Singapore: voli low cost, shopping di lusso

Singapore

Un viaggio a Singapore? Sì, per ben tre motivi: il biglietto è low cost, la meta è perfetta per lo shopping. E Singapore è uno di quei luoghi che è impossibile non visitare almeno una volta nella vita. La città del leone (tale è l’origine del nome in lingua malese) possiede un fascino ipnotico e oggi vive un’intensa stagione culturale fra appuntamenti food, festival cinematografici e il lusso di uno shopping sfrenato.

Fino al 22 luglio il Great Sale, l’evento dedicato ai saldi, mobilita Orchard Road, la strada dello shopping di Singapore, dalle catene più celebri dei centri commerciali ai piccoli negozietti da scovare dietro l’angolo. In centri come Ngee Ann City troverete Burberry e Hermès, mentre Prada abita insieme e Miu Miu e Gucci al The Paragon. Nella voglia di shopping made in Singapore non mancano pezzi d’autore creati da gioiellieri e designer e naturalmente tutto ciò che riguarda tecnologia e elettronica. Serangon Road, nel quartiere di Little India, vibra di musica: qui potrete perdervi fra tessuti preziosi e vestiti da acquistare a prezzo stracciato e se amate le atmosfere del suk non dimenticate di fare una pausa assaporando una bibita in uno dei numerosi café di Kampong Glam, abitata dal 1821 dalla conunità musulmana e sorta alla foce del fiume Rochor su un antico villaggio di pescatori. Intorno a Arab Street una serie di gallerie e boutiques nascoste tra stradine invisibili tentano ogni voglia con prodotti dell’artigianato, monili d’argento e i profumi della cucina araba.

Ogni settembre la metropoli ospita il Singapore International Film Festival, per assaporare alcune tra le migliori pellicole insieme ai laboratori e i momenti di dibattito al cospetto di critici e adetti ai lavori. Se desiderate incontrare un’esplosione di pura arte vi attende il Singapore Garden Festival: oltre due ettari di natura dove giardinieri, botanici e artisti creeranno installazioni floreali di superba magia. E se a fine giornata vi scuote un certo languorino non resta che affacciarsi sulla baia, a Marina Bay, quando gli oltre 60 stand del Singapore Food Festival vi trascineranno in un’avventura gastronomica lunga una settimana cucinando prelibatezze della tradizione e cucina creativa: insieme al World Gourmet Summit il Singapore Food Festival, che si terrà dal 13 al 22 luglio 2012, scuote la città in una tumultuosa ondata di sapore.

Oggi raggiungere Singapore diventa più semplice: negli ultimi anni i collegamenti dall’Italia verso l’Asia hanno visto un aumento dei voli low cost. Esistono svariate compagnie aeree low cost asiatiche, come Air Asia, fondata nel 1993 con base a Kuala Lumpur, che sempre più spesso vantano tariffe vantaggiose e raggiungono proprio le rotte preferite dei viaggiatori più indomiti. Tiger Airways ha base a Singapore e al momento vola da Singapore verso Thailandia, Vietnam, Cina, Indonesia, Filippine e Australia. Potete verificare le città raggiunte direttamente sui siti ufficiali delle compagnie aeree: metropoli come Bangkok sono un grosso centro di snodo dunque da qui potrete trovare facilmente ai collegamenti verso altre città dell’Asia.

Un’ottima strategia per volare a prezzi più vantaggiosi dall’Europa all’Asia è cercare un volo tenendo conto del traffico aereo a livello macro: se state cercando voli per Singapore non fermatevi all’aeroporto più vicino a voi, spesso potrete trovare ottime occasioni low budget scegliendo di partire da città come Londra o Francoforte, raggiunta dalla compagnia aerea tedesca Lufthansa e collegamento verso alcune delle principali città orientali come Singapore, Kuala Lumpur o Hong Kong. Certamente non troverete difficoltà a prenotare un volo low cost per Parigi, Londra o le principali destinazioni europee: da lì prenderete un secondo volo verso l’Asia. Inoltre, alcune compagnie mediorientali hanno raddoppiato i voli verso l’Oriente: Emirates, che ha base a Dubai, effettua voli su alcune tra le principali città asiatiche, così come Qatar Airways.
Parola d’ordine? Cercare, cercare, cercare. E magari utilizzare i social network per un passaparola tra viaggiatori: l’Asia si fa sempre più vicina e a portata di tasca, persino in periodo di crisi.

Maddalena De Bernardi

Caro lettore,

Latitudes è una testata indipendente, gratis e accessibile a tutti. Ogni giorno produciamo articoli e foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro.

Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto. E con lo stesso coraggio che ormai da 10 anni ci rende orgogliosi di quello facciamo. Grazie.