Sassonia 2021: viaggi culturali con la realtà aumentata

La Sassonia vanta il patrimonio artistico, storico, musicale e architettonico più importante della Germania. Quest’anno conoscere questi tesori sarà ancora più emozionante, grazie alla tecnologia che renderà i viaggi culturali davvero realistici.

Dresda, foto di ddpix.de

Sassonia, ovvero cultura

La Sassonia ha recentemente partecipato alla fiera virtuale del turismo ITB Berlin Now 2021, in cui ha annunciato le nuove e interessantissime proposte.

Lo stato tedesco ricopre un ruolo di spicco, essendo la destinazione culturale ufficiale: vanta infatti di numerosissimi gioielli storici e culturali, valorizzati continuamente da mostre e da eventi.

Gemäldegalerie Alte Meister , Dresda. Foto di David Pinzer

Tra le varie iniziative intraprese dalla Sassonia per mantenere alto il livello dei suoi viaggi culturali, c’è stata la scelta di utilizzare la tecnologia. Grazie a innovativi devices come i tablet HistoPad, la realtà verrà aumentata e amplificata, offrendo esperienze visive e conoscitive senza precedenti nell’ambito del turismo culturale.

Viaggi in epoche lontane

Uno degli itinerari che si potrà sperimentare con queste modalità è quello dei castelli e dei palazzi storici di Dresda e dell’Elbland, ad esempio il Castello di Moritzburg, lo Zwinger o il Castello Reale.

La tecnologia della realtà aumentata regalerà un’esperienza tangibile ai visitatori, che si sentiranno trasportati ai tempi barocchi di cui potranno osservare usi e costumi. Tramite HistoPad i visitatori potranno accedere a molte informazioni, attraverso testi, video e immagini che compariranno direttamente sul loro display.

Zwinger, Dresda, foto di Ben Walther

A questo proposito noi vogliamo suggerirvi due possibili viaggi di questo tipo: quello nel Castello di Moritzburg e quello nel Castello di Dresda.

Il primo sarà disponibile a partire novembre 2021 e permetterà ai visitatori di inoltrarsi nel mondo incantato di Cenerentola, la fiaba che nel 1972 fu cinematograficamente ambientata tra le mura di questo castello.

La seconda proposta prende il nome di Fortress Xperience e si tratta di un’avventura 3D sotto la terrazza di Brühl alla scoperta della Fortezza di Dresda nel XVI secolo.

Castello di Moritzburg, foto di Davy Doggen

Le mostre di Dresda

Oltre a queste proposte, gli appassionati di turismo culturale verranno soddisfatti dalle numerose mostre ed eventi che la capitale della Sassonia sta organizzando. Noi vogliamo suggerirvene due davvero interessanti.

La prima sarà la più grande mostra dedicata a Vermeer in Germania, che avrà luogo dal 10 settembre al 2 gennaio 2022 alla Pinacoteca degli Antichi Maestri di Dresda.

In questa esposizione sarà possibile ammirare uno dei più grandi capolavori di Vermeer: Donna che legge una lettera davanti alla finestra, conservata in questo luogo da quando il Principe Elettore sassone Federico Augusto II l’acquistò a Parigi nel 1792.

La seconda mostra che vogliamo menzionare è quella che si terrà al Palazzo di Dresda, dove sarà esposta una collezione di 500 armi da fuoco del XVI, XVII e XVIII secolo appartenenti all’Elettore sassone.

Ovviamente questo diviene un pretesto per visitare l’intero castello, che nell’estate del 2021 completerà la sua ricostruzione, dopo il restauro degli appartamenti reali di Augusto il Forte risalenti al XVI secolo.

Appartamenti privati dei regnanti alla Residenzschloss di Dresda

Info utili

Per altre informazioni sul turismo in Sassonia consultare questo sito.

Testo di Giulia Riedo | Riproduzione riservata © Latitudeslife.com

Caro lettore,

Latitudes è una testata indipendente, gratis e accessibile a tutti. Ogni giorno produciamo articoli e foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro.

Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto. E con lo stesso coraggio che ormai da 10 anni ci rende orgogliosi di quello facciamo. Grazie.