Viaggio d’autunno: un fine settimana tra foliage e sapori locali

La piattaforma di camper sharing Yescapa suggerisce gli itinerari per scoprire, anche nel corso di un fine settimana, natura, sapori e foliage in Italia.

foto:©Yescapa 

L’autunno è arrivato con tutta la sua magia. Almeno fino a novembre la natura si colora di mille incredibili sfumature, le temperature sono relativamente miti e le giornate non sono ancora così corte da ostacolare attività all’aperto.

Elementi che combinati insieme fanno di questa stagione un periodo perfetto per effettuare un viaggio all’insegna dell’avventura.

La piattaforma europea leader di camper sharing Yescapa ha indicato gli itinerari per scoprire cinque territori italiani ad alto tasso di emozioni autunnali, tra foliage, buon vino e piatti tipici da degustare in occasione di sagre ed eventi folkloristici.

Langhe, viaggio fra tartufo, vino e paesaggi mozzafiato

LANGHE-Grinzane-Cavour-Castello-Maria-Vergine-del-Carmine
Grinzane Cavour, chiesa Maria Vergine del Carmine @Emanuela De Santis

Autunno è ormai sempre più sinonimo di foliage. Chi vuole ammirare questo meraviglioso fenomeno naturale può andare in Piemonte e più precisamente nelle Langhe.

L’itinerario in camper inizia dall’incantevole borgo di Alba: qui le colline che circondano il centro abitato sono punteggiate da distese di alberi dalla chiome dorate. Meraviglie del Creato e non solo. Fino al 4 dicembre, Alba ospita la celebre “Fiera internazionale del Tartufo bianco d’Alba” che prevede numerosi eventi enogastronomici che hanno come protagonista il tartufo.

Altri appuntamenti imperdibili sono le rievocazioni folkloristiche come il “Palio degli Asini”, “L’investitura del Podestà” e “Il Baccanale del tartufo”.

Chi ama immergersi nella natura può percorrere qualche km e raggiungere La Morra, città della Bassa Langa che vanta un meraviglioso Belvedere dal quale ammirare paesaggi che lasciano senza fiato. Attenzione alla fasi della giornata: è poco prima del tramonto che si può godere appieno dello spettacolo del foliage.

Monforte e Barolo sono le altre due tappe di questo mini-itinerario. Quello che colpisce è il percorso che si deve seguire per arrivare in questi due borghi: si guida lungo un reticolo di strade panoramiche immerse in distese di viti e noccioli che si perdono verso l’orizzonte.

Val di Non, il fascino dei laghi

lago tovel
Lago di Tovel ph.Shutterstock

Nel nord-est dell’Italia meta per ammirare i colori autunnali è la Val di Non in Trentino-Alto Adige. A bordo del camper si viaggia lungo un itinerario che si snoda fra laghi, sentieri e tappeti di foglie dai vivaci colori.

Prima tappa è il Lago di Tovel, un grande specchio d’acqua incastonato fra le Dolomiti di Brenta in cui si riflettono i colori degli alberi. Paesaggi incantevoli dove sostare per qualche ora nella tranquillità più assoluta.

Subito dopo si può raggiungere il borgo di Casez dove il 15 ed il 16 ottobre si terrà la nuova edizione de “La Pomaria”, una festa per celebrare la regina indiscussa della Val di Non: la mela.

Il viaggio prosegue verso i laghi di Coredo e Tavon per, poi, percorrere la Via dei Sogni fino a Coredo. Chi desidera ammirare il foliage può raggiungere il vicino Lago Smeraldo e passeggiare lungo il Sentiero dell’Erica in un ambiente dall’atmosfera seducente e romantica.

Carso, sapori d’autunno

carso monte cocusso
Monte Cocusso (ph.Shutterstock)

L’itinerario in camper parte da Basovizza, al confine con la Slovenia, e attraversa i sentieri fino alle pendici del Monte Cocusso, dipinti dai vivaci colori del sommaco, l’arbusto simbolo di questi luoghi.

Il viaggio prosegue verso il paesino di Padriciano: qui si possono prenotare escursioni a cavallo che consentono di vivere un’esperienza suggestiva immersi in uno straordinario scenario naturale.

L’ultima parte del viaggio è dedicata alla costa. Si guida lungo il percorso panoramico che unisce Santa Croce ad Aurisina, il Sentiero della Salvia, che regala scorci mozzafiato sul Golfo di Trieste.

Il blu del mare si fonde con la moltitudine di colori delle foglie e con il bianco delle rocce calcaree. Miscuglio di tonalità che rende i paesaggi piacevolmente irreali.

Fino al 5 novembre nel territorio si terrà la manifestazione “Sapori del Carso”, evento gastronomico che propone esperienze culinarie per promuovere i sapori della tradizione, i prodotti e i produttori locali.

Abruzzo, castelli immersi nella natura

crecchio abruzzo
Crecchio Abruzzo (ph.Shutterstock)

Mare e montagna si intersecano in Abruzzo, Regione famosa per la tradizione culinaria. L’itinerario in camper conduce sulle colline del chietino fino ad arrivare sulla costa: obiettivo è andare alla scoperta dei castelli e del buon vino che caratterizzano il territorio.

La partenza è prevista da Crecchio, sede dell’omonimo castello medievale situato nel centro storico del paese. Da qui si può percorrere la famosa Via dei Mulini, un sentiero lungo 10 chilometri che si snoda tra i vigneti. Il vino, del resto, è un altro elemento prezioso dell’Abruzzo.

Non è un caso che nel chietino si terrà imperdibile l’evento “Cantine Aperte” durante il quale si potranno assaporare prodotti locali.

Il viaggio prosegue in direzione del castello di Roccascalegna: l’antica costruzione, arroccata su una sporgenza rocciosa in posizione dominate sull’abitato, è circondata da vegetazione che in autunno si dipinge di intense tonalità di rosso e giallo. Infine ci si può dirigere verso la costa per ammirare il maestoso Castello di Monteodorisio.

Irpinia, profumo di castagne

santuario montevergine
Santuario di Montevergine (ph.Shutterstock)

L’Irpinia, territorio della Campania, è un’area ricca di storia, bellezze naturali e antichi borghi dove il tempo sembra essersi fermato.

Un itinerario in camper può partire da Ospedaletto d’Alpinolo, nel Parco Regionale del Partenio: da qui si può percorrere il Sentiero del Pellegrino, un cammino immerso nel bosco che conduce al famoso Santuario di Montevergine.

Il viaggio continua verso Serino dove, dal 14 al 16 ottobre, si tiene la popolare ed attesissima “Sagra della Castagna”, tre giorni di eventi enogastronomici che hanno come protagonista assoluto il saporito frutto autunnale.

Chi ama il trekking può proseguire verso Santa Lucia di Serino alla volta del Monte Faggeto con  un’escursione di un’ora e mezzo attraverso le faggete del Piano della Guardia.

Informazioni utili:

Per saperne di più si consiglia di consultare il sito.

Testo di Gabriele Laganà|Riproduzione riservata © Latitudeslife.com

Caro lettore,

Latitudes è una testata indipendente, gratis e accessibile a tutti. Ogni giorno produciamo articoli e foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro.

Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto. E con lo stesso coraggio che ormai da 10 anni ci rende orgogliosi di quello facciamo. Grazie.