IN LITE PER LE ISOLE PARACEL

Pechino torna a rivendicare le Isole Paracel: per farne una meta vacanziera.

China - Hainan Island

Protestano I vietnamiti, che accusano i cinesi di aver catturato, nel 2009, 17 pescherecci e fermato 210 pescatori

L’intraprendenza cinese non si limita ormai alla produzione concorrenziale di merci esportate in tutto il mondo, sfoderando percentuali di crescita economica da record. L’attivismo della Cina si sta ormai orientando anche verso settori più moderni, ad esempio sul turismo e, come sempre più spesso avviene da quelle parti, senza nemmeno  andare troppo per il sottile.  Pechino ha infatti annunciato un piano per fare dell’ isola tropicale di Hainan un centro mondiale delle vacanze «entro il 2020». Oltre a questa meta, considerata già un classico per il turismo cinese e straniero, nella strategia di valorizzazione delle isole è incluso anche l’ arcipelago delle Paracel, una manciata di scogli corallini incastonati nel Mar Cinese Meridionale. Il problema è che il Vietnam da decenni rivendica il controllo sulle stesse isolette e sulle Spratly, più a sud.

Foto di Federico Klausner

Caro lettore,

Latitudes è una testata indipendente, gratis e accessibile a tutti. Ogni giorno produciamo articoli e foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro.

Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto. E con lo stesso coraggio che ormai da 10 anni ci rende orgogliosi di quello facciamo. Grazie.