Euphonie, la magia della musica in riva al mare

festival Euphonie - suoni e natura
Euphonie – suoni e natura nel Delta del Po

Sulla scia del grande successo registrato nelle edizioni precedenti, si rinnova anche quest’anno l’appuntamento con Euphonie, un festival con concerti di musica che si terranno all’alba nella incantevole cornice naturale del Parco Del Delta Del Po.

Ideato e promossa dall’Associazione Produzione Culturale, la rassegna permette di vivere un’esperienza completa all’interno del territorio di Comacchio, in provincia di Ferrara, che consisterà allo stesso tempo di andare alla scoperta di fauna e flora tipica di una delle zone umide più importanti d’Europa e la più vasta d’Italia.

Con circa 600 ettari di salina, che dal 1984 non è più utilizzata per la produzione di sale, quest’area protetta è importantissima per l’alta quantità di specie di uccelli presenti e può essere considerata il cuore del Parco del Delta Del Po.

Euphonie, festival a basso impatto ambientale, prevede coinvolgenti eventi musicali che si terranno al sorgere del sole che culleranno il pubblico in un dolce risveglio, il tutto sulla spiaggia di alcuni dei più belli stabilimenti balneari della costa.

festival Euphonie - suoni e natura
Alba sul Delta del Po ©Crissy Bellotti

La grande biodiversità e il ricco patrimonio artistico e culturale rendono il Parco un paradiso per amanti della natura, birdwhatchers e persone che cercano angoli incantati dove godersi momenti di puro relax.

Vivere il miracolo della vita, ammirando da una posizione privilegiata il sorgere del sole che sale dal mare, ascoltando musica in un ambiente avvolto dal silenzio più assoluto: è questo il valore di un’esperienza che, grazie al contesto naturale, resterà scolpito per sempre nel cuore degli spettatori.

I concerti all’alba nel calendario di Euphonie si svolgono la domenica mattina alle 6:00 nei mesi di luglio e agosto.

Gajè, Gipsy Swing – 30 giugno Bagno Schiuma (Lido di Spina)

Un trio formato da Elena Mirandola al violino, Alessandro De Lorenzi alla chitarra Francesco Cervellati al contrabbasso regalerà sonorità in una miscela di swing e musiche popolari con influenze della Francia gitana degli anni ’20-’30. Le esecuzioni ripercorreranno brani classici della tradizione jazz manouche fino ad arrivare ai Balcani e sfiorare le punte più orientali del bacino mediterraneo.

Rabalà Ceramic Percussion – 7 luglio Bagno Sarah (Porto Garibaldi)

Rabalà è un gruppo di ricerca sonora legato ai materiali ceramici. I quattro musicisti creano un dialogo sonoro basato su di un canovaccio prestabilito, utilizzando campane, udu, tombak, darbuka realizzati in ceramica dall’artista, oltre a due sassofoni baritoni e alcuni flauti e ocarine.

Sliders – 14 luglio, Bagno Miami (Lido degli Scacchi)

Il concerto, in collaborazione con Jazz Club Ferrara, vedrà come protagonista il trombone, strumento dalle infinite possibilità musicali, sonore ed effettistiche sviscerate in una

continua sperimentazione attraversando il blues, la folk music, la musica contemporanea, i corali e molto altro.

Enchiridion Consort – 21 luglio, Bagno Prestige (Lido delle Nazioni)

Un trio composto da Stefano Squarzina (flauti), Roberto Felloni (liuto e arciliuto) e Roberto Cattani (viola da gamba) propone un concerto del tutto particolare, con composizioni tratte dal repertorio rinascimentale inglese, italiano e francese.

Terre di Mezzo – 28 luglio, Bagno Cocoà (Lido degli Estensi)

Terre di mezzo lascerà spazio alla naturale poetica degli ambienti naturali. Il canto dei gabbiani al tramonto ed il perpetuo suono della risacca saranno la dominante fonte di ispirazione per il trio composto da Daniele Santimone (chitarra), Massimo Morganti (trombone), Riccardo Paio (batteria).

Ar-Men Trio-  4 agosto, Bagno Marrakech (Lido di Spina)

Ar-Men è un gruppo che unisce esperienze musicali diverse in cui si incontrano caratteri molteplici come folk, musica contemporanea, jazz e improvvisazione. Il trio è composto da Roberto Gemo (chitarre classica, acustica e soprano), Alessandro Fedrigo (basso acustico) e Max Trabucco (batteria e percussioni).

Antonio Nasone, Notturno a Montegiove – 11 agosto, Bagno Playgroung (Lido di Volano)

“Notturno a Montegiove” è un album di brani originali completamente in chitarra sola che riassume le esperienze maturate negli anni dell’autore Antonio Nasone. La musica che ne scaturisce descrive atmosfere intime e raccolte.

Duo Morrighan – 11 agosto, Gallanti Beach (Lido di Pomposa)

Il duo composto da Ambra Bianchi (flauto traverso e voce) e Irene De Bartolo (arpa) si esibirà in un viaggio musicale che va dal repertorio classico fino al contemporaneo, dalla musica celtica alle colonne sonore da film più conosciuti.

Não Sonamu – 11 agosto, Bagno Cristallo (Lido delle Nazioni)

L’idea di Não Sonamu parte dal concetto di persone in movimento e cerca di immortalare le emozioni e le esperienze che i musicisti hanno da raccontare ovunque essi si trovino.

Choro de Rua – 18 agosto, Bagno Playa Loca (Lido degli Estensi)

Il duo composto da Barbara Piperno (flauto traverso) e Marco Ruviaro (chitarra classica a 7 corde) porta in scena il ritmo e la passione della musica strumentale brasiliana.

Le Scat Noir, Jazz Vocal Trio – 25 agosto, Bagno Sagano (Lido degli Scacchi)

Un trio tutto al femminile, formato da Natalia Abbascià (voce e violino), Ginevra Benedetti (voce), Sara Tinti (voce, pianoforte) propone inediti, standard jazz, brani di estrazione etnica e colta, arrangiati da loro per tre voci, pianoforte, violino. Un live che alterna brani a cappella ad altri con accompagnamento strumentale.

Numerosi altri concerti di Euphonie sono previsti in Salina anche alle ore 18:00 dei venerdì da fine giugno ad agosto. Il programma completo dei concerti sul sito euphonie.

Testo di Gabriele Laganà|Riproduzione riservata © Latitudeslife.com

Caro lettore,

Latitudes è una testata indipendente, gratis e accessibile a tutti. Ogni giorno produciamo articoli e foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro.

Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto. E con lo stesso coraggio che ormai da 10 anni ci rende orgogliosi di quello facciamo. Grazie.