Mia Photo Fair: la fotografia d’arte di nuovo a Milano

Mia Photo Fair

Dal 28 aprile al 2 maggio 2016, la capitale meneghina ospita nuovamente l’iper atteso evento dedicato alla fotografia d’arte: Mia Photo Fair. The Mall di Porta Nuova Varesine il palcoscenico della foto-fiera.

Sotto la direzione di Fabio e Lorenza Castelli, al via la sesta edizione della fiera che considerato il successo dello scorso anno prolunga il periodo di permanenza (da giovedì a lunedì).

80 gallerie provenienti da 12 diverse nazioni del mondo, 230 artisti e 15 editori specializzati, più una selezione di Proposta Mia, composta da 20 artisti indipendenti, a presentare i loro lavori individuali: questa la kermesse delle cinque giornate dedicate all’immagine.

Si riconfermano i premi in lizza: per il quinto anno consecutivo verrà assegnato il Premio BNL Gruppo BNP Paribas, principale sponsor dell’evento che premierà i fotografi in fiera con le proprie gallerie. Il Premio Archivi “ Tempo ritrovato – fotografie da non perdere”, in collaborazione con Io Donna e sponsorizzato dalla maison di orologeria svizzera Eberhard & Co, sarà invece dedicato ai ruggenti anni  Settanta, periodo storico segnato da grandi cambiamenti socio-culturali.

New entry dell’edizione 2016 il Premio Massimo Gatti, in memoria dell’omonimo fotografo scomparso lo scorso novembre e istituito in collaborazione con Glauco Cavaciuti Arte di Milano.

In più, a completare la full immersion nel mondo della fotografia, Mia Photo Fair propone un ricco programma culturale. Tra i tanti appuntamenti, l’incontro organizzato in partnership con Comunità Sant’Egidio con focus sul potere dell’immagine intesa come linguaggio capace di raccontare i fenomeni migratori che stanno via via mutando l’Europa, tema che verrà approfondito grazie al lavoro di reporter e artisti come Liu Bolin, Massimo Sestini, Fabio Bucciarelli e Corrado Levi.
Durante il weekend della fiera Sabrina Donadel modera invece gli incontri con tre coppie di collezionisti che, oltre a condividere un sentimento, condividono anche la passione per la fotografia: Pier Luigi e Natalina Remotti, Giovanni e Anna Rosa Cotroneo e Annamaria e Antonio Maccaferri.
Progettata da un gruppo di giovani designers coordinati dall’Institute for Production di Wonder e Cassina, l’area dove si terranno gli incontri del programma culturale è stata realizzata sotto l’occhio esperto di Patricia Urquiola.

Tra i progetti speciali spicca quello di Mario De Biasi, celebre fotoreporter scomparso nel 2013, i cui scatti verranno esposti presso il Caffè artistico Lavazza di Milano. Le immagini in mostra, frutto di una selezione curata da Enrica Viganò, membro del Comitato Scientifico di MIA Photo Fair e da Silvia De Biasi, responsabile dell’Archivio Mario De Biasi, sono la rappresentazione di soggetti e situazioni differenti, ma tutti accomunati da una passione: il rito del caffè. Un tributo all’energia che la bevanda sprigiona a tutte le latitudini.

Per info: www.miafair.it

di Ilaria De Pasqua |Riproduzione riservata © Latitudeslife.com

Caro lettore,

Latitudes è una testata indipendente, gratis e accessibile a tutti. Ogni giorno produciamo articoli e foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro.

Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto. E con lo stesso coraggio che ormai da 10 anni ci rende orgogliosi di quello facciamo. Grazie.