Dalla vita all’abbandono. 10 città fantasma da visitare

Esistono, in giro per il mondo, molti luoghi affascinanti, una volta pieni di vita e ora completamente abbandonate. “Insider” ha fatto una lista delle città fantasma più attraenti che si possono visitare, eccone 10.

Craco, Italia

Questa cittadina, in provincia di Matera, è stata fondata nell’VIII sec. La città è stata abbandonata a seguito di diverse calamità naturali, nell’arco di vent’anni ci furono infatti una frana, un’inondazione e un terremoto. Si può entrare in città solo con delle visite guidate. Grazie a una statua della Vergine Maria rimasta miracolosamente intatta, la città ospita nell’arco dell’anno diversi festival religiosi.  È stata inoltre usata come scenografia per alcuni film, come “La passione di Cristo”.

Kennecott, Alaska

Questa città di mulino ha prodotto milioni di dollari, finché non sono state esaurite le scorte.  È cominciato così l’abbandono e ha iniziato ad essere considerata una città di fantasmi. Negli anni è poi diventato un monumento storico nazionale e il servizio nazionale del parco ha iniziato ad offrire tour guidati della città.

Kolmanskop, Namibia

Kolmanskop vide il suo momento di massima vivacità nel 1900, quando i tedeschi vennero in questa zona in cerca di diamanti. Il declino della città iniziò dopo la Prima Guerra Mondiale, soprattutto in seguito alla scoperta di un’altra località sulla costa dove trovare diamanti. Kolmanskop è stata lentamente inghiottita dal deserto. Le visite guidate ai resti della città si possono prenotare dalla città costiera di Lüderitz.

Hashima Island, Giappone

L’isola di Hashima era conosciuta per le miniere di carbone sottomarine. Nel 1959 vivevano nell’isola circa 5.000 abitanti. Tuttavia, una volta che le miniere hanno iniziato a esaurirsi, la popolazione si è spostata. L’isola è ora completamente abbandonata, ad eccezione dei turisti che vengono a visitarla.

Ross Island, India

La vegetazione ha ricoperto gran parte dei resti della città presenti sull’isola, conosciuta come la “Parigi dell’oriente”. Una volta l’isola ospitava i funzionari del governo britannico. Gli inglesi fecero dell’isola la loro casa, fino al 1942 quando ci fu un terremoto e l’invasione dei giapponesi. La Marina indiana ci costruì poi una piccola base. Oggi gruppi di turisti visitano ogni giorno l’isola abbandonata.

Terlingua, Texas

Quando la Compagnia Chisos Mining aprì a metà ‘800, molti lavoratori si trasferirono qui con le loro famiglie. La popolazione arrivò a contare 3.000 abitanti. Oggi ne restano solo 58. I cittadini che vivono a Terlingua hanno un buon business, grazie ai numerosi turisti che vengono a visitare le tante chiese ed edifici abbandonati, così come i vicini parchi Big Bend.

Calico, California

Questa piccola cittadina iniziò a popolarsi nel 1881. Visse poi il suo momento di massimo splendore quando fu trovato l’argento. Quando poi le miniere si esaurirono, i residenti si spostarono. La città abbandonata fu poi comprata e ristrutturata da Walter Knott. Oggi è un marchio storico registrato aperto al pubblico e ospita un museo sul Vecchio West.

Pripyat, Ucraina

Questa città, nel nord dell’Ucraina, è probabilmente la città fantasma più conosciuta al mondo. Qui vivevano 50.000 persone finché furono evacuate nel 1986 con l’esplosione di Chernobyl. I cittadini, immediatamente evacuati, hanno lasciato la città esattamente com’era. Questo è uno dei motivi per cui anno dopo anno attira numerosi fotografi. Infatti i livelli delle radiazioni, secondo gli scienziati, si sono esauriti ed è quindi possibile visitare la città.

Virginia City, Montana

Virginia City, Montana

Questa ex città mineraria d’oro ospitava una volta 10.000 abitanti. Oggi, abbandonata si è conservata esattamente com’era, ed è diventata un punto di riferimento storico nazionale. I turisti possono vedere com’era veramente la vita qui, anche grazie a degli attori che riportano in vita la storia della città durante le visite turistiche.

Animas Forks, Colorado

Una volta era una vivace cittadine sulle Alpi del Colorado, oggi è una terra desolata con solo qualche edificio sparso qua e là. Nel suo momento di culmine la cittadina aveva 30 casette, un hotel, un alimentari e un ufficio postale.  Oggi rimangono solo 9 casette e una piccola prigione.

Testo di Chiara Dalla Fontana |Riproduzione riservata © Latitudeslife.com

Caro lettore,

Latitudes è una testata indipendente, gratis e accessibile a tutti. Ogni giorno produciamo articoli e foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro.

Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto. E con lo stesso coraggio che ormai da 10 anni ci rende orgogliosi di quello facciamo. Grazie.