Il  Minnesota e il fiume Mississippi in 4 tappe

Il fiume Mississippi nasce in Minnesota e le sue sorgenti all’Itasca State Park sono un’attrattiva naturalistica da non perdere. Visitatori  da tutto il mondo giungono nel nord-ovest del Minnesota per ammirare il luogo di nascita del fiume Mississippi. L’itinerario di 4 giorni lungo la Great River Road.

Padelford Riverboat in autunno sul fiume Mississippi ©photo_Visit_Saint_Paul

Un grande tronco di pino scolpito segna l’inizio del lunghissimo percorso del fiume ( 4107 km) in tutta l’America, dai boschi a nord del Minnesota al Golfo del Messico. Ed è proprio con un tour in barca narrato che nel Parco Statale di Itasca si esplora il lago dove il fiume Mississippi inizia come un piccolo ruscello. E’ solo uno dei 10.000 laghi che caratterizzano il Minnesota!

Sin dall’epoca dei primi nativi americani che esploravano la regione all’era dei primi battelli a vapore, la storia del “Padre delle Acque” è affascinante e tutto inizia in Minnesota. Secondo la leggenda, coloro che attraversano il Mississippi alla sua fonte vivranno una vita lunga e felice e grandi ricchezze arriveranno a chiunque trovi le mitiche Città d’Oro lungo le sue rive.

Seguite questo itinerario di 4 giorni lungo la Great River Road che conduce a nord delle Città Gemelle – le Twin Cities di Minneapolis-St. Paul – per tracciare il Mississippi nel suo arco attraverso il Minnesota settentrionale, poi estendete l’esperienza di viaggio nel Minnesota settentrionale per chiudere il cerchio con una bella tappa a Duluth, prima di tornare a Minneapolis. Un viaggio di soli 1000 km, nell’appassionante North Star State

Notturno con cometa nel Lago Duluth Caribou ©photo Bob Foucault

1° Giorno: Dalle Città Gemelle a Brainerd

Dirigendosi a nord-ovest dalle Twin Cities, le Città Gemelle, ci si ferma a Elk River per visitare la Oliver H. Kelley Farm, gestita come una fattoria del 1860 dalla Minnesota Historical Society. L’azienda dispone di una dimora famigliare, del fienile, di animali da fattoria, campi e giardini. A seconda della stagione è possibile assistere e partecipare a varie attività agricole tradizionali.

Da qui si seguono le indicazioni Great River Road sulle strade che compongono questo percorso panoramico lungo il Mississippi. St. Cloud è una città vivace lungo il fiume, ma per una tranquilla passeggiata ci si ferma nei vasti Munsinger e Clemens Gardens lungo la riva del fiume: è un’ immersione in un’esperienza botanica davvero unica.  

Appena fuori da Little Falls – fondata nel 1848 e tra le più antiche città euro-americane del Minnesota – si trova il Charles A. Lindbergh State Park and Historical Site  istituito nel 1931 in memoria del deputato e avvocato del Minnesota Charles A. Lindbergh Sr., padre dell’aviatore Charles Lindbergh. Il sito storico comprende la casa dove l’aviatore trascorreva le estati ed un centro visitatori che narra la storia della famiglia Lindbergh e mostra una replica a grandezza naturale dell’ aeroplano monomotore Spirit of St. Louis.    

D’estate Little Falls è invitante per i suoi numerosi eventi ed intrattenimenti. Si inizia alla fine di giugno con Rock the Park, un’esperienza concertistica unica sulle rive del Mississippi per la sua rappresentazione di talenti locali. La città è vivace anche durante la Fiera delle Arti e dell’Artigianato o la Fiera dell’ Antiquariato & Collezionismo e con la Lone Eagle Auto Club Car Show, tre eventi distinti che si tengono nel fine settimana dopo il Labor Day a settembre.

Da Little Falls ci si dirige a nord verso Brainerd.

Great River Road

Giorno 2: da Brainerd e Grand Rapids a Bemidji

La zona dei LAGHI DI BRAINERD è stata una destinazione di vacanza per più di un secolo ed oggi rinomata per le varie attività ricreative outdoor. Brainerd e i villaggi di Nisswa, Pequot Lakes, Crosslake e Crosby hanno anche numerosi  piccoli negozi e ristoranti. Da Brainerd, la Great River Road segue una serie di strade panoramiche lungo il Mississippi.

La città successiva lungo il percorso è GRAND RAPIDS, dove si può visitare la casa d’infanzia della cantante e attrice Judy Garland. Appena fuori città sul fiume Mississippi si trova il Forest History Center che ricrea con interpreti la vita dei boscaioli.

Poi ci si dirige a ovest seguendo il percorso del Mississippi attraverso una serie di laghi: Winnibigoshish, Cass e Bemidji. In questi boschi del nord si trovano molti resort e campeggi sulle sponde lacustri.

Alba nelle acque del Canoe Area Wildnerness ©ph.Gary Hamer

Giorno 3: da Bemidji al lago Itasca

BEMIDJI è la prima cittadina sul Mississippi, con il suo fascino di piccolo centro abitato circondato dalla bellezza di North Woods. L’acqua blu brilla dietro le iconiche statue folkloristiche di Paul Bunyan – leggendario boscaiolo –  nella sua camicia scozzese con a fianco il fido grande bue blu, Babe; insieme, accolgono turisti dal 1937.

La città – capoluogo della contea Beltrami – con i suoi 15.000 abitanti è la più grande della regione ed  sede della Bemidji State University. Si percorre a piedi la “passeggiata artistica” del centro, che presenta diverse sculture e murales e durante l’estate si partecipa a uno spettacolo al Chief Theatre.

La vicina Beltrami County Historical Society – all’interno dello storico deposito di treni Great Northern – approfondisce la ricca storia della zona dai suoi primi abitanti e la cultura nativa Ojibwe all’arrivo di commercianti di pellicce e taglialegna.

Parlando di indiani nativi, Bemidji  è situata tra tre delle riserve indiane Ojibwe ed è un luogo ideale per uno spazio dedicato alle attività di arte nativa. Al Morell’s Chippewa Trading Post si trovano diversi articoli artigianali e composizioni d’arte tradizionale del popolo indigeno Ojibwe.

Anche la Galleria Miikanan si dedica all’arte nativa ed è parte del Watermark Art Center. Proprio il centro artistico organizza un weekend nel mese di aprile chiamato Pine to Prairie Fiber Arts Trail con artigianato di canestri e cestini, lavorazioni con perline e tappeti che esprimono l’influenza storica dei pionieri, dei viaggiatori e del patrimonio dei nativi d’America.

Bemidji Minnesota ©ph.Shutterstock

4° Giorno: da Itasca a Duluth

DULUTH è un luogo ideale per una gita di un giorno prima di rientrare a Minneapolis. E’ parte dell’esperienza del Minnesota settentrionale per la perfetta, calma, senza preoccupazioni, e tanta influenza scandinava! Questa zona è davvero il modo migliore per godere del Minnesota per quello per cui è noto: LAKE SUPERIOR ed il  NORTH SHORE. E’, infatti, situata sulla riva settentrionale del Lake Superior, nel punto più occidentale dei Grandi Laghi. Duluth è lo “Zenith City of the Unsalted Seas.”

Lo zenith è stato toccato da Duluth nel corso degli anni in un alternarsi di  epoche fortunate. Nei primi anni dell’espansione europea, l’area fu una mecca per i cacciatori di castori.

Quando il castoro iniziò a scarseggiare, la successiva ondata di coloni si dedicò all’estrazione di rame e minerale di ferro e quando il rame terminò, l’obiettivo economico della zona si spostò verso la raccolta del legname. E naturalmente ci furono le ferrovie e le corsie di navigazione.

Con l’apertura del primo canale a Sault St. Marie nel 1855, Duluth divenne l’unico porto americano con accesso sia all’Oceano Atlantico che al Pacifico. All’inizio del 20° secolo, Duluth superò New York e Chicago diventando il principale porto degli Stati Uniti. I cargo del lago trasportavano il minerale di ferro dalla Mesabi Range attraverso i Grandi Laghi fino agli impianti di lavorazione in Illinois e Ohio.

 Poi ci furono acciaio e cemento. La Duluth Works, fondata nel 1915 fu una delle più moderne acciaierie del mondo. Per mezzo secolo i suoi lavoratori trasformarono chiodi, fili, chiavi e strumenti automobilistici poi esportati in tutto il mondo.

 Con il declino del nucleo industriale della città negli anni ’80, l’attenzione economica locale si spostò verso il turismo. La zona del centro è stata rinnovata con nuove strade in mattoni rossi, passerelle e nuovi negozi al dettaglio. Vecchi magazzini sul “waterfront” sono stati convertiti in caffè, negozi, ristoranti e alberghi.

Se volete una bella escursione con una vista incredibile, raggiungete le scogliere a North Shore. Ci sono molteplici percorsi che portano lungo la North Shore ad alcuni bellissimi panorami.  Palisade Head vicino a Duluth è uno di questi posti.

Un altro dei luoghi più iconici del Minnesota è Split Rock Lighthouse che s’affaccia sul Lake Superior. Viaggiando , conviene fare soste tattiche: lungo la North Shore, Betty’s Pies ha alcune delle migliori torte di mele, perfetta per uno spuntino veloce. Mentre per una cena l’indirizzo giusto è da Zeitgeist Restaurant and Bar, l’unico ristorante non-profit di Duluth, che serve nuova cucina americana.

Il centro architettonico di Duluth è stupefacente e i quartieri sul lago sono di tendenza. Gli appassionati di ferrovia e treni in cerca di un tour unico, possono visitare il Lake Superior Railroad Museum, qualificato quale “best transportation museum in America“, ma l’attrazione principale è l’indimenticabile Lakefront Ride sulla North Shore Scenic Railroad. Si viaggia indietro nel tempo e s’ammira la magnifica vista sul Lago Superior, lo skyline del centro, il lungolago e il maestoso Northwoods. Ogni viaggio parte dallo storico Duluth Union Depot.

Dai treni alle imbarcazioni: vicino all’iconico Aerial Lift Bridge si trova il Lake Superior Maritime Visitor Center, museo gratuito che cerca di preservare il patrimonio marittimo del Lago Superiore e del Porto di Duluth-Superior mettendo in mostra manufatti, documenti, pubblicazioni e fotografie. Si può anche chiedere un programma dei cargo per visualizzare le chiatte in arrivo.

Il faro Split Rock ©ph.Maxim Cheeran

“Craft Beer Capital of Minnesota”, non a caso poiché la città di Duluth produce birra dal 1881. Dal più antico birrificio, Fitger’s, alle nuove aggiunte come Bent Paddle Brewing Co. o Hoops Brewing, gli amanti della birra hanno molte opportunità per degustare molteplici birre locali.

E poi c’è la musica: Duluth è anche un centro per la musica dal vivo, ed è stata luogo di nascita di celebri artisti come Bob Dylan e Trampled by Turtles. Festival musicali  includono il Bayfront Blues Festival, Bayfront Reggae & World Music Festival e Duluth Homegrown Music Festival.

Il murales di Bob Dylan a Minneapolis ©ph.Paul-Vincent

Ogni 24 maggio nell’ultimo decennio dozzine di persone si riuniscono al di fuori di un modesto duplex sulla collina di Duluth, per celebrare il compleanno di Bob Dylan – al secolo Robert Zimmerman – nato qui nel 1941. La sua famiglia visse al piano superiore di una piccola casa gialla sulla North Third Avenue fino al 1947, quando si trasferirono a Hibbing, sulla Iron Range. Quindici anni fa, in occasione del 65° compleanno di Dylan, la città ha designato Bob Dylan Way, un percorso culturale attraverso il centro cittadino.

 I fan di Dylan possono intraprendere un tour auto-guidato di altri punti di riferimento, come la storica Duluth Armory, dove Dylan vide Buddy Holly esibirsi nel 1959, solo tre giorni prima che Holly morisse in un incidente aereo.

www.exploreminnesota.com

www.minneapolis.org

www.visitbloomington.com

www.visitsaintpaul.com

A cura di Redazione |Riproduzione riservata © Latitudeslife.com

Sul Minnesota leggi anche

STYLE CSS VIDEO