Alsazia, 9 aggettivi per descriverla e scoprirla

Alsazia, maestosa e accogliente regione della Francia, ricca di foreste e castelli, ha saputo conservare la sua storia e le sue tradizioni, riuscendo però ad essere anche di tendenza. Ecco 9 aggettivi che descrivono e permettono di scoprire l’Alsazia.

Stupefacente

Dal 1720 la famiglia Cattin è una delle più grandi case vinicole alsaziane che lavora il proprio vigneto, arrivato oggi alla 13° generazione. Una cantina di oltre 3.000 m2 che si può visitare attraverso una visita guidata della proprietà. Ad affascinare i visitatori è soprattutto il rooftop con una vista a 360° sui vigneti. La cantina offre anche laboratori di degustazione a tema.

Squisita

Puntualmente celebrata all’interno della nota guida Michelin, la cucina alsaziana è ricca di sapori e vanta non meno di 30 chef stellati. Tra i tanti riconosciuti chef, Marc Haeberlin, con il suo ristorante Auberge de l’Ill a Illhaeusern, vanta una lunga tradizione familiare. È infatti da più di mezzo secolo che fa onore alle sue tre stelle con le stesse ricette di sempre, ma che anno dopo anno continuano ad essere esaltate da ogni discendente.

Prodigiosa  

Sélestat è un luogo unico che conserva la biblioteca della scuola latina, una delle più famose del Sacro Romano Impero Germanico, e la biblioteca del saggio Beatus Rhenanus, inserita nel 2011 nel Patrimonio dell’UNESCO. È in corso oggi la ristrutturazione dell’edificio che ne rivalorizzerà l’aspetto monumentale. Con l’inaugurazione prevista per giugno 2018, la biblioteca sarà un viaggio nel cuore dei libri e nel pensiero umanista.

Unica

Unica, innovativa e di tendenza, lungo la Strada dei Vini d’Alsazia il Parc Hotel Obernai è pronto a rinnovarsi con un grande progetto atteso per il 2018-2019. L’hotel diventerà così uno dei pochi in Francia ad offrire due Spa. Il progetto è teso a realizzare una Spa di design, curata in ogni dettaglio che avrà tutti i comfort, gli spazi e le attività desiderabili. Verranno inoltre realizzate 5 suite Spa dedicate al benessere.

Commemorativa

Il 3 agosto 2017 è stato aperto sull’Hartmannswillerkopf un Historial, un Centro storico franco-tedesco della Grande Guerra, in memoria dei 30.000 soldati morti nel Massiccio dei Vosgi durante la Prima Guerra Mondiale. In particolare il massiccio dell’Hartmannswillerkopf è stato teatro di sanguinosi scontri, ed è stato classificato nel 1921 monumento storico. Diviso in cinque spazi, l’Historial è un simbolo di pace e fratellanza e un percorso di memoria su una degli eventi più drammatici e importanti dell’Europa.

Audace

L’Alsazia è audace perché sa unire tradizione e modernità. Infatti la Cappella Sainte-Catherine della Cattedrale Notre Dame di Strasburgo, simbolo architettonico e religioso facente parte del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO dal 1988, ospiterà un’opera d’arte contemporanea. Si tratta di una nuova vetrata rappresentate il viso di Cristo.

Esaltante

Per vivere davvero l’Alsazia non si può non fare la Strada dei Vini e perdersi nelle affascinanti via dei piccoli villaggi sparsi per la regione. Da provare anche una visita ai viticoltori-produttori alsaziani per cogliere l’anima e assaporare con consapevolezza i vini della regione. Le tante cantine vinicole del territorio si prestano alla perfezione a questo scopo organizzando degustazioni, animazioni ludiche, casinò del vino e quiz sugli aromi.

Epicurea  

All’interno dell’incantevole cornice del piccolo villaggio Colroy-la Roche, l’Hostellerie La Cheneaudière & Spa offre una qualità d’eccellenza. Questa struttura raffinata e di charme è completamente immersa nella natura. L’hotel, che ha aggiunto quest’anno la sua quinta stella,  offre ai suoi clienti la Spa che ha ottenuto il premio come “Miglior Spa d’Hotel d’Europa”.

Grandiosa

L’Alsazia celebra il Natale in grande stile, infatti dal 24 Novembre al 30 dicembre, ogni città e villaggio apre i suoi mercatini natalizi, ognuno con le proprie caratteristiche e tradizioni. Famoso in tutto il mondo è ad esempio quello di Strasburgo. Da provare sono anche i classici concerti di Noëlies, i cori natalizi, le veglie e gli spettacoli notturni.

Info su France.fr

Testo di Chiara Dalla Fontana |Riproduzione riservata © Latitudeslife.com

Caro lettore,

Latitudes è una testata indipendente, gratis e accessibile a tutti. Ogni giorno produciamo articoli e foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro.

Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto. E con lo stesso coraggio che ormai da 10 anni ci rende orgogliosi di quello facciamo. Grazie.