Viaggiare in Sardegna: le 7 spiagge più belle da visitare

Recarsi in Sardegna per le vacanze un sogno di molti turisti, proprio per le sue spiagge e le sue acque cristalline da sogno.

sardegna-spiagge-cala-mariolu
@Shutterstock

In tanti, prima di partire, si chiedono qual è il modo migliore per raggiungere l’isola. Ci si può recare in aereo o in acqua, anche se non sempre si riesce a scegliere il percorso più conveniente. I traghetti Sardegna, ad esempio, sono un mezzo molto efficace per poter visitare l’isola, in grado di far risparmiare infatti sia tempo che denaro.

Tuttavia, ci si impiegherà qualche ora in più per arrivare a destinazione rispetto all’aereo, di certo un mezzo più immediato.

Le 7 spiagge più belle della Sardegna

Immaginiamo ora però, una volta giunti in Sardegna, di fare un’escursione tra le spiagge più belle dell’isola. Ecco un elenco di 7 spiagge da visitare assolutamente per godere appieno del paesaggio sardo e rigenerare corpo e mente.

Cala Mariolu

sardegna-spiagge-più-belle-cala-mariolu
Cala Mariolu @Shutterstock

Di certo, recandosi in Sardegna, non si potrà perdere una visita di Cala Mariolu, Baunei (Ogliastra). Un paradiso naturale già classificato da alcuni come la spiaggia più bella d’Italia. Un vero e proprio gioiello della natura incastonato tra rocce e acque cristalline, non facile da raggiungere ed incontaminato, con la sua sabbia rocce bianche e ciottoli rosa.

Cala Goloritzè

sardegna-spiagge-cala-goloritze
Cala Goloritzè @Shutterstock

Altro angolo di paradiso da non perdere è Cala Goloritzè, Baunei (Ogliastra). Questa spiaggia è raggiungibile con una barca o via terra, in questo caso tramite un percorso naturalistico di circa un’ora. Tale spiaggia è molto famosa per il promontorio dall’altezza vertiginosa di 143 m, che ogni anno attira molti appassionati di climbing.

La Pelosa

sardegna-spiagge-la-pelosa-stintino
La Pelosa a Stintino @Shutterstock

Non si potrà non visitare inoltre La Pelosa, Stintino (Sassari), una spiaggia dalle acque turchine e dalla sabbia bianchissima da sembrare un’oasi tropicale vera e propria. Si trova nel Golfo dell’Asinara, dove l’acqua è sempre calma, in una baia protetta dai faraglioni di Capo Falcone.

Nell’isolotto si trova anche una torre, di fronte alla spiaggia, raggiungibile a piedi tramite un guado. Questa spiaggia è considerata una delle più belle d’Italia, un vero e proprio paradiso naturale dove l’acqua arriva alle caviglie per decine di metri. Dice che il suo nome derivi dalla presenza di paglia marine vegetazione mediterranea composta da tanti ciuffi sottili.

Spiaggia di Porto Istana

sardegna-spiagge-porto-istana
La spiaggia di Porto Istana con la Tavolara sullo sfondo @Shutterstock

La spiaggia di Porto Istana, Olbia, si trova a poca distanza da Porto San Paolo. Il mare color smeraldo è incorniciato da una sabbia bianchissima, una spiaggia molto amata dai bambini situata di fronte all’Isola di Tavolara e meta di molti sub e appassionati di surf.

Spiaggia del Principe

sardegna-spiaggia-del-principe
La Spiaggia del Principe in costa Smeralda @Shutterstock

Da non perdere è anche la Spiaggia del Principe, una delle più belle della costa Smeralda. Il suo nome è legato effettivamente ad un principe di nome Aga Khan, che frequentava questo angolo di mare.

La sabbia finissima è tempestata di rocce e circondata da macchia mediterranea. La sabbia è composta a granito e a questo si deve il suo colore chiarissimo.

Cala Brandinchi

sardegna-spiagge-cala-brandinchi
Cala Brandinchi @Shutterstock

Ad essere definita la piccola Tahiti e Cala Brandinchi, San Teodoro, una spiaggia davvero da sogno con sabbia bianca e acqua cristallina. Ad ornarla una pineta e della macchia mediterranea, che rendono l’ambiente ancora più suggestivo.

Spiaggia Di Tuerredda

sardegna-spiagge-la-tuerredda-teulada
La Tuerredda a Capo Teulada @Shutterstock

Non potete perdervi nemmeno la Spiaggia di Tuerredda, Teulada. Si tratta di una spiaggia tra le più belle al mondo sulla costa sud della Sardegna, in provincia di Cagliari.

Un vero e proprio gioiello, una spiaggia unica nel suo genere perché formata da un’insenatura che dà sul mare smeraldo e di varie tonalità dell’azzurro, a ricordare lo stile delle spiagge dei Caraibi. Con la sua sabbia fine e bianca, questa spiaggia è meta di molte famiglie, perché caratterizzata da acque poco profonde.

Testo di Redazione|Riproduzione riservata © Latitudeslife.com