In Tunisia tra maison de charme e talassoterapia



Comfort, eleganza, raffinatezza: la Tunisia seduce, non solo per i paesaggi tipicamente africani, ma anche per le atmosfere uniche regalate dalle pregevoli strutture che contribuiscono a fare dell’accoglienza il fiore all’occhiello di questo paese.

Archetipo spesso della “vacanza villaggio”, la Tunisia sorpende e si assapora altrove. Da Tunisi a Sousse, passando per Hammamet e Sidi Bou Said, il litorale nordafricano è costellato di boutique hotel, resort, dimore sapientemente recuperate dove regnano bellezza e relax. E lentezza. Perché, che si scelga di soggiornare in una suite di un lussuoso 5 stelle o in una dimora di charme, o di beneficiare dei servizi offerti dai numerosi centri per la “remise en forme”, il tempo in Tunisia si perde per sé stessi. Ma è tempo perso bene.

Benessere


Miele, latte, succo d’arancia, olio di gelsomino, generosamente spalmati sulla pelle: il giardino dell”Eden è molto più vicino di quanto uno creda. In Tunisia ci si “mette in buone mani”, quelle di chi, cioè, conserva i riti antichi della cura del corpo.

Sotto le abili dita della herza tunisina, come in arabo viene chiamata la donna che lavora negli hammam,  il corpo vibra, stimolato da  massaggi shirodara, linfodrenanti, mandara e ayurvedici, e la mente si traghetta in un vero viaggio esperenziale.  Sono donne amorevoli, che accompagnano con maestria e discrezione chi si accinge a intraprendere un percorso benessere in una delle Spa da sogno di cui si fregia questo paese. Veri templi della bellezza, che sorgono spesso nei posti più incantevoli. É il caso di Villa Didon, un lussuoso boutique hotel situato proprio nei pressi delle rovine di Cartagine. Qui la tradizione si fonde alla modernità: attrezzature all’avanguardia, qualità dei prodotti, personale altamente specializzato, trattamenti provenienti da culture diverse completano l’offerta rendendola eccellente.


Sono luoghi in cui si dimentica la routine quotidiana e si entra in un’altra dimensione. All‘Olympe Thalasso ad Hammamet l’ atmosfera è lounge: il tipico corridoio centrale si snoda su un tappeto di petali  di fiori, tra candele e musica diffusa. Nell’aria, profumo di essenze orientali in cui si distinguono le inebrianti note di mimosa, cannella e gelsomino. Oltre alle cure estetiche più classiche, meritano  un prova i trattamenti alla cacaoterapia: fanghi tonificanti,  massaggi con  pasta calda o burro di cacao, bagni nella cioccolata che stimolano il sistema nervoso producendo effetti benefici sul corpo e la mente.

Mare. Non solo da godere su un lettino da una bianca spiaggia assolata. Qui, in Tunisia, le  proprietà del Mediterraneo si conoscono sin dall’antichità. Da Tunisi a Tozeur, sono 49 i centri benessere e Spa specializzati in talassoterapia, che ne hanno fatto la seconda destinazione, dopo la Francia, per chi cerca questo tipo di trattamenti. Il tutto è reso possibile da quel connubio di clima particolare, ricchezza di sali minerali contenuti nelle acque, e know-how del personale che con competenza opera le cure.

Qui giungono soprattutto dal Nord Europa per curare malattie cardiocircolatorie e respiratorie, forme allergiche e problemi articolari, o semplicemente per provare l’ampia scelta di trattamenti con fanghi, sabbia e alghe, ricchi di elementi preziosi utili alla rigenerazione.

Come al Centro Bio Azur di Hammamet, un moderno centro benessere annesso all’omonimo hotel cinque stelle. La piscina talassoterapica si affaccia direttamente sulla spiaggia, appagando così non solo il corpo, che gode delle proprietà terapeutiche dell’acqua, ma anche la vista, abbagliata da quegli orizzonti unici dove si toccano cielo e terra, un po’ Africa e un po’ Europa.

Ospitalità

Che in Tunisia l’ospitalità sia un culto, ce ne si accorge subito. Perché anche nei lussuosi hotel 5 stelle, imponenti cattedrali della ricettività che costeggiano il litorale di Tunisi, gli occhi di chi ti serve un tè alla menta all’arrivo e quelli della cameriera che, con timidezza garbata, si assicura che sia tutto a posto, sono occhi che sorridono. E accolgono. Varcando la porta del Regency, un sontuoso hotel a La Marsa a circa 20 kilometri dall’aeroporto di Tunisi, si respira questa atmosfera. C’è un’aria rilassata e tranquilla, tipicamente mediterranea, anche tra i businessmen che costituiscono lo zoccolo duro della clientela.

Ma chi desidera assaporare veramente l’esperienza dell’ospitalità tunisina, non può che scegliere di soggiornare in una delle tante “Dar”, le case che oggi i tunisini hanno aperto ai forestieri per condividerne la socialità. Nella splendida Sidi Bou Said, molte sono la abitazioni recuperate che offrono al turista una soluzione di vacanza all’insegna del relax coniugato all’autenticità. Un paradiso di calce bianca, interrotto solo dal turchese dei portoni in perfetto stile arabo andaluso, sui quali si inerpicano le bouganvillee e i gelsomini. Dalle sponde del mare bianco care a Ghachem, si arrampicano strette viuzze che nascondono gioielli architettonici abilmente recuperati nella loro forma originale e trasformati in hotel e bed and breakfast di charme; discreti, come i moucharabieh, le finestre di legno che permettevano alle donne di affacciarsi senza essere viste e godere della splendida vista sul golfo di Tunisi. Non tanto lontano dal centro, è incastonata una gemma preziosa, il Dar Fatma. Amel e Patrick, i proprietari hanno recuperato questa tipica abitazione preservandone l’architettura originale. Interni minimal e pezzi di Philip Stark, ne fanno un ambiente intimo e sobrio.

Poche camere, cura dei dettagli, premura per gli ospiti conferiscono un’ospitalità calda. Ci si sente  a casa.


Link utili:

Ente Nazionale Tunisino per il Turismo

Hotel Regency

Villa Didon

Dar Fatma

Bio Azur Thalasso

Testo di Francesca Calò

Caro lettore,

Latitudes è una testata indipendente, gratis e accessibile a tutti. Ogni giorno produciamo articoli e foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro.

Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto. E con lo stesso coraggio che ormai da 10 anni ci rende orgogliosi di quello facciamo. Grazie.