Vacanze al mare in Italia, tra isole e storia


L’Italia, come sappiamo, è un Paese dai paesaggi variegati, dalla storia antica e dalla gastronomia eccellente. Caratteristiche che ci invidiano in tutto il mondo. Spesso però, al momento di decidere la meta delle canoniche vacanze al mare, scegliamo di andare in paradisi tropicali per immergerci in acque turchesi e atmosfere esotiche. Il Bel Paese però offre spiagge incontaminate e fondali da esplorare tanto quanto lontane e sperdute isole. A volte non ci accorgiamo di quanto sia bella l’Italia, forse perché ormai la diamo per scontata.

Ustica, terra del sole: colori vivaci e profumi tipici mediterranei caratterizzano l’isola, che vanta siti archeologici sorprendenti e un mare dal blu profondo. Oltre alle mete più conosciute come San Vito lo Capo e la splendida riserva dello Zingaro, ci sono isole minori che si presentano come piccoli gioielli incastonati in una cornice argentea. Una di queste è Ustica, raggiungibile in traghetto o aliscafo da Palermo. Paradiso per i sub, è un luogo piacevole per trascorrere una vacanza all’insegna del sole, dei prodotti genuini e del relax. E’ nata dalle acque grazie ad un’eruzione vulcanica, perciò non ha spiagge ma scenografiche grotte e piscine naturali.

Scilla, antica ninfa: è uno dei borghi più belli d’Italia e si trova in provincia di Reggio Calabria. Citata nell’Odissea insieme al mostro di Cariddi ha antiche origini, che risalgono al periodo della distruzione di Troia. Glauco, vistosi rifiutare l’amore dalla ninfa Scilla, si rivolse alla maga Circe per convincere la giovane a cedere al suo corteggiamento. La maga, innamorata di Glauco e ritenendosi offesa per l’affronto, trasformò la ninfa in un mostro dotato di sei teste di cani, che distruggeva ogni nave passava da lì. Proprio su questi fondali rocciosi è stata scoperta la più grande foresta di corallo nero del mondo. Secondo gli studiosi marini, però, è tutto il mare di Calabria a serbare tesori nascosti, offrendo rare ricchezze da salvaguardare.

Isole Tremiti, arcipelago delle meraviglie: sono situate a nord del Gargano e una parte del loro territorio è riserva naturale dal 1989. Cinque piccole isole dove non è possibile approdare con auto al seguito. Meta favorita dai velisti e agognata dai sub, desiderosi di vedere da vicino i cavallucci marini, sono famose anche per il Festival del Mare istituito da Lucio Dalla. Una kermesse di arte e musica, che si svolge ogni estate da ormai dodici anni. I fondali sono ricchi di relitti, come la Galea della flotta turca risalente al 1500. Le spiagge di sabbia o ciottoli sono concentrate per lo più sull’isola di San Domino, mentre altrove si trovano deliziose insenature rocciose, dove è possibile ritagliare uno spazio tutto per sé.

Cinque Terre, patrimonio dell’Umanità: territorio collinare aspro, addolcito da terrazzamenti per le colture. I famosi declivi di questa zona della Liguria digradano fino al mare, dove piccole insenature scalfiscono la costa. Lunghi sentieri per camminare, borghi seducenti da visitare, profumi da cui farsi ammaliare e mare in cui tuffarsi. Non a caso pittori e scrittori come Montale hanno spesso scelto le Cinque Terre come luogo in cui trovare una fruttuosa ispirazione.

In Italia esistono mille altri luoghi speciali come questi, dove potersi riappropriare del proprio tempo e godere dello straordinario mare nostrum. Se ne avete qualcuno nel cuore, lasciate un commento segnalandocelo.

Testo di Federica Giuliani | Foto web

Se ti piace la sorprendente natura marina, leggi questo reportage


Caro lettore,

Latitudes è una testata indipendente, gratis e accessibile a tutti. Ogni giorno produciamo articoli e foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro.

Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto. E con lo stesso coraggio che ormai da 10 anni ci rende orgogliosi di quello facciamo. Grazie.