In Valle d’Itria. Con un trullo per la testa

Meno blasonata del Gargano e del Salento, la Valle d’Itria è la Puglia slow. Si dorme in campagna, tra uliveti secolari e vigneti autoctoni, nei trulli diventati resort di lusso. E poi si parte per  tour delle città bianche, wine taste e giro dei fornelli. Con sacrosanta fuga al mare.

Non venite in Puglia. Se la Puglia che avete in mente è quella delle spiagge gremite di Vieste e Gallipoli, cambiate rotta. Oppure andate dritti al cuore. Proseguite oltre e fermatevi prima: tra Gargano e Salento,  lì dove si intersecano le province di Bari, Taranto e Brindisi, al centro della Murgia Orientale, la Valle d’Itria è l’Apulia Luxury Valley delle masserie e trulli trasformati in resort stellati tra i più lussuosi al mondo, che non ha perso le sue radici campestri. Rural e chic.

Locorotondo, bianco d’autore

Dal “più bel balcone della Murgia Orientale” la vista si apre su vigneti terrazzati merlettati da muretti a secco e distese di terra rossa punteggiate da candidi trulli.  Borgo tra i più belli d’Italia, Locorotondo è un gioiello incastonato a 400 metri sul livello del mare. Una perla sferica con vicoli imbiancati a calce, impeccabili, da cui ci si immagina che prima o poi spunti il mare. Il mare non c’è, ma c’è un lungomare, come viene chiamata la passeggiata cittadina all’ombra delle cummerse, i tetti a punta delle abitazioni tipiche del centro storico.

Locorotondo, Bari, Italy
Locorotondo, Bari, Italy

Chi volesse trovare l’acqua, deve inforcare una bici e percorrere la suggestiva Ciclovia dell’Acquedotto Pugliese, un itinerario che attraversa la campagna murgese da fare sulle due ruote o a piedi, che permette di conoscere e ammirare il paesaggio sulle tracce di una delle più importanti opere ingegneristiche europee. La sosta golosa in cantina permette di rifocillarsi e apprezzare il Locorotondo,  Doc locale ottenuto dalla vinificazione della Verdeca e del Bianco di Alessano. Da provare il wine taste dell’azienda Cardone, tra le cantine più conosciute.

Martina Franca, tripudio barocco

Martina Franca. Piazza Maria Immacolata, detta anche "I Portici"
Martina Franca. Piazza Maria Immacolata, detta anche “I Portici”

Se chiedete informazioni a un locale per il centro di Martina Franca, vi dirà di dirigervi verso Porta Santo Stefano e di imbroccare il Ringo. Perché siete un forestiero. Uno del posto, invece, sa che u’ring è  la via principale dove la domenica c’è lo struscio cittadino. I martinesi ci tengono assai al loro centro storico, ordinato e tirato a lucido. Ancora di più alla Basilica di San Martino, superbo esempio barocco che custodisce le sculture di Stefano da Putignano e Giuseppe Sammartino.  Dall’altra parte della piazza si affacciano la Torre Civica e il Palazzo dell’Università, sede della Società Artigiana e, in linea di massima, non aperto al pubblico. È invece visitabile il maestoso e signorile Palazzo Ducale, sede del noto Festival della Valle d’Itria, kermesse che richiama ogni estate musicofili da tutto il mondo. Il salotto cittadino è Piazza Maria Immacolata, comunemente detta “I Portici”, posto perfetto per fare un aperitivo al tramonto, quando la luce dei vespri accarezza dolce la pietra. Al di là dei bookmark cittadini, Martina Franca è una matassa, neanche poi così ingarbugliata, di vicoli stretti in cui è bello perdersi.  Botteghe artigiane e localini spuntano ovunque, così come le macellerie, dove mangiare  la carne cotta al fornello. Fuori dal centro storico, la Locanda del Macellaio è tappa raccomandata per chi vuole fare scorpacciata di straccetti, zampina e bombette. Qui ne fanno 20 tipi, con dispiacere non riuscirete a mangiarli tutti, ma c’è chi giura che solo per questo valga la pena ritornare.

Trast(r)ulliamoci ad Alberobello

Alberobello, Bari, Italy
Alberobello, Bari, Italy

Dici Alberobello e dici trulli.  Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco, il borgo folkloristico, il più grande agglomerato di trulli presente in zona, è una bomboniera: kitsch ma irresistibile. Per i pugliesi, che da sempre lo considerano la meta eletta della gita fuoriporta; e per gli stranieri, affascinati dall’architettura stravagante. Chi c’è stato quest’estate li avrà visti illuminati dalle installazioni del Summer Lights proiettate sulle facciate. Ma Alberobello, si sa, è un parco giochi in cui tutti si sentono felici e un po’ ebeti.

Più di 1000 i trulli che costellano il Rione dei Monti, il più antico della città, e che oggi ospitano bed and breakfast e negozietti di souvenir. Trova dimora anche il pasticciotto in un trullo che ospita la caffetteria Martinucci; seppur lontano chilometri, forse, anni luce, da quello leccese, tra questi vicoli bianchi diventa un irrinunciabile oggetto del desiderio.

 Polignano, meraviglioso volare

Polignano a Mare, Bari, Italy
Polignano a Mare, Bari, Italy

Voglia di un caffè? Per averne uno Speciale bisogna andare a Polignano.  Un mix di panna, caffè, scorza di limone e Amaretto di Saronno hanno fatto la fama del Super Mago del Gelo e del suo caffè diventato assieme alla statua di Domenico Modugno tra i simboli di Polignano a Mare. La falesia alta  precipita nel blu dipinto di blu e l’unica spiaggia di sassi è Lama Monachile, una piccola insenatura in paese ai piedi del Ponte Borbonico.  La notorietà è arrivata di recente, dopo esser stata scelta come location in diverse occasioni per il cinema. Eppure, nonostante sia evidentemente affollato, questo borgo di pescatori abbarbicato sul mare ha un’aura languida, poetica come Antibes. E se a Polignano si ha qualche volta l’impressione di essere in qualche amena località della French Riviera, il merito è anche dell’artista Ezio Guido Lupori, che ha scritto sui muri e sulle scalinate i versi struggenti disseminati nel centro storico. Del resto qui è conosciuto come il flâneur.

Sfoglia il Magazine

Leggi Dormire in un trullo al Leonardo Trulli Resort

Info utili

Come arrivare

Locorotondo dista da Bari circa 60 chilometri. In auto si prende da Bari la SS 16 fino a Monopoli e poi la S 172. Alberobello Locorotondo e Martina Franca sono collegate a Bari da collegamento ferroviario Ferrovie Sud Est.

Dove dormire

Leonardo Trulli Resort, Locorotondo, Bari, Italy

Leonardo Trulli Resort S.C. 54 C.da Semeraro 107 – 70010 Locorotondo, Bari, Italy
Tel. 0039 0804316298 6467310 info@leonardotrulliresort.com

Dove mangiare

ArteCibo, cucina pugliese rivisitata in chiave moderna.
Materie prime locali, il pescato fresco, ortaggi provenienti dall’orto compongono  un menù che segue il ritmo delle stagioni. Ottima e curata la cantina.

Leonardo Trulli Resort, Locorotondo, Bari, Italy

Cosa mangiare

Imperdibili le bombette, la zampina, in generale tutta la carne arrosto cotta al fornello nelle tante macellerie che rendono famosa la zona. Merita l’assaggio il capocollo di Martina Franca, fiore all’occhiello dell’antica arte norcina martinese.

Experience

Lo staff di Leonardo Trulli Resort  organizza corsi di cucina che insegnano a preparare piatti tipici pugliesi come le celebri orecchiette, marmellate di fichi raccolti direttamente dall’abero, conserve realizzate con i prodotti dell’orto. E poi escursioni, visite a caseifici, frantoi e masserie della zona.

Eventi

Due gli appuntamenti da non perdere in estate.

Il Locus Festival a Locorotondo

Il Festival della Valle d’Itria a Martina Franca

Link utili

Gal Valle d’Itria

Itinerari in Valle d’Itria

Leonardi Trulli Resort

Testi di Francesca Calò, foto di Eugenio Bersani | Riproduzione riservata Latitudeslife.com

Caro lettore,

Latitudes è una testata indipendente, gratis e accessibile a tutti. Ogni giorno produciamo articoli e foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro.

Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto. E con lo stesso coraggio che ormai da 10 anni ci rende orgogliosi di quello facciamo. Grazie.