Degustazioni “InCantina” alla Rocca di Dozza

Nel paesino adagiato fra Imola e Bologna, ogni week end si potrà pranzare con prodotti tipici del territorio in un nuovo spazio che unisce storia, vino e cucina.

dozza-rocca_di_dozza-fondazione
La Rocca di Dozza foto di:Fondazione Dozza Città d’Arte| – Fondazione Dozza Città d’Arte

C’è il “tagliere dell’enoteca” con piadina di Dozza, salumi del territorio, pancetta di Mora Romagnola e prosciutto di Parma DOP “Zuarina”. Oppure, per chi preferisce i formaggi, un’ampia selezione di quelli dell’Appennino con confettura di stagione e miele di Castel San Pietro Terme.

E poi ancora lasagne verdi alla bolognese, fonduta di formaggio con tartufo e crostini, ribollita di cavolo nero e, per concludere, squisiti dolci fra cui lo “scroccadenti” con Albana Passito.

Itinerari enogastronomici nel borgo dei murales

Dove siamo? In Emilia Romagna, a Dozza, borgo medievale fra i più belli d’Italia nonché balcone panoramico adagiato sui colli a due passi da Bologna.

Proprio qui, dove le case del centro storico raccontano arte grazie ai murales, c’è un percorso degustazione (oltre a quello dell’enoteca, lo chef propone anche il “gran tagliere della via Emilia”, con salumi e formaggi) ospitato all’interno della Rocca Sforzesca, nel nuovo spazio creato da Enoteca Regionale Emilia Romagna con la collaborazione di Dozza Calling Srl e CLAI.

Dal 1° ottobre, ogni sabato e domenica, nei locali di “InCantina – La Dispensa Malvezzi Campeggi” si può pranzare (24 i posti disponibili) con prodotti tipici e piatti della tradizione, abbinati a oltre mille etichette vinicole del territorio emiliano romagnolo.

In questa suggestiva cornice, che unisce sapientemente storia, vino e cucina, chiunque lo desideri può immergersi nei sapori e profumi più autentici di una realtà territoriale unica, fatta di cultura e tradizioni locali.

Quattro chiacchiere con i vignaioli

La Rocca Sforzesca sarà dunque la suggestiva location per incontrare i produttori delle eccellenze enologiche dell’Emilia Romagna, in compagnia dei quali scoprirne storia e curiosità, per poi dedicarsi agli assaggi di specialità gastronomiche (con proposte anche vegetariane e vegan) e a momenti di approfondimento, con esperti del mestiere, sul rapporto fra cibo-vino e il tema della sostenibilità ambientale nell’ambito delle produzioni vitivinicole.

Un percorso realizzato per promuovere il territorio e attirare a Dozza un numero ancora maggiore di visitatori e buongustai. “Un ritorno al sano passato, al buono e alle tradizioni in un contesto di grande atmosfera come la Rocca – commenta Davide Arcangeli (Dozza Calling Srl) – Un luogo improntato al bello, di cui abbiamo curato i minimi dettagli, in cui godere del piacere dello stare insieme assaporando piatti ispirati alla stagionalità e al km zero, sorseggiando ottimi vini”.

Non per niente l’Emilia Romagna è la regione italiana che vanta il maggior numero prodotti enogastronomici a marchio DOP e IGP. “Con questo progetto vogliamo valorizzare la sostenibilità da ogni suo punto di vista: non solo ambientale, sociale e culturale ma anche produttiva attraverso un itinerario di degustazione, che al tempo stesso ben si abbina alla (ri)scoperta del borgo e dei suoi gioielli architettonici” – spiega Davide Frascari (Enoteca Regionale Emilia Romagna).

Arte e buon cibo, Dozza è servita

Menù, quelli proposti da “InCantina”, che raccontano la cultura gastronomica del territorio e il dietro le quinte di tanti prodotti vinicoli grazie a importanti sinergie instaurate fra differenti realtà, come sottolinea Luca Albertazzi, sindaco dozzese: “La mole di attrattive turistiche del nostro borgo non ha precedenti. La Rocca è il cuore e il simbolo di Dozza e poterla adibire anche a luogo per degustazioni di prodotti tipici, dopo aver passeggiato fra le viuzze di un paese che è un’autentica galleria a cielo aperto, era un’occasione da non perdere assolutamente”.

E se dopo aver assaggiato un formaggio dell’Appennino, abbinato a un calice di vino della cantina ospite del week end, si desidera prolungare la permanenza a Dozza, a pochi passi dalla Rocca Sforzesca c’è la Locanda Dolcevita con le sue camere dedicate al cinema felliniano.

Per informazioni: InCantina – La Dispensa Malvezzi Campeggi, P.zza Rocca Sforzesca, T. 0542 367700 info@enotecaemiliaromagna.it

Testo di Sonja Vietto Ramus|Riproduzione riservata © Latitudeslife.com

Caro lettore,

Latitudes è una testata indipendente, gratis e accessibile a tutti. Ogni giorno produciamo articoli e foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro.

Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto. E con lo stesso coraggio che ormai da 10 anni ci rende orgogliosi di quello facciamo. Grazie.