Abitare in una grotta a Peschici (FG)


Se siete preoccupati dall’IMU potete mettere alla prova il Catasto: non sarà facile definire il coefficiente per questa abitazione in tradizione Neanderthal aggiornata..

Risale al 1700, ed è stata trasformata in una casa dotata di ogni comfort. L’abitazione che fu per uomini e pecore si trova a Peschici in provincia di Foggia. 340.000 € per 180 mq che Maurizio, ex dirigente in pensione, ha ristrutturato in modo esemplare ricavandone un grande salone con zona living arredato in stile marinaro, con divani e poltrone in pelle, una cucina in muratura bianc,a che contrasta con il soffitto in tufo originale, due camere da letto di cui una con due letti costruiti anch’essi in muratura, due bagni e, di fronte all’ingresso, un piccolo cortile che offre alla vista uno squarcio bellissimo di Adriatico. Certo trattandosi di una grotta non ci sono finestre. Ma ha il vantaggio di essere più fresca dell’esterno d’estate e più calda d’inverno: termostatazione naturale. Per combattere l’umidità e garantire il riciclo dell’aria tutto il soffitto e le pareti sono stati dotati di tubature con sfogo all’esterno e di split che assorbono l’umido. Per quanto riguarda l’abitabilità, questo immobile così originale è stato classificato come “abitazione tipica del luogo”, anche se di tipico ha molto poco. Categoria catastale sconosciuta.

L’aveva destinata come casa per le figlie, che però avevano altre idee che vivere in una ex stalla e sono andate ad abitare altrove. Così al buon sig. Maurizio non è rimasto che metterla in vendita, raccontando di vivere benissimo all’interno della casa, nel massimo del comfort. Con tutte le comodità dei più moderni elettrodomestici (anche di design), e soprattutto “un pezzo di cuore” inclusi nel prezzo di vendita.

Chi fosse  interessato all’acquisto può rivolgersi qui.

Testo: Federico Klausner    ©RIPRODUZIONE RISERVATA    Latitudeslife.com


Caro lettore,

Latitudes è una testata indipendente, gratis e accessibile a tutti. Ogni giorno produciamo articoli e foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro.

Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto. E con lo stesso coraggio che ormai da 10 anni ci rende orgogliosi di quello facciamo. Grazie.