Le migliori pizzerie italiane e del mondo

Al 50 Top Pizza World 2022 trionfo ex aequo per “I Masanielli” di Francesco Martucci a Caserta  e “Una Pizza Napoletana” di Anthony Mangieri a New York. Terzo posto per “Peppe Pizzeria” di Giuseppe Cutraro a Parigi a cui va anche il titolo di Pizza Maker of the Year. Le migliori pizzerie italiane migliori divise per regione.

Palazzo Reale di Napoli è stata la location d’eccezione, scelta per la presentazione della 50 Top Pizza World 2022, la classifica che raccoglie le 100 migliori pizzerie del mondo. Quaranta di queste sono italiane, venticinque di altri Paesi europei, quindici degli Stati Uniti d’America, altrettante dell’area Asia – Pacifico, quattro del Sud America e una dell’Africa.

Sul gradino più alto del podio la pizzeria casertana I Masanielli di Francesco Martucci e Una Pizza Napoletana di Anthony Mangieri, a New York, che sono state elette ex aequo le migliori pizzerie del mondo. Al terzo posto il locale parigino Peppe Pizzeria di Giuseppe Cutraro.

Nella top ten mondiale ben sette pizzerie italiane

Oltre a  “I Masanielli” di Francesco Martucci, nella top ten delle migliori pizzerie al mondo figurano altri sei locali italiani:  50 Kalò e 10 Diego Vitagliano Pizzeria, a Napoli, rispettivamente quarto e quinto, sesto posto per I Tigli, a San Bonifacio (Vr), settima la pizzeria Francesco & Salvatore Salvo, a Napoli, ottavo posto per Seu Pizza illuminati, a Roma, nono posto per La Notizia 94, a Napoli.

La classifica è stata stilata dalla guida on-line 50 Top Pizza

50 Top Pizza World 2022, la classifica delle migliori pizzerie del mondo, è stilata da 50 Top Pizza – guida online ideata e curata da Barbara Guerra, Albert Sapere e dal giornalista Luciano Pignataro – che seleziona in Italia e nel mondo le migliori pizzerie.

<<Questa classifica – hanno detto i curatori – è frutto del lavoro annuale degli ispettori che collaborano a questo progetto e che hanno esaminato un enorme numero di pizzerie dislocate in tutto il mondo, rispettando sempre la forma dell’anonimato così come da policy della guida. Una pubblicazione che nel suo insieme vede presenti tanti stili di pizza diversi, anche se ovviamente a farla da padrone è lo stile napoletano, classico e contemporaneo. Napoli su tutti, poi New York, Tokyo e San Paolo sono le grandi città della pizza nel mondo, in termini di qualità. Siamo particolarmente soddisfatti, perché questo giro del mondo della pizza ci ha davvero regalato grandi soddisfazioni”.

Come viene stilata la classifica

50 Top Pizza è la guida on line delle migliori pizzerie italiane e del mondo. Per l’individuazione delle pizzerie si ispira al concetto del buono in senso ampio e predilige chi punta ai prodotti di territorio e stagionali.

Gli ispettori, circa un migliaio divisi nei vari continenti, visitano le pizzerie in modo anonimo e le valutano sulla base di alcuni principi cardine: la bontà della pizza (lievitazione e materie prime), il servizio, l’ambiente, l’eventuale attesa, la carta del bere e la capacità di garantire il benessere del cliente in base ad una sua scelta alimentare consapevole.

Assegnati anche 10 Premi speciali

Nel corso della presentazione, sono stati assegnati anche i seguenti 10 Premi Speciali, che hanno messo in luce, pizzaioli e pizzerie che si sono distinti nel 2022.

Giuseppe Cutraro, di Peppe Pizzeria a Parigi, è il Pizza Maker of the Year – Ferrarelle Award;

Ciro Salvo di 50 Kalò, a Napoli e a Londra, si aggiudica Performance of the Year – Goeldlin Award, per essere l’unico ad avere due pizzerie presenti in classifica;

Tony Gemignani, di Tony’s Pizza Napoletana a San Francisco, si aggiudica Source of Inspiration – Latteria Sorrentina Award;

Alla pizzeria I Tigli, di Simone Padoan a San Bonifacio (Vr), va il Consistent Quality – Robo Award;

Fratelli Figurato, a Madrid, si aggiudica Made in Italy – Pastificio Di Martino Award;

48h Pizza e Gnocchi Bar, a Melbourne, si aggiudica il Best Wine Advocate – Prosecco DOC Award;

The Pizza Bar on 38th, di Tokyo, conquista il Best Customer Welcome 2022 – Solania Award;

Sartoria Panatieri, a Barcellona, si aggiudica il Best Format 2022 – Birrificio Fratelli Perrella Award;

A Ti Amo, Buenos Aires, va One to Watch – Mammafiore Award;

What the Crust, al Cairo, si aggiudica il Pioneer in Field Award 2022.

<<Con i premi speciali continuano i tre curatoriabbiamo voluto dare risalto ad alcuni pizzaioli e pizzerie che si sono messi in luce per il loro lavoro, ed è davvero bello vedere tutti e cinque i continenti rappresentati anche in questi premi>>.

Le 40 pizzerie italiane della top 100 divise per regione

Di seguito le 40 pizzerie italiane presenti nella classifica  di 50 Top Pizza World 2022, divise per regione e con il posto assegnato in graduatoria

Piemonte

44       Patrick Ricci – Terra, Grani, Esplorazioni – San Mauro Torinese (To)

Liguria

56       Officine del Cibo – Sarzana (Sp)

Lombardia

18       Dry Milano – Milano

38       Crosta – Milano

 42       La Cascina dei Sapori – Rezzato (Bs)

48       Denis – Milano

55       Enosteria Lipen – Triuggio (Mb)

Veneto

6         I Tigli – San Bonifacio (Vr)

Emilia Romagna

96       ‘O Fiore Mio – Faenza (Ra)

Toscana

33       ‘O Scugnizzo – Arezzo

41       Apogeo – Pietrasanta (Lu)

74       Il Vecchio e il Mare – Firenze

81       Giovanni Santarpia – Firenze

Abruzzo

84       Giangi Pizza e Ricerca – Arielli (Ch)

Lazio

8         Seu Pizza Illuminati – Roma

17       180g Pizzeria Romana – Roma

25       Qvinto – Roma

40       Pupillo Pura Pizza – Frosinone

60       Sbanco – Roma

93       Sant’Isidoro – Pizza & Bolle – Roma

Puglia

47       400 Gradi – Lecce

Campania

1         I Masanielli di Francesco Martucci – Caserta

4         50 Kalò – Napoli

5         10 Diego Vitagliano Pizzeria – Napoli

7         Francesco & Salvatore Salvo – Napoli

9         La Notizia 94 – Napoli

19       Cambia-Menti di Ciccio Vitiello – Caserta

22       I Masanielli di Sasà Martucci – Caserta

24       Le Grotticelle – Caggiano (Sa)

26       Pepe in Grani – Caiazzo (Ce)

29       Carlo Sammarco Pizzeria 2.0 – Frattamaggiore (Na)

49       Pizzeria Da Lioniello – Succivo (Ce)

75       Pizzeria Le Parùle – Ercolano (Na)

91       I Borboni Pizzeria – Pontecagnano Faiano (Sa)

Basilicata

72       Fandango – Potenza

Calabria

87       BOB Alchimia a Spicchi – Montepaone (Cz)

Sicilia

59       L’Orso – Messina

64       Frumento – Acireale (Ct)

66       La Braciera – Palermo

Sardegna

46       Pizzeria Panetteria Bosco – Tempio Pausania (Ss).

Testo di Tiziano Argazzi.  Riproduzione riservata ©Latitudeslife.com

Caro lettore,

Latitudes è una testata indipendente, gratis e accessibile a tutti. Ogni giorno produciamo articoli e foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro.

Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto. E con lo stesso coraggio che ormai da 10 anni ci rende orgogliosi di quello facciamo. Grazie.