Vacanze al mare con il cane: ecco i consigli utili e le Regioni pet-friendly

Il mare è luogo perfetto per una vacanza a tutto relax con un cane. Basta seguire alcuni semplici consigli per evitare brutte sorprese. In Italia crescono le strutture che accolgono gli animali. È l’Emilia-Romagna la Regione con il maggior numero di stabilimenti pet-friendly.

italo-treno-passeggero-con-cane
©Shutterstock

Anche un cane, componente a tutti gli effetti della famiglia, ha diritto a trascorrere una vacanza rilassante al mare. Per fortuna sono sempre più le strutture che accolgono senza problemi gli amici a quattro zampe.

Un trend positivo che ha come vantaggio anche quello che di contrastare il triste e illegale fenomeno dell’abbandono di animali che si accentua in estate.

Spiagge.it, il portale di riferimento in Italia per la prenotazione di ombrelloni e la gestione degli stabilimenti balneari, ha ricordato che anche i cani devono poter trascorrere un periodo di relax su una spiaggia con i loro padroni.

Regioni pet-friendly

Nell’ultimo anno è emerso che il 25% del totale delle spiagge presenti sulla piattaforma consente l’accesso ai cani o offrono servizi aggiuntivi dedicati agli animali domestici.

In Italia la Regione più pet-friendly è l’Emilia-Romagna con quasi il 30% degli stabilimenti prenotabili sulla piattaforma che accolgono anche gli amici a quattro zampe. Sul podio della speciale classifica si piazzano Lazio e Toscana (entrambe al 10%). A seguire vi sono Puglia, Campania, Liguria, Calabria, Abruzzo, Sicilia e Marche.

Non solo accesso ai lidi. Perché vi sono diversi servizi aggiuntivi importanti per il benessere e l’intrattenimento degli animali. Anche in questo campo si conferma leader l’Emilia-Romagna grazie al maggior numero di stabilimenti pet-friendly che dispongono di aree relax per lo svago e il gioco, piscine, servizi di dog sitting, controlli sanitari e assistenza veterinaria, consulenze educative e percorsi mobility o di approccio all’acqua. Toscana e Liguria completano la top 3.

In vista di agosto, Spiagge.it ha fornito alcuni utili consigli per trascorrere una serena vacanza in riva al mare insieme al proprio cane.

L’acqua

Una corretta idratazione è fondamentale sia per gli umani che per i cani. È importante portare sempre con sé molta acqua fresca e una ciotola.

In questo modo si eviterà che l’animale assetato inizi a bere l’acqua del mare che potrebbe provocare problemi allo stomaco o causare disidratazione.

Asciugamano di riserva

Importante che nello zaino si porti sempre un asciugamano anche per il cane. Tale accessorio permette di evitare che l’animale si scotti l’addome e le zampe con la sabbia.

Inoltre, in caso di caldo forte, risulterà essere fonte di sollievo per l’amico a quattro zampe: basterà immergerlo nell’acqua e stenderlo sotto il suo corpo per aiutare il pelosetto ad affrontare le ore più calde della giornata.

I percorsi pedonali

Altro modo per tutelare la salute del cane è quello di camminare sui percorsi pedonali, spesso più freschi, per evitare che la bestiola si scotti le zampe sulla sabbia bollente.

Sembra strano ma a volte ci si dimentica che gli animali non posseggono scarpe o sandali che li proteggono quando toccano superfici bollenti.

Attenzione al cane in acqua

La voglia di fare un tuffo in acqua è forte anche per i cani, specialmente durante giornate calde. Nulla di male se il pelosetto si diverta nuotando.

In questo caso, però, è importante sorvegliarlo per evitare che le correnti o il mare mosso possano provocare situazioni di pericolo all’animale, soprattutto se di piccola taglia.

La crema solare

Anche i cani devono essere protetti dai raggi del sole. In commercio esistono numerosi prodotti creati appositamente per gli animali.

Le creme devono essere applicate in modo particolare sulle aree esposte alla luce diretta del sole come orecchie, addome o pieghe cutanee.

Testo di Gabriele Laganà|Riproduzione riservata © Latitudeslife.com

Caro lettore,

Latitudes è una testata indipendente, gratis e accessibile a tutti. Ogni giorno produciamo articoli e foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro.

Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto. E con lo stesso coraggio che ormai da 10 anni ci rende orgogliosi di quello facciamo. Grazie.