Primavera a Bolzano: tra fiori, buon vino e castelli

Nel capoluogo altoatesino c’è tanto da vedere, vivere e gustare anche nel periodo primaverile. Per tale motivo è una destinazione ideale per una vacanza slow per Pasqua ed in occasione dei ponti di primavera

Bolzano è una città dalle mille sfaccettature: vivace, poliglotta e sempre in evoluzione. Le tradizioni del passato si intrecciano con le sfide del futuro.

È adagiata alla confluenza del fiume Talvera con l’Isarco ed è considerata la “porta delle Dolomiti”. Qui nord e sudmediterraneo e alpino si incontrano, per dare vita ad un connubio irresistibile e irripetibile.

Poi basta salire in bici e percorrere le tante piste ciclabili che l’attraversano per scoprirne l’anima green ed innovativa.

Inoltre gli appassionati della buona tavola hanno modo di fare qualche tappa gustosa in qualcuno dei tanti ristoranti della città, che attirano con i loro profumi irresistibili, per apprezzare il perfetto connubio tra cucina tirolese e sapori mediterranei: dai  canederli, agli schlutzkrapfen (ravioli agli spinaci); dal gulasch di cervo, al carré di maiale con crauti; dalla pasta fresca, al pesce di torrente  fino ai dolci dove eccellono  strudel e kaiserschmarren con l’abbinamento di qualcuno dei vini prodotti nelle tante aziende vinicole del territorio.

Per tutte queste ragioni il capoluogo altoatesino è la destinazione perfetta anche per una breve vacanza. In particolare in primavera quando sembra la tavolozza di un pittore.  I colori che “dipingono” la città inebriano non solo gli occhi ma anche il cuore.

In questo periodo c’è tanta voglia di stare all’aperto, di passeggiare nei parchi, di respirare l’aria fresca e lasciarsi incantare dalle vivaci tonalità dei fiori che arredano ogni angolo del capoluogo dell’Alto Adige. 

Bolzano, i fiori e il verde pubblico

Infatti sui pendii che abbracciano Bolzano sbocciano le gemme, le viti germogliano e le magnolie fioriscono in modo meraviglioso. Nei 130 e passa ettari di verde pubblico che si sviluppa all’interno ed attorno alla città, i fiori e le varie piante mediterranee diventano veri e propri “arredi urbani”: nei 52 parchi, nelle tante aiuole delle piazze cittadine e nelle isole spartitraffico.

È veramente un grande piacere passeggiare in mezzo a tanto splendore e affrontare, avvolti dal profumo, le passeggiate storiche del Guncina e di Sant’Osvaldo. La prima dal quartiere di Gries arriva al Talvera e la seconda collega la zona di Sant’Antonio con Castel Roncolo e l’area vinicola di Santa Maddalena.

In Fiore Arte e Festa dei Fiori

Uno degli appuntamenti più attesi della primavera bolzanina è proprio Bolzano In Fiore Arte, una festa che per 10 giorni (nei weekend dal 14 aprile all’1 maggio) invita a scoprire e riscoprire gli angoli più belli del capoluogo altoatesino attraverso percorsi tra natura e arte, cultura e tradizione.

In diversi luoghi della città cinque installazioni d’arte contemporanea, create sotto la regia di RespirArt, e bellissime decorazioni di piante e fiori, creeranno oasi originali e variopinte.

Poi, per tutta la durata del festival, su quattro palchi allestiti in Piazza Walther, Piazza della Mostra, Parco dei Cappuccini e Parco delle Semirurali, si susseguiranno spettacoli di danza, musica e teatro organizzati in collaborazione con le più importanti istituzioni culturali di Bolzano (Fondazione Haydn, Teatro Stabile, Südtirol Jazzfestival Alto Adige, Südtiroler Kulturinstitut, Centro Santa Chiara di Trento, Weigh Station, Conservatorio Musicale “Monteverdi”, Teatro Cristallo ed Istituto musicale Vivaldi). 

Nell’ultimo fine settimana i riflettori saranno puntati sulla tradizionale “Festa dei Fiori”, un evento storico, giunto alla 133esima edizione, che trasformerà il “salotto buono della città” in un grande orto botanico colorato coinvolgendo numerosi floricoltori che, oltre ad esporre fiori e piante ornamentali, sono a disposizione dei visitatori per consigli su come curare il proprio giardino e balcone. Sarà l’occasione per conoscere tutto su gerani, petunie, garofani e fucsie e fare shopping green tra i vari espositori.

Giro in bici e Veloflora

Nell’ambito della Festa dei Fiori sono anche previste due inedite escursioni guidate in bici. La prima si chiama “Giro in bici con degustazione di vino“, è in programma il 30 aprile e consiste in una scampagnata slow in bicicletta fino a Caldaro con degustazione di vini presso la cantina. La seconda, in calendario l’1 maggio, è il “Veloflora”, un tour di una decina di chilometri alla scoperta di Bolzano in sella a biciclette, moto e macchine d’epoca.

“Spring in the City”: la Pasqua, il mercatino ed i prodotti tipici

Pasqua è alle porte e Bolzano si appresta a festeggiarla nel migliore dei modi. Partendo dall’immancabile appuntamento con “Spring in the city”, il mercatino pasquale che dal 6 al 10 aprile porta in Piazza Walther i sapori autentici del territorio e l’artigianato artistico in una suggestiva vetrina en plein air con pane di vari tipi, dolci, oggetti fatti a mano, gioielli e decori.

A fare da contorno un ricco programma di animazione che coinvolgerà le famiglie con bambini in divertenti laboratori creativi durante i quali i piccoli visitatori avranno modo di cimentarsi nella creazione di decorazioni con materiali naturali, nel tradizionale gioco delle uova sode Eierpecken (o anche Koggele pecken), nella caccia alle uova di Pasqua e divertirsi sul trenino e sull’immancabile giostra. 

Vacanze di primavera a Bolzano

Trascorrere il periodo pasquale e dei ponti di primavera a Bolzano vuol dire scegliere di passare qualche giorno in modalità slow e godersi momenti di spensieratezza passeggiando lungo le rive del Talvera o sui pendii soleggiati del Guncina, facendo shopping in uno dei tanti bei negozi sotto i Portici, visitando un museo (da non perdere il Museo Mercantile, importante testimonianza del passato della città, e la mostra delle opere conventuali nel complesso dei Domenicani) o uno dei numerosi castelli (per esempio Castel Roncolo, il “maniero illustrato”, con il ciclo di affreschi a soggetto profano più grande e meglio conservato del Medioevo), o ancora concedendosi un aperitivo con vista sulla piazza centrale e sul campanile del bellissimo Duomo dedicato a Maria Assunta. 

Il vino protagonista

Quattro giorni, dal 20 al 23 aprile, destinati ad  una full immersion nel meglio dei vini altoatesini. A Castel MareccioWeinkost è la kermesse che offre ad intenditori e appassionati del vino e del buon gusto degustazioni, seminari e visite guidate in un percorso alla scoperta di etichette e sapori del territorio unici e sorprendenti. 40 aziende vitivinicole provenienti da Bolzano e dall’intero Alto Adige per rendere omaggio a Bacco a suon di musica.

E a giugno si va per castelli!

Infine, il 10 e l’11 giugno torna l’attesissimo Castelronda, tre giorni nei castelli con un ricco programma di eventi per rivivere le atmosfere e ascoltare i suoni dell’affascinante e ancora misterioso periodo storico chiamato Medioevo. Un tuffo nel passato e nella tradizione del capoluogo altoatesino durante il quale gruppi locali e provenienti dal resto d’Italia e dall’estero accoglieranno i visitatori in costumi d’epoca e proporranno diverse attività: dai duelli tra cavalieri all’artigianato d’altri tempi, dagli spettacoli col fuoco a quelli dei giullari, dal tradizionale mercato all’investitura dei cavalieri. Da non perdere le visite guidate per scoprire segreti e curiosità, e gli appuntamenti musicali che contribuiscono a ricreare le atmosfere del tempo.

Lungo circa 20 km, il Castelronda è un itinerario storico e panoramico senza uguali che passa da Bolzano, San Genesio e Terlano e regala lungo il percorso un’impagabile vista sui castelli e sulla natura che abbraccia la città e i suoi dintorni. 

Ulteriori info: www.bolzano-bozen.it

Articolo di Tiziano Argazzi. Riproduzione riservata ©Latitudeslife.com.