Torino, il Cioccolato della Piazza celebra le grandi donne

Torino, scrigno di proverbiali raffinatezze gastronomiche, non cessa di stupire. Percorrendo nuove strade pur mantenendo un saldo legame con la sua storia. Parliamo di cioccolato di qualità, tradizione sabauda che i gianduiotti hanno reso famosa in tutto il mondo, ma rivisitata con abbinamenti sorprendenti. È una delle iniziative di Piazza dei Mestieri, luogo cult della città.

Nel quartiere San Donato un polo nella grande tradizione di Torino

La Piazza dei Mestieri è un luogo vivo in cui si forma, si produce, si vende, coinvolgendo tanti giovani. E si socializza.[courtesy Piazza dei Mestieri]

Le feste sono un’ottima occasione per conoscere il Cioccolato della Piazza e tutto ciò che lo circonda. C’è il nuovo packaging dedicato a grandi donne del passato e del presente, e l’ausilio dell’intelligenza artificiale nella creazione grafica e d’immagine. E c’è l’impegno sociale ed educativo che nasce dalla tradizione dei santi sociali e arriva fino a Piazza dei Mestieri. Un isolato nel quartiere San Donato a Torino dedicato alla formazione, al lavoro ma, soprattutto, ai giovani. 

Tutto ha origine nel 2004, sulle ceneri della conceria di Domenico Fiorio, che fu uno dei centri più importanti dell’attività clandestina del CLN piemontese. Piazza dei Mestieri è un luogo unico, dove ogni anno centinaia di giovani che arrivano da condizioni di fragilità vengono formati da affermati artigiani e professionisti. La scuola convive con attività produttive, dove gli allievi fanno il loro apprendistato. Attività aperte al pubblico: il ristorante dello chef Maurizio Camilli, il birrificio artigianale, il forno, la tipografia, lo studio grafico e, naturalmente, la cioccolateria.

Laboratorio di panificazione nella scuola di Piazza dei Mestieri, sotto la guida di artigiani affermati. [courtesy Piazza dei Mestieri]

La corte di via Jacopo Durandi è un luogo vivo, pieno di giovani studenti, frequentato dalle persone del quartiere, con un fitto calendario di eventi e sempre pieno anche di sera. Alla piazza “originaria” di Torino si sono da poco affiancate anche quelle di Milano e Catania, sposando la stessa idea.

È in questo particolare contesto che nasce la nuova collezione di praline della chef chocolatier Marina Minniti, anima del laboratorio del Cioccolato della Piazza. Linea classica, linea exotic e linea noir sono unite dalle forme geometriche dei cioccolatini. Mentre al palato si sentiranno tutte le sfumature particolari degli abbinamenti, che comprendono cremini alla liquerizia, al vin brulé e alla menta araba (con il cioccolato bianco), granella di curry, cocco e macadamia, noce australiana.

Accanto alla qualità delle praline, caratterizzate da forme originali, la cura delle confezioni. [courtesy Piazza dei Mestieri]

La precisione minimalista delle praline si affianca alla cura delle confezioni che ha sempre caratterizzato la proposta di Piazza dei Mestieri. Come nel caso del progetto CioccolArt: alcuni dei simboli più amati di Torino sono stati la fonte di ispirazione per l’ideazione del packaging dei prodotti, interpretati in una chiave visuale e artistica inedita.

Ampliando gli orizzonti, le nuove confezioni d’autore sono dedicate a 19 donne che hanno cambiato il mondo. Da Giovanna d’Arco a Hannah Arendt, da Rosa Parks a Marie Curie, dalla suffragetta Emmeline Pankhurst alla stilista Coco Chanel. Passando per personaggi meno conosciuti come Song Qingling e Raicho Hiratsuka, pioniere del femminismo in Cina e Giappone. O Wangari Maathai, prima donna africana a ricevere il Nobel per la pace, e la poetessa ucraina Lesya Ukrainka.

Le confezioni d’autore dei prodotti di Cioccolato della Piazza, dedicate a grandi donne. [courtesy Piazza dei Mestieri]

Quattro le donne italiane. Due del passato, Maria Montessori e Alda Merini, e due contemporanee: l’astronauta Samantha Cristoforetti e la fisica Fabiola Gianotti. Caratteristica innovativa è la modalità di creazione grafica del packaging. Elaborata dal laboratorio creativo della Piazza dei Mestieri nell’ambito del progetto IumArt, con l’ausilio di strumenti di intelligenza artificiale generativa. 

“Abbiamo scelto di dedicare a un volto femminile ogni confezione della nuova gamma di cioccolato artigianale – spiega Pietro Casaluci, graphic designer e responsabile immagine della Piazza dei Mestieri – Crediamo nel potere e nella forza comunicativa delle donne e vogliamo celebrarne l’unicità e la bellezza non solo esteriore. Con questa collezione desideriamo invitarvi a riflettere sul ruolo cruciale che le donne hanno nella nostra società e a riconoscere che con la loro passione, tenacia e resilienza sono capaci di ispirare e cambiare il mondo. Le nuove confezioni, già disponibili nella bottega di Piazza dei Mestieri e on line sul sito www.cioccolatodellapiazza.it, sono anche un’ottima idea per i regali di Natale”.

Piazza dei mestieri

Testo a cura di Teresa Scacchi|Riproduzione riservata ©Latitudeslife.com

STYLE CSS VIDEO