TEL AVIV – JAM SESSION CHE PASSIONE

Tel Aviv
Tel Aviv

Echi di tamburi, batterie e percussioni si rincorrono per la città. Accade ogni fine settimana d’estate (ovvero da maggio a ottobre) su quella porzione di spiaggia che risponde al nome di Banana Beach. Direttamente sulla sabbia, quasi con i piedi nell’acqua, si ritrovano al tramonto del venerdì batteristi e musicisti non professionisti che danno il via al ‘Welcome to weekend’ con jam sessions che tirano l’alba. Banana Beach è anche il nome del Beach Bar più cool di tutta la spiaggia dove, tra divani e poltrone che mimano un salotto en plein air come oggi usa, si beve, si mangia, si chiacchiera ogni notte fino a che le stelle non impallidiscono. Proprio dall’altra parte della strada, il muezzin chiama i fedeli dal minareto della Moschea di Hassan Bek mentre sulla spiaggia scorrono cocktails, balli e musica. Piccoli esercizi di tolleranza attiva. Questa è Tel Aviv.

Banana Beach, Shlomo Lahat

Testo: Lucia Giglio   Foto: Alessandro Gandolfi  www.parallelozero.it

Senza titolo-1

Sfoglia le immagini della rivista Latitudes

Leggi l’articolo

Caro lettore,

Latitudes è una testata indipendente, gratis e accessibile a tutti. Ogni giorno produciamo articoli e foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro.

Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto. E con lo stesso coraggio che ormai da 10 anni ci rende orgogliosi di quello facciamo. Grazie.