutto è cambiato a causa della crescita dei contagi.

Giorni fa Washington ha messo in guardia gli americani dal viaggiare nel Regno Unito, poi ha prorogato la stretta per chi viene da Canada e Messico, almeno fino al 21 agosto. Ora la stessa sorte è toccata all’Ue, al Giappone e alla Corea del Sud.

Il monito di Fauci

“La situazione negli Usa si mette male, stiamo vivendo una pandemia tra i non vaccinati, ci troviamo di fronte a due Americhe”, ha spiegato il virologo Anthony Fauci che ha puntato il dito con la metà di americani che ancora non ha ricevuto la prima dose.

La situazione appare complicata. Non è un caso, quindi, che lo scorso martedì i Centers for disease control (Cdc) hanno raccomandato anche alle persone completamente vaccinate di indossare nuovamente le mascherine in ambienti  chiusi quando si trovano in aree con tassi “sostanziali o elevati” di trasmissione di Covid-19.

Il ritorno delle mascherine negli Usa

mascherina-covid-stati-uniti-usa
Photo by Julian Wan on Unsplash

Come ricorda Condé Nast Traveller le nuove linee guida sulle mascherine riprendono le precedenti raccomandazioni dell’agenzia di Sanità pubblica che a maggio aveva dichiarato che non era necessario che le persone completamente vaccinate indossassero un dispositivo di protezione individuale in ambienti chiusi. Poi la virata a causa del diffondersi della variante Delta.

“Le informazioni sulla variante Delta provenienti da diversi stati e altri paesi indicano che in rare occasioni, alcune persone vaccinate infette dalla variante Delta possono essere contagiose e diffondere il virus ad altri”, ha affermato Rochelle Walensky, direttore del CDC, nel corso di una conferenza stampa.

Sempre Walensky ha anche sottolineato che sebbene le persone vaccinate siano in grado di diffondere la variante Delta, un gran numero di contagi negli Stati Uniti avviene ancora attraverso individui non vaccinati.

In base alle linee guida sulle mascherine, i viaggiatori completamente vaccinati che pianificano un viaggio nel Paese dovrebbero essere preparati a indossare una mascherina al chiuso. E ciò deve avvenire in città e Regioni frequentate dai turisti estivi come la California del sud, New York, New Orleans e destinazioni in tutto lo Stato della Florida.

Nello Utah, in Arizona e nel Nevada e nelle aree con statistiche di trasmissione simili, tutti i viaggiatori dovrebbero indossare le mascherine quando svolgono attività come visitare un museo o quando si trovano all’interno di aree come le hall degli hotel.

Durante la pandemia era obbligatorio indossare i dispositivi di protezione individuale se si usavano i mezzi di trasporto controllati dal governo federale e si saliva a bordo di aerei e treni. Tale regolamento, imposto dalla TSA, è destinato a durare almeno fino al 13 settembre.

Prima di muoversi i viaggiatori devono controllare le ultime linee guida e le restrizioni Covid-19 della località che si sta raggiungendo. Walensky ha ricordato che la mascherina “è importante nel caso, ad esempio, di un individuo vaccinato che potrebbe visitare un familiare immuno compromesso”.

Testo di Gabriele Laganà|Riproduzione riservata © Latitudeslife.com

Caro lettore,

Latitudes è una testata indipendente, gratis e accessibile a tutti. Ogni giorno produciamo articoli e foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro.

Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto. E con lo stesso coraggio che ormai da 10 anni ci rende orgogliosi di quello facciamo. Grazie.