Il Southwest, the american far west

di Elena Brunello

La terra come ai tempi della preistoria, la natura sfolgorante e violenta del principio: il southwest. Terra di canyon, rocce rosse infuocate, laghi salati, deserti di sale e cactus giganteschi. Un viaggio nel cuore dell’America più vera.

Il comico americano George Carlin diceva che il sogno americano è chiamato tale perchè “bisogna essere addormentati” per vederlo. Questa grande visione che è il Great American Dream trova la sua dimensione onirica negli stati del soutwest, nei paesaggi surreali di Utah, Arizona, New Mexico e Nevada. Uno spettacolo che toglie il fiato per la bellezza degli enormi cactus saguaro, i laghi, le gole infuocate del Grand Canyon, la crosta di sale scintillante del Salt Lake, i colori fluorescenti di Zabriskie Point. Un paesaggio dove Natura e spiritualità si fondono e dove i contorni di una sfuocano nel copro dell’altra. Incisioni rupestri, città minerarie, antiche missioni spagnole dai muri sgretolati, comunità di hippies new age e centri di avanguardia tecnologia. Un viaggio nel southwest è un viaggio nell’America più vera, quella di Billy the Kid e del rodeo. Quella dell’America dei Four Corners, cuore del sud-ovest degli USA.

Decine di parchi, circa cinquanta, preservano il maestoso e meraviglioso territorio del southwest americano. D’inverno svettano i pinnacoli innevati del Bryce Canyon, mentre d’estate arde la crosta di sale del Salt Lake in Utah. Un labirinto di roccia rossa, come quella della Petrified Forest, della Monument Valley o degli Arches National Park, mentre i deserti si tingono di colori sfolgoranti come le lame affilate di Zabrieskie Point o le striature del Painted Desert. All’orizzonte si stagliano i giganteschi cactus saguaro, all’interno del Deserto di Sonora in Arizona. I fiumi scorrono ora cristallini ora torbidi i impetuosi attraverso le gole e i canyon di Zion e del Grand Canyon.

La maggior parte della popolazione del southwest vive nella grandi città, come Las Vegas, la città del gioco d’azzardo, Salt Lake City, la città delle corse di velocità per macchine e dei mormoni, e poi ancora a Phoenix, ad Albuquerque, a Tucson, Santa Fe e a Reno. Oggi Utah, Nevada, Arizona e New Mexico sono un misto di cultura spagnola, americane e nativa, quella degli idiani Navajo, degli Hopi e dei Pueblo. Durante la Seconda Guerra Mondiale questo fu il luogo dove vennero sperimentati i primi tentativi atomici, con il progetto Manhattan di Los Alamos. Nel XXI secolo il southwest ha ripreso ad investire moltissimo nella ricerca scientifica e spirituale. E’ qui che si trova Biosphere 2, una struttura progettata per studiare una possibile colonizzazione spaziale da parte dell’Uomo. E’ qui che gli scienziati lavorano a Genoma, un progetto incredibile per mappare la genetica dell’Umanità. E’ qui che i seguaci del movimento new-age si ritrovano a Sedona, dove i vortici di energie incanalano la spiritualità di angoli lontani del mondo. E infine è qui, in Arizona, che viene costruito uno dei più affascinananti progetti architettonici del nostro secolo: Arcosanti, una città a misura d’uomo progettata dall’architetto e filosofo visionario italiano Paolo Soleri. ? eb

Foto Web | Riproduzione riservata © Latitudeslife.com

Caro lettore,

Latitudes è una testata indipendente, gratis e accessibile a tutti. Ogni giorno produciamo articoli e foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro.

Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto. E con lo stesso coraggio che ormai da 10 anni ci rende orgogliosi di quello facciamo. Grazie.