Una vacanza nelle case degli scrittori

Line Spacing+- AFont Size+- Print This Article

I bibliofili saranno interessati: il motore di ricerca per case vacanze Holidu ha stilato un elenco di dieci bellissime case degli scrittori. Strutture legate ad alcuni tra i più celebri autori e che sono prenotabili, a prezzi accessibili, da tutti gli amanti della lettura. Si va alla scoperta dei luoghi e delle case nei quali alcuni tra gli scrittori più famosi hanno soggiornato o hanno realizzato alcuni dei loro grandi capolavori.

Giuseppe Tomasi Di Lampedusa: Palermo, Italia (“Il Gattopardo”)

Il famoso e nobile scrittore Giuseppe Tomasi Di Lampedusa nacque in questo palazzo, oggi restaurato con cura, situato nel pieno centro storico di Palermo. Molto probabilmente “Il Gattopardo”, uno dei sei più importanti romanzi, conosciuto a livello mondiale, è stato scritto proprio fra queste mura in quanto l’autore, fin da giovanissimo, era dedito alla vita solitaria e alla lettura. L’appartamento è circondato dai più bei teatri e musei di Palermo ed è perfetto anche per quanti desiderano leggere in un’atmosfera di tranquillità coccolati dal suono del mare che si trova a soli 400 metri. La struttura è prenotabile su HomeAway tramite Holidu.

Roald Dahl: Tenby, Regno Unito (“Charlie e la fabbrica di cioccolato”)

 

In questa accogliente cabina a Tenby, in Galles, l’autore britannico trascorreva il tempo con la sua famiglia. Fin da piccolo la madre norvegese lo ha influenzato con fiabe nordiche e racconti di miti su streghe e troll.

Forse è proprio per questo che il suo umorismo è stato contraddistinto da una vena dark con il suo stile di scrittura fatto da situazioni inaspettate e grottesche; ciò lo si può notare in romanzi come “Charlie e la fabbrica di cioccolato” e “Matilda”.

La casa vacanza si trova nella più grande città del Regno Unito all’interno di un parco nazionale, con ben 4 km di spiagge bianche. Vicino Tenby si trova l’isola di Caldey; questa piccola e suggestiva isola sacra è abitata da monaci cistercensi ed offre il panorama perfetto per godere della compagnia di un buon libro.

 

Ian Fleming: Londra, Regno Unito (“James Bond”)

 

I lettori che amano l’azione e gli appassionati di James Bond potranno godere di un soggiorno al Dukes di Londra, una struttura classica e lussuosa che offre un’atmosfera tipicamente britannica. Gli ospiti potranno passare la propria serata al famoso bar Dukes;  in questo luogo lo scrittore ha inventato il famoso motto “agitato, non mescolato” che ancora oggi è presente in tutti i libri e film di James Bond. Per sentirsi un po’ come l’agente segreto, il bar offre il suo drink: il Vesper Martini, noto anche come Vodka Martini, proprio in onore di Fleming.

Da non perdere una visita alla British Library, la biblioteca più libri catalogati al mondo, o vedere un’opera al Globe Theatre. Questo appartamento al Dukes può ospitare quattro persone e offre un’ottima posizione per iniziare un tour di Londra.

 

Mary Shelley: Snowdonia, Regno Unito (“Frankenstein”)

 

L’elegante casa di campagna era l’appartamento vacanze della famosa scrittrice inglese e di suo marito, il poeta Percy Shelley. La  struttura è protagonista di una curiosa leggenda che si tramanda da più di due secoli: una notte, Percy infastidì così tanto i vicini, che, si racconta, gli spararono da una finestra. La coppia di autori decise di andare via e non tornare mai più in Galles. Per qualche tempo i due trovarono la propria tranquillità in questa villa grazie, probabilmente, anche ai paesaggi incantevoli del parco nazionale di Gwynedd.

Gustave Flaubert: Pont-l’Évêque, Francia (“Madame Bovary”)

Questa confortevole casa vacanza di 80 ettari sorge sulle rive di un lago ed è stata l’antica dimora dell’autore naturalista francese Gustave Flaubert, conosciuto soprattutto per il suo capolavoro a livello mondiale “Madame Bovary”.

I paesaggi in cui è immersa la struttura di sicuro avrà giocato un ruolo importante nella vita dello scrittore tanto da poterlo aver ispirato a realizzare le sue opere.

Chi avesse tempo per girare nei dintorni potrà recarsi al Parco Naturale della Normandia e arrivare fino a Rouen, città natale dello scrittore, dove è situato il museo a lui dedicato.

Scott Fitzgerald: Nizza, Francia (“Il grande Gatsby”)

Fitzgerald adorava la costa francese e aveva deciso, con la sua famiglia, di trasferirsi in Francia per trovare un posto più economico degli Stati Uniti in cui vivere. Durante i suoi soggiorni, decise di fermarsi a Nizza presso il Negresco, un apart-hotel dallo stile classico.

Oggi si può alloggiare in questa struttura senza spendere una fortuna avendo, allo stesso tempo, la sensazione di pernottare in un ambiente di lusso. Alla fine degli anni ‘20 lo scrittore ha partecipato ad un sacco di feste esagerate, che lo avranno sicuramente influenzato per il suo famoso romanzo “Il grande Gatsby”.Girovagando nella hall e nella riviera, i viaggiatori possono provare sensazioni dello splendore proprio di quel periodo.

Níkos Kazantzákis: West Mani, Grecia (“Alexis Sorbas”)  

In questa affascinante casa con vista sul mare del tardo 19esimo secolo visse tra il 1917 e il 1918 il famoso autore, originario di Creta, Níkos Kazantzákis. È proprio qui che ha avuto luogo la storia originale del suo famoso libro “Alexis Sorbas”. La trama è in parte ispirata alla sua vita e racconta di un giovane che lavora in una miniera.

Infatti la miniera dove lavorava nella vita reale lo scrittore si trova a pochi chilometri dalla villa. Anche la spiaggia, dove ha luogo la famosa scena di Sirtaki del film con Anthony Quinn, si trova nelle vicinanze.

La struttura offre un’atmosfera accogliente e intima ed è ideale per rilassarsi e leggere un bel libro; può ospitare fino a sei persone e, nella prenotazione, è possibile richiedere anche un pasto con piatti tipici greci e mediterranei.

Paul Auster: Azenhas do Mar, Portogallo (“Il libro delle illusioni”)

L’autore e regista Paul Auster ha trascorso non  poco tempo in questa spaziosa villa a Lisbona durante le riprese di “La vita interiore di Martin Frost”.

Questa casa vacanza è circondata da splendidi giardini e da antichi monumenti di Sintra, dal 1995 divenuti città patrimonio mondiale dell’UNESCO. I visitatori possono visitare, così, anche il castello di Quinta da Regaleira, un romantico palazzo con un parco lussuoso con laghi, grotte e fontane.

Carl Zuckmayer: Saas-Fee, Svizzera (“Il capitano di Köpenick”)

Il famoso scrittore e drammaturgo tedesco Zuckmayer si trasferì in Austria e, successivamente, negli Stati Uniti dopo che il suo capolavoro “Il Capitano di Köpenick” fu proibito durante la seconda guerra mondiale. Quando, dopo la guerra,  si stabilì definitivamente in Svizzera

comprò questo lussuoso chalet in legno a Zermatt; le suggestive  montagne che si elevano imponenti verso il cielo, probabilmente, lo avranno ispirato a continuare a scrivere.

Miguel de Cervantes: Barri Gotic, Spagna (“Don Chisciotte”)

 In questo luminoso appartamento che sorge in una delle zone più belle di Barcellona il famoso autore ha vissuto per un paio d’anni. La casa è catalogata come patrimonio artistico dell’UNESCO e continua a conservare un certo fascino nonostante sia stata completamente ristrutturata, anche grazie alla presenza di alcune pietre antiche lasciate in bella vista. L’area del Barri Gotic, situata intorno all’appartamento, sembra fatta apposta per gli amanti dei libri.

Per i più curiosi c’è il mercato del libro domenicale del Carrer Comte d’Urgell o il Café Els Quatre Gats, dove in passato si incontravano artisti come Gaudì e Picasso.

Testo di Gabriele Laganà|Riproduzione riservata © Latitudeslife.com

Viaggi

Io salpo da sola. Crociera in barca a vela cercando la grande estate

Io salpo da sola. Crociera in barca a vela cercando la grande estate

Per i casi della vita, per scelta, per cambiare. Una vacanza da sole, o fra amiche, richiede un viaggio speciale. Una crociera in barca a vela è un’esperienza coinvolgente ed [...]

RICEVI GRATIS LA RIVISTA
Compila questo modulo per ricevere tutti i mesi gratuitamente la nostra rivista Latitudes direttamente nella tua email.
Latitudes App
Sfoglia la nostra rivista ovunque tu sia
Latitudes App
Sfoglia la nostra rivista ovunque tu sia