Il bello di restare a bordo della Royal Caribbean. Giorno 3.

Uno dei ponti del Vision
Uno dei ponti del Vision

Si sa, una crociera è un viaggio, un lungo viaggio su di una nave che si sposta dolcemente alla velocità di 30/40 chilometri all’ora: dunque ci sono giorni interamente dedicati alla navigazione. Come i bambini, quando il tempo è brutto e non si può uscire a giocare, i croceristi costretti a restare a bordo per l’intera giornata vengono distratti e coccolati in mille modi. Inutile fare degli elenchi che si possono facilmente trovare sul sito(www.royalcaribbean.com) o nei depliant: la cosa migliore è cominciare ad esplorare la nave passando dalle piscine al centro fitness, dal casinò al teatro dove vanno in scena spettacoli in tipico stile Brodway, dal “Centrum”, con gli appuntamenti di musica dal vivo fin su alla palestra di roccia per una arrampicata vista mare. E poi c’è lo shopping e il grande schermo all’aperto con programmazione di ottimi film.

dsc_2118

Chi vuol essere più preciso ed informato si atterrà alla “Cruise Compass”, il foglio che illustra tutte le attività, orari e informazioni dettagliate distribuito in ogni cabina puntualmente ogni sera per il giorno seguente. Ci si sente veramente presi per mano e accompagnati a fare tutto ciò che si desidera in modo semplice e senza sforzo.

La parola che si sente pronunciare più spesso dal personale sempre gentile e sorridente è “enjoy”. E allora godiamoci questa magnifica crociera fino in fondo.

Testo e foto di Gisella Motta|Riproduzione riservata © Latitudeslife.com

Vision of the Seas- Ristorante Aquarius
Vision of the Seas- Ristorante Aquarius
Vision of the Seas- Centrum
Vision of the Seas- Centrum

dsc_2200

STYLE CSS VIDEO