Firenze metafisica

Firenze, la città culla d’arte e architettura vista dall’obiettivo del fotografo, Augusto de Luca che ne esalta la visione metafisica e raccontata dalle parole di grandi scrittori, musicisti e registi che nel corso dei secoli sono rimasti affascinati dalla città.

©Foto di Augusto de Luca

Dante

Godi, Fiorenza, poi che se’ sì grande, che per mare e per terra batti l’ali, e per lo ‘nferno tuo nome si spande! Tra li ladron trovai cinque cotali tuoi cittadini onde mi ven vergogna, e tu in grande orranza non ne sali. (Dante Alighieri)

©Foto di Augusto de Luca

Flaiano

Molti muoiono a Firenze, non avendo potuto nascerci. (Ennio Flaiano)

©Foto di Augusto de Luca

Shelley

Raramente ho visto una città così bella al suo primo apparire come Firenze. (Percy Bysshe Shelley)

©Foto di Augusto de Luca

Proust

A Firenze pensavo come a una città miracolosamente profumata e simile a una corolla, perché la chiamavano la città dei gigli, e la sua biondeggiante, corona con una torre di burro. (Marcel Proust)

©Foto di Augusto de Luca

Čajkovskij

Tra tutte le città straniere, Firenze è divenuta certo quella che io preferisco. Più ci vivi e più ti accorgi di amarla. Vi è qualcosa di accogliente da farmi sentire a casa mia.(Pëtr Il’ič Čajkovskij)

©Foto di Augusto de Luca

Dostoevskij

Firenze è bella, ma molto umida. Ma le rose fioriscono ancora nel giardino di Boboli all’aria aperta. E quali tesori nelle gallerie! Dio mio, guardai la Madonna della Seggiola nel ’63; la guardai una settimana e soltanto ora l’ho vista. Ma oltre ad essa quanto ancora di divino. (Fëdor Dostoevskij)

©Foto di Augusto de Luca

Zeffirelli

Quando sento che mi prende la depressione, torno a Firenze a guardare la cupola del Brunelleschi: se il genio dell’uomo è arrivato a tanto, allora anche io posso e devo provare a creare, agire, vivere.(Franco Zeffirelli)

©Foto di Augusto de Luca

Taine

Gli storici antichi chiamano Firenze «la nobile città, la figlia di Roma». Pare che tetraggine del medioevo l’abbia appena sfiorata; Firenze è una pagana elegante, che, non appena si è sentita in grado di pensare, si è dichiarata, timidamente, prima, e apertamente, in seguito, elegante e pagana. (Hippolyte Taine)

©Foto di Augusto de Luca

A cura di Redazione | Riproduzione riservata © Latitudeslife.com | ©Foto di Augusto de Luca

Augusto De Luca

Augusto De Luca, (Napoli, 1 luglio 1955) è un fotografo e performer. Ha ritratto molti personaggi celebri.Studi classici, laureato in giurisprudenza. E’ diventato fotografo professionista nella metà degli anni ’70. Si è dedicato alla fotografia tradizionale e alla sperimentazione utilizzando diversi materiali fotografici . Il suo stile è caratterizzato da un’attenzione particolare per le inquadrature e per le minime unità espressive dell’oggetto inquadrato. Immagini di netto realismo sono affiancate da altre nelle quali forme e segni correlandosi ricordano la lezione della metafisica.

E’ conosciuto a livello internazionale, ha esposto in molte gallerie italiane ed estere. Le sue fotografie compaiono in collezioni pubbliche e private come quelle della International Polaroid Collection (USA), della Biblioteca Nazionale di Parigi, dell’Archivio Fotografico Comunale di Roma, della Galleria Nazionale delle Arti Estetiche della Cina (Pechino), del Museo de la Photographie di Charleroi (Belgio).

STYLE CSS VIDEO