Con Trenord e Snowit ritornano i “Treni della neve”

In vendita biglietti integrati che permettono un risparmio economico. Aumentano gli itinerari dei “Treni della neve”.

Trenord -Treni-neve
Con Trenord verso le piste da sci della Lombardia

Si rinnova l’alleanza fra Trenord e Snowit per un turismo invernale più green e conveniente. Dallo scorso dicembre è partita la nuova offerta chiamata “Treni della neve”. Una proposta portava avanti dall’azienda ferroviaria lombarda insieme alla piattaforma digitale che integra tutti i servizi per un’esperienza sulla neve nei comprensori sciistici regionali.

Per questo inverno l’offerta treno+navetta+skipass, che prevedeva itinerari per i comprensori di Aprica&Corteno e Valmalenco, si è arricchita di interessanti novità. Nel pacchetto sono incluse tre nuove destinazioni: Madesimo, Piani di Bobbio, Domobianca.

L’obiettivo dei “Treni della Neve” è quello di permettere ai turisti di muoversi facilmente e senza auto. L’offerta consente ai turisti e agli amanti degli sport invernali di usufruire di biglietti integrati che garantiscono un risparmio sui costi di transfer e skipass per uno o due giorni.

Altro punto importante dell’offerta è la comodità del ticket: con un solo click è possibile acquistare i servizi di trasporto e altri servizi necessari ad una giornata sulla neve.

La presentazione dei “Treni della Neve”

I risultati di questa preziosa e proficua collaborazione sono stati illustrati, alla presenza dei rappresentanti dei comprensori sciistici, dal Direttore Commerciale di Trenord Leonardo Cesarini e dal co-fondatore e Direttore Generale di Snowit Riccardo Maggioni,

Il treno ha un grande potenziale per il turismo, anche quello invernale – ha commentato Leonardo Cesarini, Direttore Commerciale di Trenord-. Il rinnovo della collaborazione con Snowit ha l’obiettivo di realizzare questo potenziale, offrendo ai clienti in un’unica soluzione di acquisto tutto quello di cui hanno bisogno per un’esperienza unica sulla neve, da Milano Centrale alle piste da sci, arrivando fino al noleggio dell’attrezzatura. Se vogliamo un futuro più sostenibile, la scelta del treno, e del mezzo pubblico in generale, deve diventare la prima opzione anche per gli spostamenti per il turismo”.

Cesarini ha anche spiegato che per diffondere sempre più questa cultura “quest’anno abbiamo dato il via a una campagna di comunicazione diretta principalmente ai giovani, per invitarli a trascorrere una giornata sugli sci senz’auto”.

Riccardo Maggioni, co-fondatore e Direttore Generale di Snowit, ha dichiarato: “Crediamo molto nello sviluppo dell’utilizzo del treno per raggiungere le destinazioni turistiche durante il fine settimana, pratica già ben diffusa all’estero e che offre molteplici vantaggi, prima di tutto in termini di sostenibilità ambientale, ma anche di convenienza e di praticità, sollevando l’utente da questioni come la ricerca del parcheggio o le code per il rientro in città”. “Per questo – ha aggiunto- siamo molto soddisfatti della collaborazione con Trenord, già rodata lo scorso anno e ulteriormente sviluppata per questa stagione con l’aggiunta di nuove destinazioni; crediamo poi che i servizi complementari in vendita su Snowit costituiscano un grande valore aggiunto per il cliente”.

Ecco i biglietti dei “Treni della neve” per le rispettive località.

Aprica&Corteno

Il biglietto integrato per Aprica&Corteno comprende il viaggio andata e ritorno in treno da qualsiasi stazione della Lombardia a Tresenda-Aprica-Teglio. Nel ticket è incluso anche il percorso in navetta fino agli impianti sciistici di Aprica e lo skipass.

È possibile scegliere tra il biglietto singolo giornaliero del costo di 60 euro e quello di due giorni a 88 euro. Vi è anche un’altra interessante opportunità: è disponibile un pacchetto adulto+ragazzo (di età compresa tra i 4 e i 13 anni) a 105 euro per un giorno e 161 euro per due giorni.

Valmalenco

Sono 4 le opzioni per chi vuole sciare in Valmalenco: il biglietto singolo giornaliero (60 euro), quello valido due giorni (88 euro), il biglietto adulto+ragazzo giornaliero (105 euro) e quello bigiornaliero (161 euro).

Vi è anche una proposta ideata per quanti preferiscono fare passeggiate sulla neve. Previsto un pacchetto, del costo di 60 euro, che comprende il viaggio andata e ritorno in treno fino a Sondrio, la navetta, il biglietto per la Snow Eagle (la più grande funivia d’Europa) e il noleggio di ciaspole.

Madesimo

Il biglietto per Madesimo comprende il viaggio in treno da tutta la Lombardia a Chiavenna, lo shuttle per gli impianti e lo skipass giornaliero.

Sono due i biglietti disponibili: quello giornaliero singolo per il quale bisogna pagare 60 euro, e l’adulto+ragazzo, del costo di 105 euro. L’offerta è valida solo la domenica e i festivi.

Piani di Bobbio

Il biglietto, del costo di 49 euro, consente un viaggio di andata/ritorno da tutta la Lombardia a Lecco, la navetta dalla stazione al Piazzale della Cabinovia di Barzio e lo skipass giornaliero per l’accesso agli impianti. Il ticket è utilizzabile solo nei giorni feriali.

Domobianca

Il biglietto integrato consente di raggiungere in treno da tutta la Lombardia la stazione di Domodossola, di salire a bordo di uno shuttle diretto agli impianti di Domobianca e sciare con uno skipass giornaliero.

Due i biglietti: il ticket valido per un giorno feriale al prezzo di 43 euro e quello per un giorno festivo al prezzo di 49 euro.

Informazioni utili:

Per saperne di più si può consultare il sito.

Sulla piattaforma Snowit è possibile trovare anche ulteriori opzioni per la propria giornata sugli sci.

Testo di Gabriele Laganà|Riproduzione riservata © Latitudeslife.com

STYLE CSS VIDEO