Dublino. È qui la festa?


C’è sempre una buona ragione per divertirsi nell’estrosa Dublino: eventi culturali, esposizioni d’arte e di fotografia, spettacoli danzanti e melodie ritmate trasformano le vie del centro in un palcoscenico in movimento.

Dublino ti accoglie con le sue giornate di sole passeggero, la sua costante aria di festa e quella sincera socievolezza Irlandese che ti fa sentire tra amici. È l’accento buffo di un tassista con le lentiggini, è la risata sonora di un barman con la pancia, è la melodia di un cantautore stempiato, sono i movimenti leggeri di una ballerina biondo-rossa. Quella ballerina sta saltellando ritmicamente sui tacchi durante uno show di musica tradizionale insieme al cantautore, che suona la chitarra. Il barman sta spillando una Guinness, il tassista lo incontrate all’aeroporto e sarà il vostro unico viaggio in auto per tutta la vostra permanenza a Dublino. Non c’è pericolo di perdersi in questa città-paese dove tutti si conoscono e dove nessuno nega un’indicazione a uno sconosciuto. Il centro si gira a piedi in mezza giornata, dai giardini perfetti del Trinity College ai negozi di O’Connel Street, dalle arcate gotiche della cattedrale di St Patrick agli affollatissimi pub di Temple Bar, dall’antica torre del castello agli avveniristici Docklands, il quartiere all’ultimo grido, dove Google ha scelto di stabilire la sua sede.

Da soli o in compagnia, potete scaricare le iWalks, voci multilingue mp3 messe a disposizione da Visit Dublin per guidarvi con un ventaglio di percorsi tematici alla scoperta delle vie Patrimonio dell’Umanità UNESCO per la Letteratura. Oppure potete scegliere una divertente passeggiata con i ragazzi di Le Cool, giovani creativi che a turno mostrano a gruppetti di turisti il lato più eclettico di Dublino con itinerari ogni volta diversi e mai convenzionali. A volte capita di incontrare qualcuno che sta organizzando un festival e ne racconta il backstage, a volte si passa dalla casa di un amico dei ragazzi dello staff che ha un bel salotto con vista sul fiume Liffey, oppure si prende un caffè parlando di un nuovo progetto in via di realizzazione. Perfetto esempio di turismo esperienziale senza fronzoli, è un modo piacevole di spendere mezza giornata e vivere la città come un vero Dubliner. Potrebbe capitarvi di avere come guida Michael, un simpatico giornalista aggiornatissimo su tutto quello che accade in città.

Da qualche anno lavora nella redazione di Le Cool Dublin, una rivista online che pubblica una rassegna settimanale di eventi, concerti e mostre, e che nel tempo libero condivide il suo amore per Dublino con viaggiatori smart. Vi racconterà la storia dell’Ha’Penny Bridge, il ponte più famoso, chiamato così perché un tempo bisognava pagare mezzo penny per passare dall’altra parte del Liffey, e dello Spire, uno spillo gigante inaugurato per celebrare la rinascita dell’Irlanda nel nuovo millennio, ma non tarderà a dirvi anche le novità più interessanti della vita cittadina e indicarvi i locali più frequentati. Magari arriverà un po’ in ritardo e con il segno del cuscino sulla guancia, ma non smetterà di parlare per un secondo, contento di far conoscere una Dublino fatta di persone ed energie che la reinventano continuamente. Ed è solo la prima delle buone idee di una semplicità sorprendentemente efficace che potete incontrare nel vostro viaggio. La prossima potrebbe raccontarvela Peter, capelli e barba rossi come il più stereotipato degli irlandesi, anticonformista per natura e deciso a fare del suo meglio per rendere il mondo un posto migliore. Si occupa di spazi pubblici e collabora con l’amministrazione di Dublino per curare il verde urbano e dare alla gente l’opportunità di vivere davvero la città.

Continua a leggere >>>

Sfoglia il magazineVai alle info utili

Caro lettore,

Latitudes è una testata indipendente, gratis e accessibile a tutti. Ogni giorno produciamo articoli e foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro.

Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto. E con lo stesso coraggio che ormai da 10 anni ci rende orgogliosi di quello facciamo. Grazie.