Aspettando Carolina

Hanno preso il via il 12 febbraio scorso le Olimpiadi invernali tra le montagne di Vancouver. Per ora i nostri atleti non hanno frequentato molto il podio: ad oggi siamo a quota 3 bronzi e 1 argento, ma il riscatto per il rush finale è affidato all’abilità della Kostner. Intanto la città canadese dichiarata dall’Economist,  la più vivibile al mondo, mostra  il suo lato più vivace in occasione dell’evento sportivo mondiale che si concluderà il 28 febbraio , quando il testimone passerà a Sochi per il 2014.

Da sempre è considerata una città dal cuore pulsante, la vicinanza con la “grunge” Seattle si fa sentire, così come anche i trent’anni di scambi culturali ed economici con il mondo asiatico. La Cina poi è molto presente  tanto che è stato ribattezzata Hongcouver.

Per molti altri è conosciuta per la fiorente attività di set cinematografico, che spesso ne trasforma l’aspetto. Una delle ultime produzioni famose  nel mondo è Twilight .

Ma il “circo” olimpico è arrivato ed è stato ospitato nelle nuove opere  tutte  realizzate rigorasamente seguendo criteri  di eco-compatibilità e la città ha cambiato volto regalando ancora più occasioni d’incontro e svago: tanti i ristoranti etnici , molti dei quali ispirati alla cucina degli indiani di america, gallerie e mostre, concerti.

Per informazioni: www.vancouver.ca

Voli da Roma a Vancouver a € 699 tasse incluse con Air Transat, www.airtransat.it

Caro lettore,

Latitudes è una testata indipendente, gratis e accessibile a tutti. Ogni giorno produciamo articoli e foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro.

Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto. E con lo stesso coraggio che ormai da 10 anni ci rende orgogliosi di quello facciamo. Grazie.