Abu Dhabi | Moschea Sheikh Zayed: un gioiello architettonico


Capitale degli Emorati Arabi, Abu Dhabi rimane per ora meno gettonata della più nota Dubai. È una delle nazioni più giovani al mondo e, meno di un secolo fa, era una stazione di pesca e raccolta di perle.

Ad Abu Dhabi è tutto possibile e ogni cosa è costruita fuori misura. Ci si può trovare il tappeto fatto a mano più grande del mondo, la torre più storta del mondo, il bancomat che sforna lingotti d’oro e la Moschea Sheikh Zayed, una delle più grandi e belle moschee del pianeta. Mille colonne sostengono ottanta cupole, mentre all’interno i lampadari placcati oro 24 carati illuminano la sala in grado di ospitare 40.000 fedeli. La cupola principale misura 32 metri di diametro, l’intarsio floreale di marmo riprodotto sul pavimento del piazzale esterno copre invece 17.000 metri quadrati, mentre il rivestimento esterno è formato da 20.000 pannelli di marmo intarsiati di pietre semipreziose.

Il nome deriva da quello dello sceicco Zayed, che proprio nella moschea è sepolto, il cui funerale ha rappresentato la prima cerimonia che si è svolta tra queste mura. Il bianco e l’oro sono i colori predominanti che scintillano sotto i raggi del sole, mentre la notte vengono sostituiti da un innovativo sistema di illuminazione che riflette le fasi lunari. Se ci si reca alla moschea intorno alle 16.30 è possibile approfittare della luce perfetta per le foto prima di aprtecipare al Sunset Tour, l’ultima visita guidata della giornata.

Per verificare gli orari di apertura è meglio consultare il sito della moschea, soprattutto in periodo di Ramadan, che quest’anno si svolgerà da 9 luglio all’8 agosto.

Testo di Federica Giuliani © RIPRODUZIONE RISERVATA | Foto web

Caro lettore,

Latitudes è una testata indipendente, gratis e accessibile a tutti. Ogni giorno produciamo articoli e foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro.

Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto. E con lo stesso coraggio che ormai da 10 anni ci rende orgogliosi di quello facciamo. Grazie.