Capodanno a Hong Kong: 2014, l’anno del Cavallo



Festeggiare il Capodanno Cinese nella straordinaria malia di Hong Kong? Il porto profumato, come suggerisce l’etimologia del nome nella lingua originale, entro cui la città ha visto il suo sviluppo tra il Mar Cinese Meridionale e il delta del Fiume delle Perle, vi offrirà una nuova occasione per festeggiare… iniziando l’anno a fine gennaio. Perché noi non siamo mai stanchi delle sorprese, di una giornata da rincominciare dacapo, delle partenze piene di slanci.

Hong Kong festeggerà il Capodanno dal 31 gennaio per due settimane ricche di spettacoli pirotecnici, giochi, sfilate e concerti. L’antica colonia britannica, dove genti e commerci si sono intrecciati per secoli sulle rotte del mare, saluterà l’anno del Serpente per dare il benvenuto all’anno del Cavallo.
Il Capodanno in Cina viene chiamato anche Festa di Primavera: questa ricorrenza, tra le più importati tra le celebrazioni tradizionali, di solito occupa una decina di giorni fra la fine di gennaio e l’inizio del mese di febbraio. Il Nuovo Anno cinese segue la luna poiché secondo ere immemorabili del folklore locale l’anno inizia con il novilunio del primo giorno del dodicesimo mese: la prima luna nuova, un momento di catarsi e rinnovamento, in cui le tenebre simbolicamente arretrano per lasciare spazio alla luce, ripetuta e intensificata dalle numerose lanterne insieme alle brillanti scenografie dell’antica arte pirotecnica per cui l’Oriente è celebre.

Seguendo l’astrologia cinese, che abbina ogni anno un segno zodiacale simboleggiato da un animale, quest’anno diremo arrivederci all’anno del serpente per salutare il cavallo.
Che anno sarà? Secondo la tradizione il Cavallo, energico quanto fiero, scatena un’energia impetuosa, vitale; reagisce in fretta cogliendo al volo opportunità, flessibile nel saper agire risolutamente. Vagamente impulsivo e testardo, il cavallo ama la velocità e, scalpitante nella voglia di fretta, ha lo sguardo fiero di chi non ha padroni se non la libertà.
In fondo l’esempio che auguriamo anche a noi stessi: orgoglio, tensione alla libertà, capacità di essere flessibili. Tanti auguri a tutti e che sia un meraviglioso 2014.

Maddalena De Bernardi © RIPRODUZIONE RISERVATA | Foto web

Caro lettore,

Latitudes è una testata indipendente, gratis e accessibile a tutti. Ogni giorno produciamo articoli e foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro.

Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto. E con lo stesso coraggio che ormai da 10 anni ci rende orgogliosi di quello facciamo. Grazie.