Friuli Venezia Giulia. Via dei Sapori lancia un concorso gastronomico

Un concorso per gli appassionati di cucina indetto dal Friuli Venezia Giulia Via dei Sapori da cui sono esclusi i professionisti. Gli amanti della buona cucina sono invitati a creare un piatto originali che si abbini con il Friulano, vino bianco simbolo della regione.

Le ricette, una per concorrente, dovranno pervenire al consorzio entro il 20 novembre. E’ necessario indicare gli ingredienti, il procedimento e spiegare la presentazione del piatto accompagnando il tutto con una foto del pietanza e da quella di chi l’ha realizzata. Le preparazioni saranno poi pubblicate tutte sul blog dedicato e giudicate dagli chef del Consorzio. I tre finalisti verranno invitati a preparare il proprio piatto in diretta per il pubblico, in occasione del grande evento di chiusura delle attività 2011 di FVG Via dei Sapori, in programma il 1° dicembre a Fagagna per la presentazione della Porsche 911. Ad affiancare i concorrenti ci saranno gli chef del ristoranti consorziati, che prepareranno le basi necessarie alle ricette mentre ai tre neo-cuochi toccherà l’impegnativo compito di assemblarli. Il verdetto finale sarà affidato ad una giuria selezionata fra il pubblico.

I finalisti riceveranno in premio pregiate confezioni di prodotti degli artigiani del gusto di Friuli Venezia Giulia Via dei Sapori, una card per 2 persone per partecipare, quali ospiti, a tutti gli eventi che il Consorzio organizzerà nel 2012, l’invito alla presentazione del grande libro sulle eccellenze del Friuli Venezia Giulia che il Consorzio presenterà a Udine e una copia in omaggio. Infine le loro ricette saranno veicolate sul sito e sui social network di FVG Via dei Sapori. Al vincitore assoluto, inoltre, saranno offerte tre cene per due persone che potrà consumare in uno dei venti ristoranti del consorziati.

Info: Via dei Sapori

Testo a cura di Federica Giuliani

Caro lettore,

Latitudes è una testata indipendente, gratis e accessibile a tutti. Ogni giorno produciamo articoli e foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro.

Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto. E con lo stesso coraggio che ormai da 10 anni ci rende orgogliosi di quello facciamo. Grazie.