Dalla vigna alla tavola: riparte il Wine Tour delle Marche

Undici appuntamenti golosi, da aprile a giugno, per conoscere l’enoturismo marchigiano. Alla ribalta tipicità gastronomiche e  produzioni di eccellenza, vinicole e brassicole, del territorio.

marche-gradara-panorama-colline
Panorama marchigiano sulle colline di Gradara, provincia di Pesaro ©shutterstock

Le Marche, al centro d’Italia e da sempre “Porta d’Oriente” del Belpaese è una regione con un’anima multiforme e con un territorio a dimensione d’uomo. Una terra di rara bellezza che ha ispirato personaggi del calibro di Raffaello da Urbino, Giacomo Leopardi Gioachino Rossini, Gaspare Spontini, Federico II di Svevia e Donato Bramante che qui sono nati.  

Guido Piovene, nel suo leggendario e monumentale  “Viaggio in Italia”, ne parla come una “regione plurale ed un distillato d’Italia” la terra dell’incontro con l’Adriatico, un “piccolo mare d’eccezione che qui si spiega più intimo, più libero e silenzioso, con i suoi colori strani che lo fanno diverso da tutti i mari della terra”.

Una regione open to change”, aperta al cambiamento, ma allo stesso tempo legata ai propri valori e tradizioni, da cui continua a trarre nuove ispirazioni. 

In effetti l’unicità di questa terra, portatrice di una ricchezza culturale immensa, è dettata dal legame particolare tra passato e presente, paesaggio e contesti urbani territoriali, archeologia e arte, segni diffusi delle civiltà che si sono succedute.

Inoltre la connessione storica, singolare nel suo genere, tra cultura e civiltà del fare, arte e ingegno, creatività e artigianato, paesaggio e borghi antichi, civiltà del mare e civiltà della montagna, fanno del Made in Marche un sistema riconoscibile a livello mondiale.

Un viaggio nelle Marche supera sempre le aspettative, anche in campo enogastronomico,  grazie all’ampio ventaglio di prodotti tipici diversissimi tra loro, per storia e dimensione produttiva.

Dai sapori di mare del pesce dell’Adriatico, alle pietanze ricche di gusto, tipiche delle zone di collina e di montagna, la regione “plurale” offre un’incredibile varietà di piatti, preparati rispettando i ricettari originali e le antiche tradizioni di una volta.

Inoltre i 21 vini Docg, Doc e Igt, ben accompagnano le creazioni della cucina locale: in questa terra ogni piatto ha il suo vino e ad ogni cambiamento nel paesaggio corrispondono aromi inconfondibili.

Wine Tour 2024: 11 appuntamenti da aprile a giugno

Proprio per riscoprire e valorizzare l’importante patrimonio enogastronomico regionale è stato messo in campo il progetto “Wine Tour delle Marche” un viaggio al centro del gusto articolato in 11 appuntamenti, tra cene narrate, degustazioni in cantina e incontri conviviali tematici.

Il Wine Tour 2024, parte del più ampio progetto “Dalla Vigna alla Tavola”, è stato presentato nella giornata inaugurale della 32^ edizione di Tipicità Festival che si è svolta nella settimane scorse nei padiglioni di Fermo Forum.

Undici appuntamenti programmati tra aprile e giugno, pensati per rendere  ancora più immersiva l’esperienza di scoperta delle meraviglie dell’enoturismo dell’unica regione del Belpaese declamata “al plurale”.

Le location: ristoranti, cantine e luoghi iconici della regione, che proporranno vini, birre e piatti di alta qualità. A partire da questa edizione, ogni appuntamento comprenderà esibizioni artistiche e musicali, per esplorare tutte le potenzialità dell’enoturismo marchigiano.

«La regione Marche con questa iniziativa – ha detto Andrea Maria Antonini assessore marchigiano all’Agricoltura – intende valorizzare il settore enogastronomico facendo leva sull’essenziale connubio tra i sapori della terra (vino, prodotti agroalimentari di qualità, birre artigianali/agricole, menu tipici) e le bellezze ambientali e storiche dei luoghi».

Sul palco in piedi l’assessore Andrea Maria Antonini (a dx) Andrea Amadei, conduttore di Decanter un programma di RAI Radiodue

Un viaggio tra i sapori e le bellezze del territorio

Una programmazione veramente intensa: undici serate in novanta giorni articolate su cinque “Cene Narrate”, tre “Appuntamenti in Cantina” ed altrettante “Serate Speciali”, tre momenti unici e suggestivi, ambientati in luoghi di elevato valore culturale, che scandiranno l’avvicendarsi dei mesi.

Si parte il 10 aprile dalla “Sala Cesanelli” del monumentale complesso dello Sferisterio di Macerata, mentre il 21 maggio sarà la volta della Cappella dei Contadini, un vero e proprio tesoro ascosto di Potenza Picena, con una serata dedicata agli amanti della birra e infine il 21 giugno, gran finale a Porto Recanati dove, nella suggestiva atmosfera dell’Arena Gigli, si darà il benvenuto all’estate. Ogni serata sarà curata dal team di cuochi dell’Accademia di Tipicità, guidati da Barbara Settembri, executive chef della Locanda Dei Matteri a Sant’Elpidio a Mare.

Il Wine Tour delle Marche si spingerà anche oltre, andando ad esplorare quello che è il cuore dell’enoturismo, con tre eventi speciali che saranno ambientanti in altrettante cantine, un autentico “tour nel tour” che toccherà, in sequenza: la Casa vinicola Gioacchino Garofoli di Castelfidardo, la Tenuta di Roberto Venturi a Castelleone di Suasa, per giungere sui Vigneti di Belisario, tra le dolci colline del Verdicchio di Matelica. Ad ogni appuntamento in cantina le degustazioni saranno abbinate a finger food d’autore, ciascuno “firmato” dagli chef dell’Accademia di Tipicità.

Tornano anche le apprezzate serate narrate, guidate dalla food editor Ilaria Cappellacci che accompagnerà wine lovers e food trotter nelle restanti serate-evento. Il palinsesto di questa edizione vanta la presenza di cinque locali: la Locanda dei Matteri di Sant’Elpidio a Mare, Lievitaria di Macerata, Officina del Gusto di Senigallia, Raphael Beach di Civitanova Marche e Villa Fornari di Camerino.

Ogni serata rappresenterà l’occasione per incontrare le migliori produzioni vitivinicole e brassicole delle Marche, narrate dagli stessi produttori affiancati dai sommelier AIS e dal racconto del backstage a cura degli chef.

Undici immancabili appuntamenti per gustare appieno la magia dell’enoturismo nelle Marche, una terra particolarmente vocata alla pratica di questa tipologia di turismo esperienziale.

Il Wine Tour delle Marche è un progetto cofinanziato dalla Regione Marche nell’ambito del progetto “Enoturismo Marche: dalla vigna alla tavola” ed è promosso da Bonfili Design in collaborazione con AIS Marche, Tipicità e Movimondo.

Testo di Tiziano Argazzi|Riproduzione riservata ©Latitudeslife.com.

STYLE CSS VIDEO